Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

PT /

6.1.1 Infezioni genitali e malattie veneree

←720px→


Autore: Peter Forster

Il presente testo è stato revisionato,
illustrato e linkato
da Daniela Rüegg in base
alla dispensa Patologia genitale PT 6.1.

Oltre alle malattie ''veneree" descritte di seguito, diverse altre malattie infettive sono prevalentemente trasmesse sessualmente ma sviluppano i sintomi in altri organi o sistemi, p.es.:

  • Giardiasi (infezione intestinale; diarrea... malassorbimento).
  • Epatite B HBV.
  • Scabbia (scabies) vedi cap. ''sistema tegumentario".

1.  Candidosi

Candidosi it.Wikipedia | Patologia genitale MmP | Candidosi Google |


Candidiasis vaginalis

Candida albicans

Infezione da fungo ''tipo lievito" (candida albicans) del cavo orale, lingua, vulva, vagina e glande; si manifesta specialmente se lo stato del sistema immunitario è debole.

Sintomi: strato biancastro, perdite biancastre femminili (leucorrea), prurito, caduta epidermide/mucosa, emorragie.

Infezione: anche tramite contatto sessuale.

Terapie: vedi capitolo ''malattie infettive; funghi" e → ric. A1) A2)e B).


2.  Tricomoniasi urogenitale

Tricomoniasi it.Wikipedia | Patologia genitale MmP | Tricomoniasi Google |


Trichomoniasis urogenitalis

Tricomoniasi

Infezione protozoica di vagina/uretra/glande/prepuzio.

Sintomi:

  • Maschi: cistite, uretrite, prostatite.
  • Femmine: vaginite con fluor (pus, schiumoso, odore) e prurito.

Terapia: dall'urologo/ginecologo p.es. con Metronidazole complementare come ''candidosi" (l'effetto di questo rimedio usato da solo non è garantito).


3.  Herpes genitale

Herpes simplex it.Wikipedia | Patologia genitale MmP | Herpes genitale Google |


Herpes genitalis

Infezione virale spesso recidiva di vulva, glande, prepuzio riscontrabile specialmente in uno stato debole di difesa immunitaria.

Sintomi: fiacche, prurito / bruciore.

Terapie: vedi cap. ''infezioni virali" e → ric. C1), C2).


4.  Papillomi genitali


Papilloma genitale

displasie della cervice
Infezioni virali con displasie locali di orifizio uterino, vagina, vulva.

Diagnostica: visita ginecologica, PAP-Test.

Terapia:

  • Secondo le raccomandazioni del ginecologo,
  • complementare vedi indicazioni cap. ''infezioni genitali" e
  • la terapia ortomolecolare impiega dosi terapeutiche di vitamine C e complesso B, acido folico, Betacarotene e selenio.

ric. D1..D3) (L'efficacia, senza altri rimedi, non è garantita).


5.  Verruche genitali

(Condylomata acuminata)


Condylomata acuminata

Infezione virale con formazione di neoplasmi di vulva, prepuzio, glande.

Terapia:

  • Trattamento dal ginecologo/urologo anche dei partner sessuali.
  • ''Complementare".

ric. E1),E2) (L'efficacia, senza altri rimedi, non è garantita).


6.  Ulcera venerea

(ulcus molle)


Ulcus molle

Hamophilis ducreyi

Infezione molto contagiosa con batt. Haemophilus ducreyi 90% maschi.

Sintomi: papule sulla pelle dei genitali che possono ulcerare.

Obbligo di denuncia.

Terapia: trattamento dal ginecologo / urologo anche dei partner sessuali.


7.  Gonorrea

Gonorrea it.Wikipedia | Patologia genitale MmP | Gonorrea Google |


Gonorrea

Infezione molto contagiosa con batt. ''Neisseria gonorrheae" dei genitali e delle vie urinarie, possibile propagazione anche alla faringe, all'intestino fino ad avere un' infiammazione pelvica.

Incubazione: ca. 3 giorni.

Infezione: normalmente sessuale, anche tramite oggetti infetti.

Diagnosi: secreto dell'uretra, orifizio uterino.

Divulgazione: mondiale.

Sintomi maschili: bruciore nell'uretra, secrezione acquosa, infiammazione con pus, dopo 2 settimane prostatite.

Sintomi femminili: inizialmente secreti mucosi/pus, poi bruciore uretra, ev. infiammazione delle ghiandole Bartolini, vescica urinaria, utero.


Secreto gonorreico

Complicazioni, se diventa cronica:

  • Monartrite gonorroica.
  • Infiammazioni oculari.
  • Setticemia di gonococchi.
  • Femmine: peritonite.
  • Infiammazione Mm. cardiaci e perineo.

Immunità: nessuna.

Obbligo di denuncia.

Terapia: urologo / ginecologo.


8.  Linfogranuloma inguinale


Granuloma inguinale

Infezione (rara) con Chlamydia trachomatis.

Incubazione: 1 ... 3 settimane.

Infezione: sessuale.

Diagnosi: siero linfatico, noduli.

Divulgazione: mondiale.

Sintomi maschili:

  • Piccoli noduli per 5 ... 10 giorni, spesso inosservati.
  • 2 ... 4 settimane dopo l'infezione, infiammazione e gonfiore poco doloroso dei nodi linfatici regionali (da dimensione pisello fino a prugna), con ev. formazione di fistule.
  • Sintomi generali da irrilevanti fino a stati settici gravi.
  • Normalmente ''autoguarigione" entro 10 mesi.

Sintomi femminili: o come nei maschi o, se sono infettati i nodi linfatici profondi con forti dolori e spesso Complicazioni come elefantiasi, infiammazione e pus anale/genitale.

Terapia: dall'urologo / ginecologo


9.  Sifilide

Sifilide it.Wikipedia | Malattie infettive batteriche MmP | Sifilide Google |


Bact. Treponema pallidum

Infezione cronica con batt. Treponema pallidum.

Incubazione: 1 ... 3 settimane.

Infezione: normalmente sessuale, raramente in micro-ferite.

Diagnosi: test ematico specifico (Wassermann).

Divulgazione: mondiale (ca. 20 milioni di infettati, 1 su 300).


Sifilide I stadio (pene)

Sifilide II stadio (torace)

Evoluzione:

  • I stadio: 1 ... 3 settimane per 2 ... 4 settimane: prima Incubazione: nodulo infiammato non doloroso che si decompone su genitali (raramente altri posti) e persiste ev. per mesi. I germi si divulgano tramite linfa/sangue.
  • II stadio: ... 10 settimane dopo l'infezione per 2 ... 3 anni: incubazione secondaria: gonfiore di noduli linfatici generali, febbre, mal di testa/articolazioni. Eczema ''maculoso" poi papuloso (non prude ma é doloroso alla pressione), ev. placche orali e perdita di capelli irregolare. Si confonde facilmente con malattie dermiche: diagnosi sierologica!

Sifilide III stadio (piedi)
  • III stadio: 3 ... 5 anni. Diventato raro in seguito a trattamento antibiotico in stadio I/II: ''gonfiori granulomatosi" negli organi più diversi, p.es. faccia, cervello, cuore, fegato, rene, muscoli, ossa, aorta ...
  • IV stadio: 10...20 anni: neurosifilide con tabes dorsalis e paralisi progressiva.

Immunità: nessuna.

Obbligo di denuncia.

Terapia: urologo / dermatologo / ginecologo


10.  AIDS

(acquired immune deficiency syndrome) tramite infezione con virus HIV

Aids it.Wikipedia | Patologia genitale MmP | Aids Google |


Aids patient

Deficienza immunitaria, contagio probabilmente virale (HI retroviro) con inclinazione a malattie infettive e tumorali.

Incubazione: 6 mesi ... 3(6) anni.

Infezione: tramite liquidi corporei (il virus non soprovvive all'infuori di questo substrato), spesso attravereso contatti sessuale ma anche tramite iniezioni, trasfusioni, madre/prole (ogni tanto).

Diagnosi: 4 ... 7 settimane dopo l'infezione tramite anticorpi secondari in sangue, eiaculato, saliva, lacrime, linfa.

Divulgazione: mondialmente. A rischio: omosessuali con partner sessuali frequentemente alternanti, drogati, emofili, chi vive in miseria, ma sempre più spesso anche in altre situazioni.

Evoluzione: in 4 stadi

  • I stadio: sintomi simili alla ''febbre di Pfeiffer" (mononucleosi infettuosa) da giorni fino a settimane.
  • II stadio: fase latente da mesi fino ad anni asintomatico ma HIV+.
  • III stadio: pre-AIDS: diminuzione di linfociti T-helper. Gonfiore dei nodi linfatici oltre 3 mesi in almeno 2 parti diverse del corpo (spesso collo/nuca).
  • IV stadio: ca. 50% degli infettati sviluppa i sintomi del IV stadio:
    • Sintomi generali: febbre, sudore notturno, diarrea, perdita di peso, mancanza d'appetito, variazioni dermiche.
    • Sintomi neurologici: funzioni cerebrali variate.
    • Infezioni secondarie: candida, polmonite, tubercolosi, toxoplasmosi, herpers zoster...
    • Neoplasmi maligni: sarcoma di Kaposi, linfoma non-Hodgkin, linfoma del sistema nervoso centrale.

Profilassi: evitare scambio di liquidi corporei con persone infettate, specialmente sangue, sperma. Pratiche sessuali con pochi rischi, preservativi.

Nessun Obbligo di denuncia.

Terapia: in stadio II e III una serie di farmaci riesce a tenere sotto controllo l'infezione per un tempo indeterminato.


11.  Commenti

Commenti redazionali e keywords / description possono essere infilati qui (richiede Password → <Edit Section>)

11.1  Da commentbox

Qui vengono introdotti i commenti scritti nella Commentbox ed ev. altri da altre fonti

Peter04 May 2008, 08:20

Test

clic→ Medicina popolare Domini di MedPop
© Cc by P. Forster & B. Buser nc-3.0-it
Ultima modifica: March 20, 2010, at 10:41 AM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on March 20, 2010, at 10:41 AM