Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

fi) Medico naturista


La strada da ingegnere a medico naturista è stata lunga. Ho iniziato ad interessarmi alla medicina quando verso i cinquant'anni avevo l'impressione di aver fatto di tutto nel campo industriale-tecnico.

Seguendo una mia allieva nel campo delle scienze antiche †BiancaB in un corso per lavoro manuale terapeutico (Postural Integration) mi affioravano ricordi delle mie nonne Huser e Forster che si sono sempre dedicate alla cura dei malati.

Mi sono lasciato prendere dal fascino di questo artigianato terapeutico.Quando Bianca si decise di fare la relativa formazione e mi chiese di fungere come suo "modello" a Zurigoio acconsentii. Così abbiamo imparato il mestiere, esercitandoci uno sull'altro e dopo un anno anche su amici e conoscenti "pazienti".

Avendo successo, la mia amica GabriellaF mi offrì di usare il suo Istituto di Bellezza con un locale di massaggio per due giorni la settimana e mi procurava anche dei pazienti. Così ho svolto una specie di tirocinio di quasi tre anni sulle Signore per bene del Luganese. Nel frattempo BiancaB mi faceva la supervisione e concluse suo studio come Master in Integrazione Posturale.

Cominciai a praticare un pò nel Locarnese; nel mio ufficio da Zinnanti a Gordola, nel negozio di Brigitte al Lungolago di Locarno e ogni tanto a casa mia a Solduno. Visto che il lavoro funzionava ho venduto la mia impresa ASTROL SA alla ZINNANTI SA e ho affittato uno studio a Locarno dal Sig. De Camilli in via Castelrotto 18, vicino all'ospedale La Carità. Mia moglie BrigitteF si dedicò all'amministrazione, a prendere gli appuntamenti e a pulire lo studio.

Nel mio tempo libero studiavo autodidatticamente anatomia, fisiologia, patologia umana e approfondivo le mie nozioni in fitoterapia e galenica casalinga, basandomi su quello che avevo imparato dalle mie nonne da ragazzo e adolescente.

BiancaB lasciò all'improvviso il suo posto di direttrice della Fondazione La Fonte (dopo una lite con il direttore del consiglio di amministrazione: Speziali) e quindi le proposi di aprire uno studio a Lugaggia; lo fece nel pianterreno della sua casa era con il suo noto dinamismo. Ci accordammo di collaborare in modo che due giorni la settimana lavoravo da lei.

Si interessò di fitoterapia e di galenica popolare e organizzò le relative infrastrutture per rendere ciò operativo. Il farmacista di Agno, Dott. Luca Milesi e io le demmo una mano per farsi le conoscenze in merito e lei si face le ossa preparando dei rimedi magistrali. Ebbe successo e i nostri pazienti erano contenti di avere una "farmacia popolare" a portata di mano. BiancaB in seguito organizzò le strutture per coinvolgere altre donne: Caterina, Vienna, Sabrina e numerose altre che garantirono una produzione continua e affidabile.

Dopo un pò di tempo, mi chiesero se potevo fare per loro un corso "propedeutico" in medicina, perchè in Ticino non trovavano qualcosa di adatto alle loro esigenze e finanziariamente abbordabile. Mi preparai e organizzai un corso serale di "Materia medica" della durata di due anni: ventiquattro incontri che riguardavano anatomia & fisiologia, patologia & fisiopatologia, fitoterapia & materia naturopatica, usando il metodo di Thibodeau & Patton.
BiancaB organizzò il corso e io mi mise a stilare le dispense con l'assistenza di molti collaboratori: ConsueloP batteva nell'ordinatore i testi dal mio manoscritto, BenedettaC corregeva e ritoccava il mio orribile Italiano, MarioS della Fondazione Diamante faceva il DesktopPublishing e la stampa. E tanti altri che aiutavano dove potevano.

Svolgemmo il corso per quattro volte (otto anni). Quando il Canton Ticino ha istituito una scuola propedeutica per le professioni paramediche,abbiamo smesso interrottoil nostro insegnare perchè era diventato superfluo.

Clienti

Di seguito un paio di aneddoti vissuti con miei pazienti. Ho dato loro dei nomi fittizi.

Diego
Una maestra delle elementari mi chiese se prendevo un ragazzo violento della sua classe che picchiava le ragazze e i più piccoli. Suo padre,molto scettico, una sera me lo portò .

Feci sdraiare Diego sul lettinoe gli feci un massaggio. Era curioso e se lo godeva, chiedendomi tante cose sul perché dei miei tocchi. Dopo un pò mi confidò anche i suoi problemi di scuola: le ragazze e certi ragazzi lo seccavano e lui li metteva in riga anche con le botte. Gli dissi che faceva bene a difendersi contro i più grandi o equi, ma che era codardo battersi con i più deboli.

Finito il massaggio, si rivolse a suo padre e disse: "Papà, sei un codardo!" Questo diventò rosso e gli chiese: "Perché?". "Perché picchi i più deboli come me. Me l'ha detto Peter." Silenzio. E se ne andarono.

Settimane dopo la maestra mi chiese: cosa hai combinato con Diego, adesso difende le ragazze e i più piccoli dai più grandi.

Sig.a ...
Un'anziana signora che trattavo da tempo per i piedi dolenti e un'anca e un ginocchio con protesi si lamentava per i suoi tanti dolori su tutto l'apparato motorio. Era "allergica"a tutto quello che avevamo provato fin'ora.

Durante il trattamento ho studiato una pomata con come base la Consolida al lardo con diversi oli essenziali contro dolori, edemi, disturbi circolatori. Interruppi sul momento il trattamento per scrivere la ricetta e SabrinaB me lo preparò in tempo per continuare e finire il trattamento.

Un mese dopo, in occasione dela continuazione del trattamento , la signora mi salutò con un caloroso abbraccio, ringraziandomi perché la pommata "miracolosa" la dava tanto sollievo e voleva un'altra confezione.

Fu un bel grattacapo, mi ricordavo solo vagamente i componenti della ricetta. Abbiamo dovuto riinventarla e e col tempo l'abbiamo perfezionata ed è diventata un eccellente rimedio.

Suor Angelina
L'ho conosciuta tramite una Signora proprietaria di un bar notturno che le era molto grata, perché disse, che anni prima le avrebbe salvato la vita assistendola durante le lunghe notti di ospedale.

SuorAngelina soffriva di tanti dolori: in conseguenza del consumo di dischi intervertebrali, diversi di quest'ultimi si erano "saldati" il che impediva il movimento della spina dorsale. In più i piedi erano artritici e le dita dei piedi deformi.

LuigiC
Sig. Itterref



Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on November 06, 2017, at 11:54 AM