Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

PT /

5.2.1 Bocca - esofago - stomaco

←720px→

.php .html .pdf img

Patologia e Terapie PT MmP

PT CSA MmP 11

Autori: P. Forster & B.Buser


Bocca - Esofago - Stomaco
(immagini: clic per ingrandire)

a cura di Daniela Rüegg
versione precedente:
Malattie del sistema digerente PT 5.2.

Le malattie e le cure fitoterapiche in questo capitolo comprendono: i metodi di visita del tratto gastrointestinale, la cavità boccale, l'esofago e lo stomaco. Sono accennati le caratteristiche delle patologie e dei relativi fitorimedi popolari. →Abbreviazioni in ricette

1.  Visita del tratto gastrointestinale

visita gastroenterologica gastroenterologo.eu

Vengono trattati i seguenti temi:
Visita corporea Visita complementare Visite alternative

1.1  Visita corporea

Vengono trattati i seguenti temi:
Quadranti Palpazione addominale. Segni di Lanz & Rovsing.

Quadranti addominopelvici


Quadranti

Divisione mediana/sagittale ombelicale per descrivere la zona, p.es. dolori ottusi nel quadrante 1.


Palpazione addominale

Paziente sdraiato, disteso,in ambiente con temperatura gradevole. Eseguire dapprima la palpazione dove non accusa dolore: sensibilità, dolore di pressione, tensione di protezione, dolore di rilascio.
Segni per appendicite:


Punto McBurney 1)

  • Punto McBurney pressosensibile.
  • Striscio lungo la curva di Rovsing (contro il colon: dolore nella regione del cieco.
  • Punto di Lanz pressosensibile.
  • Rilascio rapido dopo pressione sul IV quadrante (sinistra inferiore addominale): dolore di riflesso nella regione del cieco → segno di Blumberg.



Segni di Lanz & Rovsing


Punto di Lanz

Segno di Rovsing

Uno striscio nella direzione segnata fa aumentare il dolore.

◦⦆─────⦅◦

1.2  Visita complementare

Gastroscopia it.Wikipedia

Vengono trattati i seguenti temi:
Sonografia. Radiografia. Gastroscopia. Rettoscopia. Analisi funzionali.

Sonografia (Doppler ultrasonografia, Ecografia)


Sonografia

Ecografia di un feto

Ecografia ostetrica

In clinica prediagnosi addominali superiori, dimensione e posizione di organi.


Radiografia

  • Sinottica addominale: (senza sostanze di contrasto) p.es. per diagnosi di ileo perforato.
  • A contrasto: per posizione, dimensione, forma, movimento, rilievo parietale specialmente dello stomaco, duodeno e retto per diagnosi di ulcera, neoplasmi, diverticoli ...


Radiografia a contrasto: Diverticolo Zenker-Schraeg


Gastroscopia


Gastroscopia: ulcera gastrica

Sonda per osservare l'interno dello stomaco, ev. prelievo di campioni tessutali per diagnosi ulcera, neoplasmi ...


Rettoscopia (Colonscopia)


Sonda per osservare l'interno del retto (ev. sigmoide), ev. prelievo di campioni tessutali per diagnosi neoplasmi ...


Momento di asportazione di un piccolo polipo durante una colonscopia. In basso la pinza in direzione del polipo


Analisi funzionali

Diversi test per determinare la produzione del succo gastrico p.es. PENTAGASTRIN s.c. → prelievo succo gastrico a determinati intervalli per diagnostica ipo-/iperproduzione.

1.3  Visite alternative

glossoscopia luciosotte

Vengono trattati i seguenti temi:
Fisiognomia. Lingua. Segno del Mayr.

Fisiognomia


  • Falda nasolabiale marcata: disturbi/debolezza gastrica cronica.
  • Punta del naso:
    • Arrossata: gastrite acuta o cronica da abuso di alcool.
    • Pallida: alcalinità, atonia gastrica, debole circolazione.
    • Carnosa: dilatazione gastrica.



Lingua


  • Patina grigiastra: gastrite o mancante masticazione.
  • Rossore areale sul primo terzo: gastrite.
  • Falde longitudinali sul primo terzo: stomaco "nervoso".
  • Falde trasversali oltre la mediana: ulcera.



Segno del Mayr

"Gobbo" parasternale sinistro: spasmo dei Mm. intercostali regionali per "far posto" allo stomaco indebolito.

2.  Patologia della cavità boccale.

  • La cura della cavità boccale è gestita dai dentisti.
  • Le forme infettive sono spesso correlate ad altre infezioni: faringe, laringe, naso, senoidi.

2.1  Stomatiti

stomatite paginemediche. stomatite it.wikipedia.

Stomatite catarralis

Infiammazione batterica della mucosa boccale accompagnata spesso da:

  • Infezioni in altri luoghi.
  • Paradontosi e gengivite.
  • Cure croniche di cortisone.

Sintomi: gonfiore doloroso della mucosa, lingua coperta, fiato puzzolente.
Cura: risciacqui e gargarismi → ric. D), G), H)


Stomatite aftosa


Stomatite aftosa

Infiammazione della mucosa boccale virale o allergica con focolai che si evolvono in erosioni dolorose.

Cause sconosciute (virale?, allergica?). Si notano correlazioni con infezioni virali nei bambini e intolleranza a determinati cibi (noci, pomodori, spezie ... ), ma anche traumi e correnti galvaniche (amalgami).

Cura: risciacqui e gargarismi → ric. D), G), H)

Stomatite (cheilite) angolare (ragadi)

Fessure negli angoli della bocca che guariscono male.


Stomatite angolare

Cause:

  • Malnutrizione.
  • Disturbi di riassorbimento, spec. Fe, Vit. B12 (intrinsic-factor).
  • Infezioni batteriche (stafilo-/streptococchi).
  • Infezioni virali (herpes).
  • Infezioni micotiche (candida albicans).

Cura: applicare più volte al giorno: 1 goccia di oli eterici melaleuca / lavanda in Ol. Calendula → ric. K)


Stomatite micotica

Infezione della mucosa boccale/linguale con fungo candida albican, ev. si estende fino alla faringe/laringe e esofago.


Stomatite micotica

Cause:

  • Debolezze immunitarie, spec. bimbi deboli e adulti cachettici.
  • Cure di cortisone e antibiotici.
  • Diabetici.

Cure: trattare le cause e fare risciacqui e gargarismi →ric. L).

◦⦆─────⦅◦

2.2  Gengivite, paradontosi

(Paradontopatie) Malattie infiammatorie (gengiviti) e non infiammatorie (paradontosi) dell'apparato di fissazione dentale.

Gengivite it.Wikipedia paradontosi unina2.

Vengono trattati i seguenti temi:
Gengivite. Paradontosi.

Gengivite

Infiammazione dolorosa della gengiva (ev. gengive sanguinanti).


Gengivite

Causa: infezione (spesso secondaria) spec. con batteri o funghi. Spesso precursore di paradontite.

Cure:

  • Dentista o paradontologo.
  • Risciacqui con melaleuca, menta, salvia → ric. C) ed ev. Chlorhexidine-Gluconate (Plak Out, HAWE NEOS DENTAL, Bioggio).
  • Igiene dentale rafforzata secondo le indicazioni del paradontologo, dentista, igienista.



Paradontosi


Parodontite

Malattia degenerativa delle gengive con sensibilità spiccata nello stadio progredito.

Cause: carie sotto le gengive con formazione di "tasche".
Cure:

  • Dentista o paradontologo con ev. risanamento chirurgico.
  • Risciacqui con lavanda, mirra →ric. C), E), F) ed ev. Chlorhexidine-Gluconate (Plak Out, HAWE NEOS DENTAL, Bioggio).
  • Igiene dentale rafforzata secondo le indicazioni del paradontologo, dentista igienista.


◦⦆─────⦅◦

2.3  Ascessi boccali

Ascessi it.Wikipedia lesioni delle mucose orali www.benessere.com


Ascesso dentale

Infezione batterica del tessuto profondo gengivale, mascellare o mandibolare con forti dolori.
Cause: a me non note.
Cure:

  • Dentista per aprire l'ascesso, ev. estrazione del dente (deflusso pus) e medicazione per evitare propagazione.
  • Pronto soccorso: applicare 1 ... 3 gocce di Aeth. Garofano su un bastoncino di ovatta intorno e sulla zona infetta (germicida, anestetico locale) →ric. B).
  • Risciacqui e gargarismi →ric. L). per prevenire le infezioni secondarie.

Complicazioni: focolai di germi incapsulati asintomatici possono diffondersi per via ematica negli organi lontani (p.es. giunture) e creare disturbi diffusi.

◦⦆─────⦅◦

2.4  Mal di denti

Infezione del dente.

mal di denti odontoclinic.


Causa: smalto (o stucco) leso.
Cura: dentista per medicazione / riparazione.
Pronto soccorso:B).

◦⦆─────⦅◦

2.5  Fitoterapia boccale

gargarismi my-personaltrainer.it


Fitorimedi bocca (clic per leggere)

Risciacqui e gargarismi di preparati fitoterapeutici non solo per patologie boccali, ma anche per tonsillite, faringite, laringite e per l'igiene boccale.
Si usano droghe con diverse proprietà, singole o combinate:

  • Mucillaginose
  • Anaflogistiche
  • Adstrigenti
  • Toniche
  • Germicide
  • Anestetiche locali


◦⦆─────⦅◦

2.6  Ricettario cavità boccale

Xerostemia informazionisuifarmaci. Glossite odontoclinic.

Tonsillite


"Garofano" (Syzygium aromaticum)
Rp.A): Tonsillite
Tinct. Arnica 20 microcircolazione
Tinct. Salvia 20 adstringente, mucolaginoso
Aeth. Melaleuca 3 antivirale
Aeth. Lavanda 3 antimicetico, battericide
Aeth. Garofano 4 battericide, analgesico
Aeth. Chamom. matr. gtt. III antiinfiammatorio, granulomatoso
D. S. Risciaqui: una pipetta in poca acqua. adde (aggiungere):
Acqua ossigenata 3% c.t. 1 battericide anerobico
fare gargarismi

D. in nebulizzatore S. Inalazione: spruzzare in bocca inalando (ogni qualche ora).



Tonsillite, ascessi, mal di denti


Salvia
Rp.B): Tonsillite, ascessi peritonsillari, ascessi gengivali
Estr. Salviae fluid.
Estr. Chamomill. fluid. aa 20 oppure
Tinct. Arnicae 40
D.S. 20 ... 30 gtt./bicchiere di acqua calda: gargarismi ogni mezz'ora alternati fino all'apertura dell'ascesso, eventualmente aggiungere 1 c.t. di acqua ossigenata (germi anerobici).



"Chiodo di garofano"

Soccorso! Annunciarsi dal medico o dentista!

Rp.B): Tonsillite, ascessi peritonsillari, ascessi gengivali, mal di denti
Aeth. Garofano 10
D.S. 1 ... 3 gtt. su un bastoncino di ovatta. Pennellare la zona dell'ascesso ogni

2 ... 3 ore.



Gengivite, Parodontosi, Stomatiti, Glossite, Faringite


Citrus limonis

Rp.C): Gengivite (paradontosi)
Aeth. Menthae 0.5
Aeth. Mirra 0.5
Aeth. Limonis 0.5
Aeth. Melaleuca 2
TM Salviae ad 30
D.S. Diluire poche gocce nell'acqua tiepida e risciacquare la bocca 2 ... 3 volte al giorno.



Tormentilla
Rp.D): Stomatite (faringite, gengivite) cronica
TM Tormentillae
TM Arnicae aa 50
D.S. Diluire poche gocce nell'acqua tiepida e risciacquare la bocca 2 ... 3 volte al giorno.



Mirra
Rp.E): Paradontosi
TM Tormentillae
TM Arnicae aa ad 20
Aeth. Mirrae 01
D.S. Qualche gtt. su un bastoncino di ovatta; pennellare il collo dei denti 1 ... 2 volte al giorno.



Cannabis sativa
Rp.E1): Paradontosi
Plak Out (gluconato di cloroexidrina)
(HAWE NEOS DENTAL, CH-6934 Bioggio)
D.S. secondo le indicazioni del foglio illustrativo.

 


Arnica
Rp.F): Paradontosi dolente
TM Tormentilla
TM Arnicae
TM Cannabis aa ad 30
D.S. Pennellare oppure fare risciacqui con 40 gtt./bicchiere di acqua tiepida.



Genziana
Rp.G): Stomatite, glossite atrofica (torpida)
TM Tormentilla
TM Arnicae
TM Gentianae aa ad 30
D.S. 1 c.t./bicchiere d'acqua per i gargarismi/risciacqui più volte al giorno.



Althea
Rp.H): Stomatite acuta, faringite cronica
TM Altheae
TM Camomillae
TM Salviae
TM Malvae aa ad 40
D.S. 1 c.t./bicchiere d'acqua per i risciacqui/gargarismi più volte al giorno.



Xerostomia (sindrome sicca)

Bocca anormalmente secca.
Come soccorso serve lasciar sciogliere un pezzetto di burro in bocca.


Citrus aurantium

Per casi cronici ed estremi può servire la seguente ricetta (prescrizione medica):

Rp.I): Xerostomia (ricetta medica)
Pilocarpin. hydrochloric 0.2
TM Aurantii 20
Acqua dist. ad 100
D.S. Ingerire 3 p.d. 1 c.t. (5 ml).



Stomatiti infettive (Ragadi, micotiche)


Calendula

Rp.K): Stomatite angolare (ragadi)
Aeth. Melaleucae 01
Aeth. Lavendulae 01
Ol. Nigellae 04
Ol. Calendulae ad 10
D.S. Spalmare più volte al giorno una goccia sulle ragadi.



Nigella

Rp.L): Stomatite micotica
Aeth. Melaleucae 05
Aeth. Lavendulae 05
TM Salviae ad 50
D.S. 1 c.t./bicchiere d'acqua per i risciacqui/gargarismi più volte al giorno.


3.  Patologia dell'esofago

Esofago it.Wikipedia

Sintomi che fanno pensare a dei disturbi esofagei come:

  • Pressione / dolore dietro lo sterno.
  • Disturbi di deglutazione e di trasporto del bolo.
  • Bruciore nell'esofago.

Sono cautamente da chiarire (anche dal medico) per escludere malattie gravi.


3.1  Bruciore nell'esofago

reflusso gastroesofageo www.farmacoecura.it

Sintomo per vari disturbi: dolore bruciante che partendo dallo stomaco sale lungo l'esofago.


Ulcera gastrica

Possibili cause da chiarire:

  • Iper- o ipoacidità gastrica.
  • Esofagite.
  • Ernia iatale.
  • Ulcera gastrica o duodenale.
  • Stenosi pilorica.
  • Spostamento dello stomaco (gravidanza, adipositas).
  • Malattia della cistifellea.

Terapia secondo la causa.

◦⦆─────⦅◦

3.2  Singulto

Singhiozzo it.Wikipedia


Calcoli colecisti

Sintomo per un disturbo nervoso: il nervo frenico crea una contrazione ritmica del diaframma (normalmente) e se non è regolare, è innocuo. Se frequente: raramente cause organiche come:

  • Colecistite.
  • Tumori.
  • Infiammazioni pettorali come mediastinite, pericardite ...

Terapia: se frequente, chiarire e curare secondo la causa.

◦⦆─────⦅◦

3.3  Esofagite

Infiammazione dell'esofago.

Esofagite it.Wikipedia Esofagite da reflusso saninforma.

Vengono trattati i seguenti temi:
Esofagite acuta. Esofagite cronica Esofagite da reflusso

Esofagite acuta

Se non è un evento accidentale: consultare il medico.

Misure d'emergenza in seguito all'ingerimento accidentale di acidi o caustici: neutralizzazione (solo se esiste la certezza che si tratta di acidi o caustici):

  • In caso di acidi: soluzione di bicarbonato di sodio.
  • In caso di caustici: aceto diluito.
    • Se c' incertezza: qualche sorso di acqua per diluire.
  • Non provocare rigetto, perchè causa ulteriore lesione dell'esofago.
  • Immediato: Centro tossicologico Svizzero tel. 145 (dall'estero: +41 44 251 51 51).


Esofagite cronica

Lesione duratura dell'esofago per via del consumo p.es. di superalcolici, tabacco ...
Terapia: sopprimere la causa, vedi anche esofagite da reflusso.

Esofagite di reflusso

Riflusso del contenuto gastrico nell'esofago.
Sintomi: bruciore e dolore nell' inghiottire.
Cause: ernia iatale o chiusura incompleta dell'entrata gastrica, peggioramento per tosse, starnuto, cibi grassi, nicotina.
Terapia (palliativa):

  • Piccoli pasti più frequenti.
  • Pochi alimentari "acidogeni": caffè, alcol, dolciumi.
  • La nicotina indebolisce il muscolo sfintere.
  • Regolazione della digestione.

In casi gravi, operazione: il chirurgo forma un nuovo sfintere esofageo.

Per aiutare a guarire l'infiammazione cronica dell'esofago ed evitare mutazioni del tessuto coinvolto si è dimostrata utile la seguente ricetta (non molto ortodossa, ma efficace):


Esofagite di reflusso
Rp.: Esofagite cronica di reflusso
oleum Nigellae 30 (antistaminico)
Tinct. Chamomillae (antinfiammatorio)
Tinct. Belladonnae (spasmolitico)
Tinct. Altheae (mucillaginoso)
Lecitina aa ad 50 (emulgatore)
f. emulsione D.S. Scuotere bene prima dell'uso! Ingerire più volte al giorno 15 gocce in porzioni di 3 gocce in intervalli di 1 ... 2 minuti ("lubrifica" la mucose dell'esofago con le sostanze attive).


◦⦆─────⦅◦

3.4  Acalasia

(spasmo esofagale)

Acalasia inzona. Acalasia it.wikipedia

Disturbo di svuotamento dell'esofago, chiusura spastica dell'esofago inferiore o spasmo dello sfintere esofagale; sopra lo sfintere, l'esofago si dilata "a sacca".

Causa: sconosciuta, sospetto di un disturbo dell'innervazione.
Sintomi: deglutizione dolorosa, dolori/pressione dietro lo sterno.
Complicazioni: "polmonite di deglutazione" per via del reflusso nei bronchi.
Terapia: aprire forzatamente l'esofago con una sonda "a pallone"; in caso di recidive, operazione. A volte aiutano spasmolitici per la muscolatura liscia ad applicazione locale come Belladonna e Dioscoride (ricetta seguente).

Acalasia
Rp.: Acalasia
Oleum Sem. Nigellae 30 (antiistaminico)
Tinct. Dioscorides 5 (spasmolitico)
Tinct. Belladonnae 10 (spasmolitico)
Lecitina 5 (emulgatore)
f. emulsione D.S. Scuotere bene prima dell'uso! Ingerire più volte al giorno 15 gocce.


◦⦆─────⦅◦

3.5  Diverticoli esofagei

"Sacculi" nell'esofago.

Diverticoli esofagei it.Wikipedia


Diverticolo esofageo

Cause: innata debolezza della muscolatura parietale o indebolimento della parete dopo infiammazioni (p.es. nodi linfatici tubercolotici cicatrizzati).
Sintomi: pressione/dolore dietro lo sterno; diverticoli: rigetto di cibi non digeriti.
Terapia: se forti disturbi: ectomia chirurgica.

Trattandosi di una debolezza del tessuto connettivo si tenta spesso di migliorare le condizioni sistemiche di quest'ultimo con dosi terapeutiche di vitamina C e E, B1, Cisteina, silicati come contenuti p.es.in paglia di avena e con un'alimentazione ricca di fibre, pectine, ...

◦⦆─────⦅◦

3.6  Varici esofagee

Varici delle vene dell'esofago.


Varici esofagee

Causa: ipertonia della vena porta (es. cirrosi epatica). Rischio di perforazione (può essere letale). In tal caso, pronto soccorso clinico.

Terapia: secondo la causa (fegato).

◦⦆─────⦅◦

3.7  Carcinoma dell'esofago

8 ... 10% dei carcinomi, più frequente nei maschi, spesso maligni.


Carcinoma dell'esofago

Cause ignote, si sospetta un'irritazione cronica causata da alcolismo, cibi molto speziati e mangiati troppo caldi, fumo specialmente di sigari e pipa.

Sintomi: pressione/dolore dietro lo sterno, disturbi di deglutazione prima di cibi solidi, poi anche di liquidi. Si vomitano i cibi con del sangue.

◦⦆─────⦅◦

3.8  Ernia iatale

Per lesione del diaframma si sposta una parte dello stomaco nel torace. Più frequente in persone anziane.

Ernia iatale it.Wikipedia Ernia iatale my-personaltrainer.


Ernia iatale

Sintomi: la maggior parte delle persone affette non accusa sintomi. Se mai possono apparire:

  • Pressione/dolore dietro lo sterno.
  • Bruciore/rutti.
  • Leggere perdite di sangue con anemia di ferro.

Terapie: grosse ernie con rischio di incastro sono da operare. Negli altri casi aiuta:

  • Pasti piccoli e frequenti.
  • Ridurre l'obesità.
  • Correggere la costipazione (pressione intraddominale).
  • Ev. terapia di ferro.

Se irritazione / infiammazione esofagale; vedi relativo capitolo "esofagite di riflusso".

4.  Patologia dello stomaco

4.1  Stomaco irritabile

Helicobacter pylori it.Wikipedia

Disturbo funzionale senza disordine organico dimostrabile. Viene diagnosticato dal medico dopo l'esclusione di:

  • Infezioni tipo Helicobacter piloris.
  • Gastrite.
  • Ulcera.
  • Carcinomi.

Per diagnosi differenziale.


Helicobacter pylori

Cause:

  • Reflusso della bile nello stomaco oppure
  • reflusso dei succhi gastrici nell'esofago,
  • spasmi gastrici e
  • infezione con Helicobacter pylori.

Disposizione e fattori psichici causano scatto o amplificazione della malattia.
Sintomi:

  • Acidità nell'esofago.
  • Pressione e impressione di stomaco pieno.
  • Dolore gastrico.
  • Intolleranza per determinati alimenti come alcol, caffè, grassi caldi, dolciumi.

Terapia:

  • Dieta e accompagnamento psichico per chiarire con il cliente l'interdipendenza con dei fattori di stress.
  • Nella dieta sono da limitare gli alimenti acidi (alcol, caffè, dolciumi, vino bianco, ... ).
  • Invece di pochi pasti copiosi, fare piccoli pasti frequenti.
  • L'applicazione di calore è spesso piacevole.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Rimedi aspecifici. Antiacidi. Amari. Mucillaginosi e carminativi.

Rimedi aspecifici

Sono consigliabili delle tisane singole o composte da:


Rosmarino
  • Camomilla: spasomolitica e antinfiammatoria.
  • Menta: anestetizzante, antiemetica, antiputrefazione.
  • Melissa: nervinocalmante, spasmolitica.
  • Calmus: per stimolare l'appetito e ridurre l'eccessiva produzione biliare.
  • Rosmarino: per stimolare la produzione biliare dopo pasti grassi.
  • In caso di crampi gastrici, aiuta l'aggiunta di 6 ... 8 gocce di Tinct. Belladonna fino a 5 volte al giorno.



Antiacidi

Molti pazienti fanno abuso di antiacidi alimentari e farmaceutici senza rendersi conto dei seguenti meccanismi:

  • Una certa acidità gastrica è necessaria come disinfettante per i cibi crudi come l'insalata, la frutta e verdura non cotta; l'organismo li produce in misura dei cibi crudi ingeriti.
  • Cibi prevalentemente alcalinici come latte, purea di patate, polenta, riso in bianco e in genere cibi scialbi e non speziati creano un ambiente gastrico basico, il che richiama una esagerata produzione di acido cloridrico.
  • Viene "combattuto" dal paziente con antiacidi farmaceutici (RENNIE, bicarbonato, ... ) che aiuta per poco tempo, ma induce nuova produzione di acidi gastrici e il circolo vizioso è completo.


Amari


Zenzero

Sarebbe molto più sensato l'uso di amari per stimolare la produzione degli altri succhi gastrici, del pancreas e della bile per garantire un deflusso scorrevole, tamponamento ed elaborazione del contenuto gastrico nel duodeno. Secondo il caso, come farmaci fitoterapeutici si usano prevalentemente:

  • Amaro tonico come Centaurium, Gentiana, Menyanthes trifoliata, Absinthi, Artemisia.
  • Amaro aromatico come Calamus, Angelica, Carduus benedictus.
  • Amaro acria come lo Zenzero per stati subacidi.

Ma fanno parte di questi rimedi anche l'espresso (senza latte, crema), il tè nero, il rosmarino per chiamare la bile in presenza di cibi grassi e così via.


Mucillaginosi e carminativi

Spesso in queste patologie si ricorre anche a mucillaginosi come Lichen islandica, Althea, Usnea, olio di oliva o olio di iperico e a carminativi come Anice, Cumino, Cardamomo, Finocchio.

◦⦆─────⦅◦

4.2  Gastrite

Gastrite it.Wikipedia Terapie devianti e di smaltimento MmP Gastriti spazioinwind.

Vengono trattati i seguenti temi:
Gastrite acuta. Gastrite cronica.

Gastrite acuta

Infiammazione della mucosa gastrica con eventuali erosioni e ipersecrezione dei succhi gastrici.


Gastrite acuta
  • Cause: sostanze danneggianti (alcol o medicamenti antinfiammatori) oppure disturbo che accompagna le malattie infettive.
  • Sintomi: dolori ottusi gastrici che aumentano mangiando. Nausea, vomito e mancanza di appetito, eventualmente febbre. Le erosioni possono causare (gravi) emazie.
  • Terapia: digiuno per uno o due giorni conmolte tisane "scialbe", poi alimenti "leggeri".

Antiematico: Ipecacuana D6 (3CH) e/o menta.
Protettivo: 1 c.t. di olio di iperico la mattina a digiuno.
Spasmolitico, antinfiammatorio: infusione di camomilla → ric. A), B), C). Vedi anche capitolo "stomaco irritabile".


Gastrite cronica


Gastrite cronica

"Superficiale" e atrofica (con coinvolgimento delle ghiandole gastriche) fino a erosioni e ulcerazioni. Disturbo molto diffuso oltre i 50 anni.
Può svilupparsi, se trascurata, in forma acuta.
è causata anche da: cibi troppo freddi o caldi, insufficiente masticazione, medicamenti e presenza di Helicobacter pilori.

  • Sintomi: non uniformi, anche senza sintomi. Spesso impressione di pressione/pienezza dopo un pasto, intolleranza a cibi difficili a digerire
  • Terapia: frequenti piccoli pasti, buona masticazione (la saliva è un buon antiacido), infusioni di finocchio, calmus, melissa, menta, chiarire presenza di helicobacter ed ev. curarlo (con antibiotici dal medico) →ric. D1) ... G). Vedi anche capitolo "stomaco irritabile".


◦⦆─────⦅◦

4.3  Ulcera gastrica / duodenale

(ventricolo/duodeno): lesione del tessuto mucoso fino allo strato muscolare.

Ulcera gastrica it.Wikipedia Ulcera peptica saninforma.


Ulcera gastrica

Spesso sono colpiti:

  • Persone con un sistema neurovegetativo labile, bradicardia, mani umide/fredde, dermografismo.
  • Spesso persone alte, magre e con falda nasolabiale accentuata.
  • Persone stressate, emotive e psichicamente sovraccariche.
  • Persone infette da Helicocobacter pyloris

L'ulcus ventriculi è più raro con dolore piuttosto a sin. della mediana, l'ulcus duodeni piuttosto dx. della mediana.

Cause

  • Troppa acidità: erosione causata dall'acido gastrico.
  • Troppo poco acido (atonico): erosione causata dal cibo stagnante.
  • Mancanza di fattori protettivi (muco).
  • Scarsa neutralizzazione degli acidi nel duodeno (pancreas).
  • Spesso è la conseguenza di stomaco irritabile abituale o gastrite cronica.

Sintomi
Dolore localizzato nell'area erosa, spesso accompagnato da rutti, pressione/pienezza, nausea, impulso di vomito, intolleranza a cibi acidogeni (caffè, alcol, dolciumi, cibi tostati).
Dolori: immediati (dopo pasto), tardivi (3 ore dopo il pasto) a digiuno (notturni).

Complicazioni

  • Emazie: vomito con sangue, feci a "catrame".
  • Penetrazione dell'ulcera nello strato muscolare.
  • Perforazione nella cavità addominale: dolore atroce nell'alto ventre con indurimento, choc. Pericolo letale! Non muovere, immediato ricovero in clinica.
  • Formazione di carcinoma (quasi mai duodenale).

 
Terapia


Cumino dei prati (Carum carvi)

Controllo infezione, dieta, cura antistress, normalizzazione del funzionamento gastrico.

  • Cura "antistress": riconoscere i fattori stressanti con il tentativo di limitarli, diminuire le aspettative, aumentare elementi motivanti, piacevoli ...
  • Nutrizione, diete: regole generali e raccomandazioni dietetiche vedi allegato esempio "piano curativo ulcera" (secondo Dr. Aschner).
  • Normalizzazione delle funzioni gastriche a dipendenza se si tratta di uno stomaco atonico (iposecrezione) o ipersecretivo / nervoso / irritabile / spastico → ric. H)ric L).
    • Atonico: amara, tonici, spezie → ric. E)G).
    • Ipersecretivo: camomilla, mucillagginosi (althea, malva ... ) → ric. H).
    • Nervoso, irritabile: melissa, scutellaria, avena → G).
    • Spastico: belladonna, succo/acqua di patate →ric. I).

In ogni caso servono mucillaginosi e carminativi.

  • Mucillaginosi: semen lini, oleum hypericis, altheae, lichene islandico, malva → ric L).
  • Carminativi: cumino, finocchio, anice, cardamomo.

Nel trattamento dell'ulcera gastrica è importante garantire un sufficiente approvvigionamento di vitamine A, E e C e di zinco e rame. Vedi ricetta → ric.M).

Gastroscopia dell'ulcera
Le ulcere vengono diagnosticate dal medico specializzato tramite gastroscopia:

◦⦆─────⦅◦

4.4  Carcinoma gastrico

Sono inclini pazienti con gastrite cronica atrofica.

carcinoma gastrico it.wikipedia polipi intestinali my-personaltrainer.


Carcinoma gastrico

Sintomi: inizialmente spesso non manifesti o disturbi non specifici dell'alto ventre: pressione, dolore, "pienezza". Più tardi si nota un aumento di questi sintomi, mancanza di appetito e rifiuto di determinati cibi.

tipo I: poliposi. Poi perdita di peso, nodi linfatici gonfi e sangue nelle feci.
tipo II: ulcerante: Terapie: operazione prima della formazione di metastasi con buona prognosi.
tipo III: ulcerante infiltrante
tipo IV: infiltrante

◦⦆─────⦅◦

4.5  Ricettario disturbi gastrici

Achilia inerboristeria.com



Gastrite acuta

Secondo la patologia individuale i singoli ingredienti delle seguenti ricette sono facilmente combinabili (verificare se si tratta prevalentemente di sbornie, cene "di mazza" smisurate o sigari troppo forti).


Tè nero
Rp.A): Astringente, antiacido
Fol. Thea nigri
Hb. Centaurii
Hb. Absinthii aa ad 50
m.f. specie D.S. 2 ct./tazza più volte al giorno preferibilmente senza addolcire.



Centaurium
Rp.B): Calmante, spasmolitico, anestetico
Hb. Menthae pip. 50
D.S. 2/ct./tazza più volte al giorno.



Absinthium
Rp.C): Antinfiammatorio, antiacido
Fl. Chamomillae 50
D.S. 2 ct./tazza più volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti.



Rosmarino
Rp.C1: "Digestivo dei grassi"
Aeth. Rosmarini 10
D.S. 1 goccia sulla lingua.



Gastrite cronica, atonia, achilia, anoressia, inappetenza

Sono riportate tre ricette "tipo". Secondo la patologia individuale i singoli ingredienti sono facilmente combinabili.


Calamus
Rp.D1): Gastrite cronica, achilia, atonia, anoressia infantile
Tinct Centaurii
Tinct Trifolii fibrini
Tinct Calami aa 30
D.S. 1 ... 2 ml 1/2 ora prima di ogni pasto in un po' d'acqua tiepida.



Strychnus
Rp.D2): Atonia spastica
Tinct Belladonnae 05
Tinct Aurantii 20
Tinct Strychni ad 30
D.S. Ingerire 3 p.d. 20 gtt. 1/4 ora prima del pasto in un po' d'acqua.



Trifolium fibrini
Rp.D3): Inappetenza, anoressia
Tinct. Cannabis
D.S. Ingerire prima dei pasti 2 ml in un po' d'acqua.



Dispepsia incline a coliche / meteorismo

Meteorismo it.Wikipedia Dispepsia it.Wikipedia Colica addominale it.Wikipedia

Secondo la patologia individuale, i singoli ingredienti delle seguenti ricette sono facilmente combinabili:


Anice
Rp.E): Dispepsia prevalentemente gastrointestinale (achilia)
Tinct. Menthae pip.
Tinct. Anisi
Tinct. Calami aa ad 30
D.S. 1 ... 2 ml 1/2 ora prima di ogni pasto in un po' d'acqua tiepida.



Carduus
benedicti
Rp.F): Dispepsia prevalentemente cole-pancreatica
Tinct. Cardui benedicti
Tinct. Absinthii
Tinct. Melissae aa ad 30
D.S. 1 ... 2 ml 1/2 ora prima di ogni pasto in un po' d'acqua tiepida.



Infezioni da elicobattero

Zenzero it.Wikipedia Canditura it.Wikipedia


Zingiber officinalis

Helicobacter pylori

La morbidità del Helicobacter pylori corrisponde epidemiologicamente ca. alla percentuale di anni di vita: il 60% dei sessantenni sono infettati. Per fortuna, questa infezione crea raramente dei disturbi (e non va quindi curata) e se li crea, non si sa bene perchè. Questi disturbi si possono evolvere in ulcere gastriche e duodenali.
La medicina ufficiale combatte l'infezione (in caso di necessità) con una combinazione di antibiotici, ma le recidive sono frequenti.
Il regolare consumo di zenzero poco prima dei pasti per qualche settimana cura l'infezione. Il dosaggio è di ca. 1 gr di Extr.sicc. al giorno oppure l'equivalente in bulbo fresco (7gr) o candito (5gr). è altrettanto efficace l' Aeth. Zingiberis 5 x dì 1 gtt. sulla lingua prima di un pasto.

Lo zenzero è: antiemetico, anaflogistico,carminativo, battericida (helicobacter)


Gastropatia cronica

(gastrite secondaria di ulcera, colecistopatia)


Foeniculus
Rp.G): Gastropatia cronica (gastrite secondaria di ulcera, colecistopatia)
Tinct. Foeniculi
Tinct. Menthae pip.
Tinct. Melissae
Tinct. Calami aa 40
D.S. Ingerire 1 ... 2 ml 3 volte al giorno in acqua tiepida.




Ulcera gastrica/duodenale

Se si sopporta è consigliato il regolare consumo di zenzero (Zingiber off.) con i pasti, per tenere a bada un'ev. infezione da elicobacter pylori (che è spesso una causa di ulcere gastriche).


Kamillosan

Secondo la patologia individuale i singoli ingredienti delle seguenti ricette sono facilmente combinabili:

Rp.H): Cura base
Extract. chamom. fluid. (Kamillosan) 100
D.S. 30 gtt. in un bicchiere d'acqua. Ingerire 1/2 ora prima dei pasti.

Sdraiarsi qualche minuto sulla schiena, sul fianco dx., sul fianco sin. e sul ventre (cura a rotolamento).



Belladonna

Rp.I): Spasmi gastrici
Tinct. Belladonnae 20
D.S. In caso di spasmi ingerire 8! gtt. in un po' d'acqua tiepida (ev. aggiungere alla tisana) non più di 5 volte al giorno.



Frangula

Rp.K): Con costipazione
Tinct. Carvi 05
Tinct. Chamomillae
Prep Frangulae aa ad 30
D.S. Ingerire 2 ml in acqua tiepida alla sera prima di dormire.



Hypericum

Rp.L): Mucillaginoso/nervinocalmante
Oleum Hypericum 50
D.S. Ingerire 1 c.t. la mattina a stomaco vuoto.


M) Terapia ortomolecolare per l'ulcera

Rp.: Terapia ortomolecolare per l'ulcera
Vitamina A 50'000 U.I. solo sotto controllo medico per 1 ... 2 mesi poi abbassare le dosi: protegge la mucosa gastrica e promuove la guarigione.
oppure: Betacarotene 15 mg che ha effetti simili alla vitamina A,ma non si accumula
Vitamina E 400 ... 800 mg protegge dall'ulcera e promuove la guarigione.
Vitamina C 1 ... 2 gr Non come acido ascorbinico, ma nella forma di ascorbato di sodio o di calcio, ripartito sui cibi giornalieri: mancanza promuove il rischio di ulcera, somministrazione promuove la guarigione.
Zn (forma organica) 50 ... 100 mg promuove la guarigione dell'ulcera specie se somministrato assieme con
Cu (forma organica) 2 mg come "antinfiammatorio".


◦⦆─────⦅◦

4.6  Piano curativo gastrico

Il medico Viennese Dr. Bernhard ASCHNER nella sua opera "Konstitutionstherapie" (HAUG) ha descritto il trattamento dei suoi pazienti con disturbi gastrointestinali in modo poco ortodosso.
Esempio:
Di seguito, mi permetto di riportare la sintesi di un suo piano curativo per "pazienti distonici/dispeptici", la cui applicazione effettuata per qualche mese, ha migliorato notevolmente la situazione di diversi miei pazienti:


Piano curativo ulcera gastrica

5.  Annesso

5.1  Commenti

alla pagina PT / 5.2.1 Bocca - esofago - stomaco. Se la casella per aggiungere dei commenti non è visibile: cliccare sul titolo

Commento 
Autore 
Enter code 930

clic→ Medicina popolare Domini di MedPop
Cc by P. Forster & B. Buser nc-3.0-it
Ultima modifica: April 08, 2016, at 03:14 PM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on April 08, 2016, at 03:14 PM