Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

Apparato circolatorio

Gli apparecchi di misurazione per la pressione sono diventati di facile uso e costano poco. Per questo motivo vengono usati anche in medicina popolare.

Regole di misurazione

  • Visto che pressione e polso sono parametri regolati dall'organismo, adattati a diverse condizioni metaboliche di sforzo fisico e di stress, una singola misurazione non ha alcun valore interpretativo. Necessitano almeno 15 valori per rilevare delle medie statisticamente affidabili.
  • Per la singola misurazione si segua le prescrizioni del produttore dell'apparecchio.

Ogni misurazione viene annotata su un modulo con data, ora, sistole, diastole e polso (vedi Modulo ... )

Interpretazione dei valori

  • Per interpretare grossomodo lo stato cardiovascolare ci si basa sui valori medi della sistole, diastole e polso. Il valore medio si ottiene sommando tutti i valori di una colonna, dividendo poi per la quantità dei valori rilevati.
  • Si possono fare (sempre con gli stessi valori) anche delle interpretazioni un pò più sofisticate:
    • Si calcolano le differenze tra tutti i valori delle sistole e diastole. Questo valore ci indica il grado di resistenza che il cuore deve superare a ogni battito.
    • Si calcolano le deviazioni standardizzate (per colonna) per avere un'idea della stabilità / labilità della circolazione (si usa una calcolatrice o un programma come Excel che dispone di questa funzione).
    • Con la formula di Read, a partire dalla differenza sistole/diastole e polso si calcola l'approssimativa rate metabolica per avere un'idea ca. il funzionamento della tiroide.
    • Con eventuali rappresentazioni grafiche, si può ottenere un'ottima visione del percorso dinamico della circolazione, che si adatta a tutte le vicende della vita (finché riesce)

L'esempio in fondo illustra l'idea.

Valori di referenza

In medicina di solito si usano dei valori di referenza con un ambito di: (valore medio +- 2* deviazione standard) di una popolazione sana. La prevenzione è basata su dei valori mistici e si usano campi più ristretti con il risultato che "con il progresso in medicina nessuno è più sano" (Aldous Huxley ca. 1930).

I vecchi medici usavano un valore "pollice". Vuol dire che è sano chi ha: la diastole non sopra i 100, e la sistole che non supera l' età+100.

I seguenti valori si basano su fonti rinomati (Pschyrembel, WHO), ma non per questo sono al di là di ogni sospetto. Vedi Tabella di referenza, Grafico pressione e Grafico valori metabolici.

Tabella di referenza

La seguente tabella corrisponde di più ai valori ideali sulla prevenzione (³rischi² mitici) che ai valori considerati come ³sano² e ³ammalato² da parte dei medici.

OMS
Età (anni) 10 30 40 60 80
Diastole
mmHg
Inf. 46 57 65 69 69
Ref 60 75 85 90 90 Pschyrembel
Lim. 64 79 90 92 93
Sup. 67 84 95 95 95
Sistole
mmHg
Inf. 79 97 110 123 132
Ref 90 110 125 140 150
Lim. 101 123 140 150 155
Sup. 115 141 160 160 160
Polso ref.
P / min
90 62 70 80 85 Pschyrembel
90 75 75 80 85
Sist. - Diast. = a 30 35 40 50 60
Indice Read MR % 112 99 105 116 125 MR=0.75(P+0.74a)-72

Per chi preferisce le immagini alle tabelle: ecco il grafico per sistole e diastole:

Grafico pressione

... e per polso, differenza sistole/diastole e rate metabolica.

Grafico valori metabolici

Modulo per il rilevamento dei valori cardiovascolari

Modulo pressione

Per semplificare il rilevamento dei dati conviene di servirsi di un modulo ca. come il seguente:

Esempio di interpretazione

Il seguente esempio tratta i valori di una paziente di ca. 50 anni, di costituzione minuta (BMI ca. 19) con una patologia diabetica insulinodipendente e leggermente ipertiroidea. È in terapia da poco tempo per tutti e due i disturbi. Il traguardo era di controllare l'impostazione medicamentosa del funzionamento tiroideo.

Software: Microsoft Office

Rilevando i dati per una settimana come sopra descritto abbiamo ottenuto il seguente risultato:

I valori della sistole e della diastole sono vicini al minimo (da sempre) e non sono preoccupanti. Rispondono bene alle esigenze vitali. La rate metabolica con 105% +- 7% corrisponde all'ideale dell'età: la terapia ipertiroidea è quindi impostata perfettamente.

Problematico è il valore medio della differenza sistole/diastole. Il valore di 34 mmHg è sufficiente ma la diminuzione fino a 20 mmHg (ogni tanto) può portare al crollo circolatorio. Questo è dovuto a una malimpostazione insulinica (dose troppo alta => ipoglicemia). La relativa correzione (a partire dal 25.5.05) migliora subito anche i valori della differenza a un livello ben gestibile.

Redditività preventiva

Si ritiene che l'ipertensione sia un'importante fattore di rischio per ictus cerebrali e infarti cardiaci. Per questo motivo i preventivisti deducono che curare (diminuire) l'ipertensione abbassa quindi il rischio di ictus e infarti. E via alla grande con la terapia. Dopo ca. 20 anni di relative medicazioni, i risultati sono deludenti: si abbassa il rischio annuo di ca. 0.16% (con enormi costi). Pare che queste deduzioni non siano di grande utilità (filosoficamente sono peccati mortali di logica) e che bisognerebbe trovare metodi di prevenzione più efficaci. Ma nulla si muove, forse perché (salvo i fiduciosi pazienti) è tutta la sanitocrazia che ci guadagna.


Commenti


Commento 
Autore 
Enter code 491


© Cc by P. Forster nc-2.5-it for
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on May 04, 2010, at 10:28 AM