Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

Enzimi proteolitici

HOME .php .html .pdf Enzimi Terapie
P. Forster

a cura di Daniela Rüegg

1.  Enzimi proteolitici

Gli Enzimi proteolitici (proteasi, proteinasi, peptidasi) sono degli enzimi che decompongono delle molecole proteiche. Sono integrati nei processi biochimici del metabolismo di esseri viventi, dai batteri fino agli animali.

2.  Antinfiammatori / -edematici enzimatici

Alcune delle decine di migliaia di tipi di enzimi che partecipano al metabolismo umano sono specializzate a decomporre delle proteine tipiche di infiammazioni e di edemi.Di seguito ne sono elencati alcuni:


Papaina

Ananas comosus (bromelina)

Tripsina

Chimotripsina

Pancreatina

Dr. Max Wolf

Si tratta di sostanze biologiche con doti specificamente antiinfiammatorie e antiedematiche. È merito di Max Wolf (1885-1976) l'aver scoperto negli anni '40 questo gruppo di enzimi. In seguito con la collaborazione della Dr. Helen Benitez, cercò delle fonti biologiche facilmente reperibili, sviluppò dei metodi di estrazione, di concentrazione per poter somministrazione queste sostanze come rimedi e creò così WolfBenitezEnzymes → Wobenzym-Dragees®. Negli anni '60 vennero prodotti anche in Germania dalla ex ditta Mugos che si trasformò poi in WolfBenitezMugosWoBeMugos.

 

Gli enzimi

  • "vegetali" papaina e bromelaina agiscono marcatamente come antiedematici e blandamente come antinfiammatori, mentre
  • l'estratto pancreatico (pancreatina), la tripsina e la chimotripsina "animali" agiscono marcatamente come antinfiammatori e blandamente come antiedematici.

La pancreatina (estratto di pancreas) contiene Lipasi, Amilasi, Tripsina e Chimotripsina in composizione non esplicitamente specificate.


Glucovanillina

Sia dei processi infiammatori che edematici possono creare sensazioni dolorose:

  • infiammazione → liberazione di sostanza P (neurotrasmettitore) → induzione di dolore periferico
  • edema → pressione di tessuti sui nocicettori → dolore periferico

Riducendo sia i processi infiammatori che edematici, evidentemente si attenuano i dolori periferici. In presenza di dolori prevalentemente "edematici" agiscono meglio gli enzimi "vegetali", mentre per i dolori "infiammatori", gli enzimi animali. Spesso l'infiammazione stessa causa edemi ed è quindi razionale usare preparati misti. Molto spesso si aggiungono glicosidi flavonoidici come rutoside per migliorare la fluidità sanguigna.

Usare degli enzimi proteolitici contro dolori non infiammatori / edematici (p.es. colpo della stregha o altri dolori neurogeni) serve solo a rimpolpare le tasche dei produttori di questi rimedi.

3.  Preparazioni galeniche


Pancreas

Le proteasi "antinfiammatorie", tipo Papaia (Papaina) Ananas (Bromelina) e dal Pancreas di mammiferi (Tripsina, Chimotrypsina, Pancreatina) sono isolabili con delicati processi biochimici da sostanze biologiche.
l'accentuato rischio di violenti reazioni allergiche in presenza di proteine "estranee" (choc anafilattico).Ingeriti sono innocui, ma in questo caso sono disattivati dai fermenti gastrici che li trattano come qualsiasi altra proteina.
Bisogna quindi isolarli con uno strato resistente ai succhi gastrici (acidi) ma solubile dai succhi dell' intestino tenue (alcalinici).

4.  Somministrazione

Per raggiungere il massimo effetto antinfiammatorio / -edematico è fondamentale assumere le pastiglie tra i pasti con sufficiente acqua o meglio ancora mezz'ora prima di un pasto: l'acqua, quando lo stomaco è vuoto li immette velocemente nel duodeno altrettanto vuoto dove si sciolgono e possono essere assorbiti benissimo nell'intestino tenue. Se invece si mescolano con il cibo, decompongono le proteine alimentari invece di entrare in circolazione per essere trasportati al luogo infiammato.

5.  Wobenzym

◦⦆─────⦅◦

5.1  fu Wobenzm® N

Documentazione completa: wobenzym.it
Ordinazione tramite web: Paesi bassi Wobenzym® N

Negli anni '60, Max Wolf e la ditta WobeMugos hanno risolto i problemi di estrazione, di "protezione gastrica" e di produzione in massa e hanno lanciato sul mercato il prodotto Wobenzym® N con la seguente formula:

  • Concentrato pancreatico: 100 mg
  • Papaina: 60 mg
  • Bromelaina: 45 mg
  • Tripsina: 24 mg
  • Chimotrypsina: 1 mg
  • Rutina: 50 mg
La rutina, comunemente nota anche come rutoside, è un glicoside flavonoico presente in piante. Viene anche utilizzata per fornire sollievo dai sintomi dovuti alla circolazione linfoematica degli arti inferiori, contrastando l'edema. La rutina può ridurre gli effetti legati all'ossidazione del colesterolo LDL e diminuire il rischio di malattia cardiaca. Possiede anche attività antistaminica.

Wobenzym N

Negli ultimi cinquant'anni, questo integratore alimentare (formalmente non si trattava di un medicamento) ha avuto grande successo sia in terapie complementari come anche in terapie cliniche (specialmente in Germania e in paesi di lingua tedesca).
Qualche anno fa, in seguito a nuove norme della UE, il governo germanico ha instaurato delle regole per l'approvazione di determinati "medicamenti" escludendo all'approvazione i prodotti complessi. In seguito le Casse Malati germaniche (che li riconoscevano) hanno reagito opponendosi a questa decisione ma, per finire, pochi mesi fa un Tribunale Amburghese ha vietato alla WoBeMugos la vendita di Wobenzym N in Germania.

D'un tratto la rinomatissima WoBeMugos si trovò sull'orlo del fallimento grazie a dei burocrati che hanno ritenuto più importanti le loro formalità che il bisogno dei pazienti e la reputazione di un ottimo prodotto sperimentato in varie altre nazioni (gli Stati Uniti e il Giappone producono Wobenzym senza alcun problema).

5.2  Successori di Wobenzym ...


In seguito la ditta ha intrapreso una serie di misure per evitare il peggio (per loro):

  • In Austria continua a fornire il prodotto originale sotto il nome di Wobenzym-Dragees® (non è proibita la produzione e l'esportazione)
  • In Italia lancia una campagna di mercato con il prodotto originale (leggermente maggiorato in enzimi pancreatici) sotto il nome Wobenzym® Vital
  • In Germania lancia una vasta e dubbiosa campagna di mercato, per un prodotto impoverito notevolmente dalle proprietà antinfiammatorie (lasciando via le sostanze pancreatiche) che si chiama Wobenzym® P (giuridicamente al limite di "impostura d'etichetta"). Per l'utente che desidera solo un antinfiammatorio innocuo, la situazione è precaria e pure sconosciuta, perché quale profano si accorge che invece del prodotto richiesto N (antinfiammatorio e antiedematico) gli è stato venduto il P (antiedematico)?
  • in altri stati dell'UE lancia Wobenzym® Plus che è l'ex Phlogenzym come contenuto ed effetto (antinfiammatorio) ma con un nuovo nome.
  • solo in Olanda pare che la situazione sia invariata e si può avere l'ex Wobenzym N (germanico) sotto lo stesso nome di Wobenzym N (olandese).

◦⦆─────⦅◦

5.3  Wobenzym® P (Plus)

Dopo un cambiamento di proprietà dell'azienda, da WoBeMugos in Mucos Pharma GmbH, sul mercato è apparso un nuovo prodotto (facilmente confondibile con Wobenzym N), il Wobenzym® P (oppure Wobenzym® Plus) con la seguente formulazione:

  • Papaina: 120 mg ≙ 328 FIP-E
  • Bromelina: 90 mg ≙ 450 FIP-E
  • Rutoside 3-idrico: 100 mg

Mucos Pharma GmbH & Co
Malvenweg
D-82538 Geretsried

Si nota che gli ingredienti pancreatici mancano completamente. Di conseguenza, le proprietà antinfiammatorie sono ridotte al minimo e rimangono le proprietà antiedematiche.

6.  Paragone di prodotti

La seguente tabella paragona le sostanze attive tipiche di diversi prodotti del genere esistenti in Svizzera e in UE. N.B.: Wobenzym N è reperibile facilmente e in qualità originale anche negli Stati Uniti e in Giappone.

Ordinato secondo la capacità antinfiammatoria si arriva alla seguente lista:

  1. Vitamenzym® Fairvital
  2. wobenzym-N Paesi bassi (ordinazione per online)
  3. Wobenzym-Dragees® Mucos, Wien (→ ex Wobenzym N Germania)
  4. Wobenzym® Plus Mucos ex Phlogenzym
  5. Wobenzym® Vital WobeMugos Italia
  6. Karazym® Volopharm

Bisogna aggiungere però che l'effetto antinfiammatorio è ben regolabile con il dosaggio delle compresse. Per un forte effetto antinfiammatorio servono ca. 400mg di Tripsina/Chimotripsina al giorno. Calcolando il numero di compresse necessarie e il prezzo per compressa non è certamente enigmatico determinare il prodotto con la miglior relazione costo / effetto antinfiammatorio. N.B.: Mi sono astenuto dal pubblicare dei risultati in merito, perché per l'importazione in Svizzera, tra i diversi venditori ci sono grandi differenze di costo .

Il Wobenzym N in Germania non è più reperibile, in Austria sì, col nome Wobenzym-Dragees® come pure negli Stati Uniti e in Giappone. In Italia con Wobenzym Vital è in commercio un prodotto contro le infiammazioni persino più efficace dell'originale.
Per la Svizzera non mi è chiara la situazione: non avendo dei produttori propri ognuno importa cosa può e cosa permetteSwissMedic (il che cambia di mese in mese a discapito dei poveri farmacisti!). Al momento c'è ancora un'approvazione nel Canton Appenzello esterno per "AR 10090 WOBENZYM N DRAGEES & AR 11741 WOBENZYM N SALBE".

Il Wobenzym P (Plus) è fuori rango come antinfiammatorio e viene incluso in una lunga lista di prodotti "lifestyle" (come p.es. Enzym-Wied) che contengono varie formulazioni di enzimi vegetali ma non degli enzimi pancreatici animali: avranno tutti le loro doti, ma non sono antinfiammatori ed è sleale venderli come alternativa ai fu Wobenzym N. Se lo venisse a sapere, il geniale Dr. Wolf si volterebbe nella tomba.

7.  Allegati

7.1  Sitografia

Wobenzym N

◦⦆─────⦅◦

7.2  Blogs & discorsi

Blogs:

Italiano Tedesco

Discorsi:

◦⦆─────⦅◦

7.3  Commenti

alla pagina Prodotti / Enzimi proteolitici: ev. cliccare sul titolo per stilare un commento

Commento 
Autore 
Enter code 414

Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on February 12, 2011, at 01:05 PM