Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

PT /

4.3 Malattie vascolari

←720px→

Peter Forster & Bianca Buser

Cura, illustrazioni, collegamenti:
Daniela Rüegg

1.  Metodi di visita corporei

1.1  Ispezione

  • Pallore (anche punta del naso e fronte) ma labbra e mucose rosse: tendenzialmente pressione bassa.
  • Anche mucose pallide: anemico.
  • Pelle pallida: circolazione periferica impedita oppure insufficienza renale.
  • Viso rosso: pressione alta, poliglobulia, policitemia.

◦⦆─────⦅◦

1.2  Anamnesi

Per chiarire eventuali disturbi circolatori chiedere se si é soggetti a:

  • Affaticamento somatico/psichico.
  • Svenimenti dopo lunghi periodi in posizione eretta.
  • Mania di movimenti.
  • Disturbi del sonno, attacchi di sudore, tinnito.

1.3  Visita corporea

Palpazione del polso

Polso arterioso it.Wikipedia polso arterioso medicinasalute.com palpazione del polso professioneoss.it palpazione del polso nesinicola.it

La palpazione del polso chiarisce:

  • Frequenza cardiaca.
  • Vigore (forza) cardiaca.
  • Impedimenti di passaggio (confronto dx./sin.).

 

La frequenza del polso di solito si palpa con 2 o 3 dita sulla A. radialis. Si conta per 1/2 minuto (osservando ev. aritmie come extrasistole) e si raddoppia il conteggio per arrivare alla frequenza di un minuto. In caso di sospetti disturbi circolatori si palpano le differenze laterali di:
  • A radialis
  • ev. A. dorsalis pedis
  • A. carotis
  • A. tibialis posterior
  • A. femoralis


Da notare che solo una diminuzione dell'arteria oltre il 70% è palpabile come differenza dx./sin.

Palpazione A. carotis
 

Palpazione aorta
 

Palpazione A. radialis
 

Palpazione
A. dorsalis pedis

Palpazione A. femoralis
 

Palpazione
A. tibialis posterior


Sospetti in palpazione arteriale

  • A. carotide "batte": insufficienza aortica, stenosi dell'istmo aortico, ipertiroidosi.
  • Differenza laterale carotidi: stenosi di carotide che può causare ischemia cerebrale.
  • Differenza laterale radiali: aterosclerosi o trombi p.es. proveniente da policitemia.
  • Mancanti polsi radiali: shock.
  • Differenza polsi femorali: chiusure ateriosclerotiche.
  • Polsi femorali deboli: ateriosclerosi o insufficiente gettata cardiaca p.es. stenosi valvola aortica, stenosi dell'istmo aortico.

Misurazione della pressione

Pressione arteriosa sistemica it.Wikipedia misurazione della pressione arteriosa saninforma.it Come misurare la pressionebuonaidea.it Sfigmomanometriamber-ambre-inclusions.info

Misurazione secondo Riva-Rocci

  • Fascia posizionata a ca. 3 cm sopra la falda del gomito interno (spesso sin.).
  • Tubo manometro sopra l'arteria succlavia.
  • Campana stetoscopio sull'arteria (spesso sotto la fascia).
  • Gonfiare la fascia fino ad un valore sufficientemente alto tanto da non sentire più il polso.
  • Sgonfiare la fascia lentamente fino a quando si sente il polso, leggere manometro (valore sistolico).
  • Sgonfiare fino a quando sparisce di nuovo (valore diastolico).

Valori di referenza per la pressione a riposo

Secondo i vecchi medici, il valore della sistole non doveva superare l'età + 100; la diastole non sorpassare 100 e il polso a riposo non sorpassare il 100 (tachicardia). L'organizzazione mondiale per la salute (WHO World Health Organization) e "il Pschyrembel" (la più rinomata enciclopedia medica tedesca) danno dei valori un po' differenti.

Indicazioni "Pschyrembel"


Valori medi "normali" di persone sane a riposo

secondo
Pschyrembel
sistole
S mmHg
diastole
D mmHg
polso
P min-1 ±10%
rate metab.
MR % ±5%
età ±5% ±5% m f m f
neonato ca. 140 60…80
allattato ca. 120 80…90
…10 90 60
10…30 110 75 62…70 75 -6% +4%
30…40 125 85 62…70 75 0% +6%
40…60 140 90 62…70 75 +8% +12%
60... 150 90 80…85 80…85 +23% +23%


 
Indicazioni OMS → Organizzazione mondiale per la salute

Valori limiti mmHg

secondo OMS: sistole diastole
normale 100...140 60...90
limite ... 160 ... 95
alta > 160 > 95
  • Ipertensione mite
95 ... 104
  • Ipertensione media
105 ... 114
  • Ipertensione grave
>115



Per evidenti motivi fisiologici, la pressione e il polso a riposo e a digiuno variano molto rispetto ai valori sotto carica e in fase digestiva. È molto aleatorio basarsi su uno o pochi valori misurati.
Inoltre, per capire il modo di reazione cardiovascolare, sono significative le misurazione aleatoria/e l'elaborazione statistica.

Auscultazione delle arterie

Auscultazione msd-italia.it Test di Schellong it.Wikipedia Prova di Ratschow sportmotion.it


Zone di auscultazione arteriale
  • Se l'arteria è sana, attraverso lo stetoscopio non sono recepibili rumori.
  • Se le pareti sono alterate o il vaso è ristretto si possono sentire dei rumori a causa di vortici (sintomo di preavviso).
  • Se nel tempo (settimane, mesi) diminuisce il rumore → il vaso si sta per chiudere.
  • Auscultazione delle Aa.carotidi e delle Aa.femorali ed ev. delle Aa.ascellari.



Esami funzionali

Sono trattati i seguenti argomenti:

Esame di Schellong

Per valutare disturbi di circolazione, specialmente ipotensione:

  1. Sdraiati per 10 min., misurazione pressione
  2. 10 min. eretti, misurazione pressione:
    • Normale: sistole aumenta max. 15 mm, polso leggermente aumentato.
    • Disturbo regolatorio ipotonico: sistole diminuisce; diastole ↔.
  3. Salire le scale 2 volte 25 gradini, misurazione pressione.
    • Normale: sistole aumenta 30...80 mm, diastole ↔,

polso aument. 20...30 min-1 ma non > 100 min-!
Dopo circa 2 min. valori normalizzati.

Esame di Ratschow


Esame di Ratschow

Esame di ipercircolazione reattiva per scoprire disturbi di circolazione arteriale:

  1. Paziente sdraiato sulla schiena, gambe in alto, coscie sostenute.
  2. Ruotare i piedi per 10 min. Osservare e annotare:
    • se e quando cominciano a dolere;
    • se e quando impallidisce la gamba.
  3. Sedersi con le gambe pendenti, osservare l'arrossamento e il riempimento delle vene:
    • Normale: arrossamento in pochi secondi, vene 5..10 secondi.
    • Disturbo: arrossamento lento, vene dopo 15 secondi.

Più l'arrossamento è rallentato, più il ristagno è periferico.

  • Arterie del bacino: 15..20 secondi.
  • Arterie femorali: 20...30 secondi.
  • Arterie della gamba: 30...60 secondi.
  • Arrossamento scuro: le vene si riempiono prima delle arterie per via di un shunt arteriovenoso o di un'insufficienza della valvola venosa.

Esame di deambulazione


claudicatio intermittens

Misurare la distanza percorribile senza dolore per determinare il grado di claudicatio intermittens.

Esempio: un percorso a passo normale senza dolori inferiore a 10 minuti richiede degli interventi medici.

Esame del pugno

Come Ratschow, ma con le braccia alzate e chiudere/aprire il pugno 60 volte in 2 minuti.
Disturbo: palmo delle mani pallido , reazione di riarrossamento/vene come nel morbo di Ratschow.


Esami clinici strumentali

Sono trattati i seguenti argomenti:
Ultrasuono/Doppler Radiografia Angiografia Oscillografia


Ultrasuono/Doppler

Effetto Doppler it.Wikipedia Eco doppler terzaeta.com Doppler sapere.it

Specialmente per scoprire impedimenti di vene profonde (velocità del flusso).

Radiografia

Radiografia it.Wikipedia

Calcificazione dei vasi.

Angiografia

Angiografia it.Wikipedia Angiografia terzaeta.com Angiografia my-personaltrainer.it

Iniezione di una sostanza di contrasto nella A. femoralis; radiografia di arterie, vene, vasi linfatici. Scopribili anche i circuiti di deviazione. Cave! Allergie alla sostanza di contrasto.

Oscillografia

Oscillografia books.google Oscillografia salute.leiweb.it

Registrazione automatica delle oscillazioni di pressione arteriosa dx./sin. per scoprire anche deboli stenosi.

Esami alternativi

  • Diagnostica segmentale secondo Head e Mackenzie: ispezione del segmento cardiaco (3a cervicale...8a toracale): tensione muscolare, gonfiore, depressione o altre variazioni?
  • Agopuntura: punto d'allarme della circolazione: 1.5cm laterale capezzolo 4° spazio intercostale dolore di pressione: infiammazioni toracali, ipertonia, tachicardia e angina pectoris.

2.  Disturbi di regolazione circolatoria

2.1  Ipotensione

Ipotensione cardiologiapertutti.org Ipotensione arteriosa MmP Ipotensione CSA

Valore di pressione cronicamente basso.
Uomo: sistole < 110 diastole < 60
Donna: sistole < 100 diastole < 60
Nell'esame di Schellong abbassamento sistole e aumento del polso sopra i 100 min-.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Cause Sintomi Terapie Prognosi


Cause

  • Raramente disturbo ormonale (ipofisi → Mb. di Simmonds o surrenali → Mb. di Addison).
    • Idiopatiche (sconosciute) innate o costituzionali.
    • Più marcate in situazioni critiche somatiche o psichiche.
    • Più frequenti nelle giovani donne che negli uomini in età avanzata.


Sintomi
Stanchezza, specialmente dopo essersi alzato, vertigini, tendenza a svenire dopo essersi eretti, anche disturbi della vista, battito di cuore e attacchi di sudore.

 

Terapie


Kneipp terapia

Solo in caso di sintomi che creano disturbo:

  • Esercizi fisici, cominciando lentamente.
  • Alternati getti d'acqua secondo Kneipp e docce calde/fredde.
  • Spazzolamento mattutino a secco.
  • Ev. medicamenti:
    • Nervinotonici come avena, cola, scutellaria.
    • Amari come assenzio, genziana.
    • "Cardiotonici" come crataegus, scoparia, convallaria.
    • Tonici come ginseng.

Secondo la sintomatologia → ric. A), B).

  • Aromaterapia e dieta speziata con rosmarino, menta, pepe, peperoncino, issopo e salvia (cave! epilessia).


Prognosi
Spesso i soggetti colpiti invecchiano precocemente.

◦⦆─────⦅◦

2.2  Ipertensione

Ipertensione sistemica it.Wikipedia Ipertensione MmP Dieta e ipertensione.benessere.com

Aumento patologico della pressione all'interno dei vasi. Si sospetta una principale causa di malattie cardiovascolari.
Valori "patologici" contrastanti (→ tabella di riferimento) secondo la fonte.

In tempi remoti una sistole > 100+età e una diastole di > 100 era soggetto a trattamento. Oggi i medici, a causa dell'aumentata mortalità per malattie cardiovascolari e l'aumentata disponibilità di farmaci contro l'ipertonia, valutano il rischio più grande e a volte intervengono già a valori sopra 80/120 (esagerato secondo il mio parere).

In caso di sospetto, misurare più volte a distanza di un giorno e per parecchi giorni per farsi un'idea anche delle devianze regolative naturali.

 

Sono trattati i seguenti argomenti:
Cause e forme Classificazione Sintomi Complicazioni Terapie

Cause e forme

  • Forme primarie (idiopatiche, essenziali) senza causa riconoscibile ca. 80% (innate, stress, ambientali?).
  • Resto (secondarie) con cause:
    • renali,
    • ormonali (endocrine),
    • cardiovascolari.

Ipertonia renale
Malattia del parenchimo renale (glomerulonefrite o pielonefrite) o impedimento delle arterie renali (renovascolare).


glomerulonefrite

Ipertiroidismo

Ipertonia endocrina
(vedi → capitolo "endocrino")
Le forme più frequenti sono:

  • Presso le donne l'uso di anticoncezionali.
  • Feocromocitoma (simpatotonia patologica).
  • Sindrome di Cushing.
  • Sindrome di Conn.
  • Ipertiroidismo.

Ipertonia cardiovascolare
Può avere le seguenti cause:

  • Atero- e arteriosclerosi.
  • Stenosi dell'istmo aortico.
  • Sindrome cardiaco ipercinetica (tachicardia, ampiezza aumentata, sintomi neurovegetativi).

Classificazione

Secondo la OMS (World Health Organization) classificazione secondo lesione di organi:

  • Stadio I→ ipertonia senza lesioni organiche.
  • Stadio II→ ipertonia con ipertrofia ventricolo sin.
  • Stadio III→ ipertonia con lesioni cuore, reni, cervello, vasi periferici.

Secondo l'evoluzione si classifica nelle forme:

  • Maligne: 1% dei pazienti diastole 120...140 con rapida insufficienza renale. Non risponde (o malamente) ai medicamenti.
  • Benigne: l'ipertonia si evolve lentamente. Vasi con ateromatosi (lipidi), seguente calcificazione (ateriosclerosi) che peggiora l'ipertonia. Risponde bene ai medicamenti.

Sintomi

Per lungo tempo senza sintomi e quindi "occulti". Spesso sintomi solo dopo lesioni di organi come cuore, reni, cervello e vasi.

Normalmente i primi sintomi sono:

  • Mal di testa mattutino.
  • Vertigini, rumori uditivi.
  • Dispnea di riposo/carica, notturna.
  • Batticuore.

Complicazioni

  • Al cuore: continua carica del cuore → ipertrofia e dilatazione del ventricolo sinistro (insufficienza cuore sin.), variazione delle coronarie → disturbi di alimentazione ematica cardiaca fino all'infarto cardiaco.
  • Ai reni: insufficienza fino al cedimento cronico.
  • Al cervello: ateriosclerosi dei vasi craniali → disturbi mentali, apoplessia (ictus cerebrale).
  • Alle arterie: disturbi di circolazione, specialmente alle estremità inferiori → claudicatio intermittens.

Terapie

Risalire e trattare le cause:

  • Sistema cardiovascolare: movimenti (moderati), riduzione di vasocostrittori come fumo, caffè.
  • Sistema escretorio/reni/ipervolemia: riduzione di sale.
  • Sistema endocrino: trattamento psichico per gestire meglio lo stress somatico, emotivo, sociale.

Se i valori di pressione sono patologici → cura con medicamenti per impostare i valori di pressione accettabili.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Terapie cliniche Naturopatie

Terapie cliniche:

  • Diuretici: per ridurre la pressione tramite l'abbassamento dell'ipervolemia. Cave! Perdita di minerali/equilibrio elettrolitici (specialmente potassio).
  • "Nervini": specialmente betabloccanti (vagotonico) o simpatolitici (reserpina, combinazione con alfabloccanti) che agiscono sul SNC o SNP.
  • Calcioantagonisti: che hanno tra l'altro un effetto vasodilatatore.
  • ACE-bloccanti: (Angiotensin converting enzyme) che hanno, tra l'altro, un effetto vasodilatante (Cave! Effetti sinergici con tanti altri medicamenti).
  • Vasodilatatori: (Cave! Tachicardia, ritenzione sodio/acqua).
  • Combinazioni degli ultimi.

Terapie naturopatiche

Per le cure naturopatiche dell'ipertensione valgono le seguenti regole:

  1. Mai cambiare la medicazione prescritta dal medico. Se i valori migliorano, consultarlo per rivedere il dosaggio.
  2. Istruire il paziente all'autocontrollo documentato: per evitare psicosi di "pressione" apparecchio a noleggio.
  3. Controllo della medicazione naturopatica. Molti farmaci (come la Rauwolfia) agiscono solo dopo due settimane.


Forme meno gravi essenziali di ipertonia
Rispondono bene alla Rauwolfia, in minor misura anche al vischio e alla Fol. Oleae vedi →ric. C)...F)
La Rauwolfia (reserpina) influisce sul SNC → centro di regolazione cardiovascolare con effetto ritardato (ca. 2 settimane).

L'ipertonia renale meno grave
L'insufficienza renale si combatte prevalentemente con orthosiphonum e un leggero diuretico come il levisticum, influenzando l'ipertensione solo con droghe miti come tiglio e vischio→ric. G)

L'ipertensione endocrina
Trattare il disturbo a monte (vedi → Gestione ormonale). Per l'ipertensione meno grave indotta da ipertiroidismo vedi →ric. H)


Maggiorana

L'ipertonia cardiovascolare
C'è da trattare prevalentemente l'atero-/arteriosclerosi (visto che l'effetto di questo trattamento può richiedere molto tempo, se la pressione è patologica, è consigliabile che il medico prescriva dei farmaci adatti per la pressione). Per forme più miti aiuta →ric. I)

La sindrome cardiaca ipercinetica
Risponde bene a una combinazione rauwolfia/vagotonico.

L'ipertonia mite indotta da stress
Servono l'avena ed altri farmaci antistress come →ric.K )

Tutte le forme di ipertonia
Sono indicati regolari massaggi usando gli oli eterici di:

  • Lavanda, Maggiorana, Ylang-Ylang ev. con aggiunte di:
  • Bergamotto, Camomilla, Rosa, Incenso →ric. L)

2.3  Disturbi funzionali di circolazione

Sono trattati i seguenti argomenti:
Morbus Raynaud Morbo di agglutinazione da freddo Pernioni Emicrania

Morbus Raynaud

Morbo di Raynaud salutedonna.it Malattia di Raynaud medicinaoltre.com Fenomeno di Raynaud it.wikipedia

Spasmo delle arterie delle mani (dita) con chiusura completa causata dal freddo o da eccitazione. Pelle pallida, poi cianotica, dolori pungenti. Disturbo prevalentemente femminile, ogni tanto ne soffrono anche individui di sesso maschile.


Morbus Raynaud
Terapie
  • Secale cornutum D4, idroterapia, frizioni, bagni con aggiunta di Aeth. Rosmarini/Canfora.
  • Alte dosi di vitamina B3 (niacina), specie in forma di acido nicotinico (aumenta la circolazione periferica). Non spaventarsi nell'insorgere del "flush" (faccia rossa) specialmente all'inizio della cura.



Prognosi
Lo stadio primario non è preoccupante. Nello stadio secondario spesso si avvertono solo sintomo di variazioni arteriali come sclerodermia (autoimmunitario con tendenza a neoplasmi di tessutto connettivo).

Morbo di agglutinazione da freddo

Prevalentemente maschi oltre i 40 anni. Agglutinazione di eritrociti al freddo (anticorpi al freddo). Pelle pallida poi cianotica. I sintomi spariscono subito con il caldo.

Terapia
proteggere le regioni colpite dal freddo.


Pernioni

Pernioni msd-italia.it


pernioni

Ripetuto influsso del freddo prevalentemente su mani/piedi. Gonfiore pastoso bluastro/rossastro. Scaldando prudono e bruciano. Tendenza ad ulcerazioni.

Trattamento locale con unguento/olio contenente: rosmarino, zenzero, peperoncino (olio piccante).


Emicrania

Emicrania it.Wikipedia Emicrania neurologia.it/ Emicrania salutedonna.it Emicrania digilander.libero.it

L'emicrania è un tipo di mal di testa specifico. Comunemente si chiamano "emicrania" anche altre forme di mal di testa.

Sintomi
Attacco di forte mal di testa, tipicamente in tre fasi:

  • Fase preliminare: ischemia di areali cerebrali (spasmi vascolari) con disturbi visivi (anche uditivi, vertigini, vomito).
  • Fase algica: come reazione dilatazione sincrona al polso delle arterie con forti dolori pulsanti.
  • Fase edematica: formazione di edemi come conseguente aumento di duttilità capillare, dolore continuo.
  • Dopo l'attacco segue spesso una smisurata urinazione.

Cause
Come cause sono in discussione fattori ereditari, umorali, allergici, disturbi di secrezione interna e sindrome cervicale.

Terapie
Le terapie si orientano alla causa (che è spesso difficile da rilevare). Comunque vale quasi sempre la pena di:

  • Far controllare la vista.
  • Allentare la muscolatura nuca/collo con metodi manuali.

Spesso si rivelano utili delle terapie come agopuntura, neuralterapia e le coppette.

L'aromaterapia usa due rimedi per allentare il dolore emicranico (se ancora sopportabile):

  • Compresse fredde con 1 goccia di Aeth. Lavanda e 1 goccia di Aeth. Menta su fronte/tempie.
  • Compresse calde con 2 gocce di Aeth. Maggiorana sulla nuca.

 
Contro l'emicrania in fitoterapia si usano diverse droghe, spesso anche con successo.

  • Salicilati come contenuto in Spirae ulmaria vedi →ric. N)
  • Spasmodoloriferi come Petasitidis per le forme generiche (anche in combinazione con salicilati)
  • Segale: Cafergot Sandoz (caffeina e segale) per le forme autentiche vedi →ric. M)
  • Per le forme biliari la fumaria offic.: Oddibil vedi →ric. O)
  • Per le forme durante l'ovulazione Agnus casti, cimicifuga e cannabis vedi →ric. P), →ric. P1)

3.  Malattie delle arterie

Malattie dei vasi e disturbi di circolazione non sono termini equivalenti:

  • Malgrado aberrazioni della parete vasale, la circolazione può essere ancora sufficiente, mentre
  • dei vasi "sani" possono subire disturbi funzionali (come spasmi) che impediscono la circolazione.

Panartenite nodosa

Le malattie delle arterie possono essere:

  • Degenerative (arteriosclerosi, ateromatosi, aterosclerosi).
  • Di "tappamento" (claudicatio intermittens, embolie arteriali, infarto cerebrale).
  • Infiammatorie (endangite obliterans, panarterite nodosa).
  • Innate (fistule arteriovenose, teleangiestasia ereditaria).


◦⦆─────⦅◦

3.1  Ateromatosi, aterosclerosi,

Aterosclerosi it.wikipedia Aterosclerosi benessere.com Ateroclerosi anagen.net

Con il termine ateriosclerosi si indicano aberrazioni degenerative delle arterie.
aterom-: lipidi * sclerosi: indurimento.

 

Sono trattati i seguenti argomenti:
Patogenesi Cause Patofisiologia Diagnosi Sintomi Complicazioni Terapie

Patogenesi

  • Deposito di lipidi, più tardi anche di Ca sulla parete dei vasi (indurimento). Se si tratta prevalentemente di lipidi, si parla di ateromatosi.
  • Conseguenze sono la diminuzione di diametro, l'indurimento, la perdita di elasticità dei vasi.
  • Nel peggiore dei casi si formano ateromatomi (depositi simili a tumori).
  • Punto di partenza di trombi locali che diminuiscono ancora il diametro e staccandosi (emboli) creano embolie arteriali.

Cause


Aterosclerosi

Diversi fattori partecipano come:

  • Ipertonia.
  • Fumo (vasocostrizione, radicali liberi).
  • Mancanza di movimento.
  • Adipositas.
  • Disturbi del metabolismo lipidico (colesterolo ematico aumentato).
  • Diabetes mellitus (sclerosi arterie, arteriole, capillari).
  • Ipotiroidismo (colesterolo → pareti arterie).
  • Gotta (acido urico ematico aumentato).
  • Morbus Cushing (cortisone ematico aumentato).
  • Iperparatiroidismo (Ca ematico aumentato).

Patofisiologia

In condizioni di riposo anche con un diametro dell'arteria ridotto del 95%, l'alimentazione ematica della regione coinvolta rimane sufficiente. Sotto questo valore dipende dalla capacità dei circuiti collaterali (anastomosi) se le regioni coinvolte sono ancora alimentabili. I circuiti collaterali "sovraccarichi" si adattano man mano alle nuove condizioni.

Diagnosi

  • Polso radiale "indurito" (palpazione).
  • Rumori di corrente nella regione colpita (auscultazione).
  • Differenze laterali di polsi (palpazione).
  • Arteria nel fondo dell'occhio che "sporge" (specchio dell'occhio).

Sintomi

Normalmente non si riscontrano sintomi per lungo tempo e non ci sono cambiamenti per quanto riguarda l'apparato motorio. Poi subentrano i dolori che permettono di dedurre il tipo e il luogo dell'impedimento: parestesie, sensazione di freddo, rapida stanchezza nell'estremità colpita e si notano pallore, pelle marmorea e/o cianotica, guarigione rallentata di ferite e funghi tra le dita.

Complicazioni


Necrosi
  • Infarto cardiaco.
  • Apoplessia (infarto cerebrale).
  • Infarto renale.
  • Necrosi e cancrene.



Terapie

Anzitutto eliminazione dei fattori a rischio:

  • Raggiungere un peso ragionevole relativo alla statura e costituzione ereditata.
  • Trattamento del diabete, lipidemie e acido urico ematico.
  • Smettere di fumare.
  • Muoversi spesso e a lungo senza sforzo su strade piane, se possibile a piedi nudi e la mattina sul prato bagnato di rugiada.

Le terapie generiche sono:

  • Idroterapie e terapie Kneipp.
  • Spazzolamento a secco.

In fitoterapia si usano:

  • Cardiotonici come crataegus.
  • Regolatori metabolismo come aglio e aglio orsino.
  • Stimolanti locali di circolazione come arnica.
  • Stimolanti di circolazione sistemica come ginko, vinca.
  • Tonici generici come ginseng.

vedi →ric.Q)...V)

3.2  Ostruzioni arteriali

Claudicatio intermittens, embolia arteriale, infarto cerebrale (ictus) e infarto miocardico (trattato in "patologia cardiaca"). Le ostruzioni arteriali succedono in seguito alla chiusura di arterie causata dall'arteriosclerosi o da trombi ematici. Il 90% delle ostruzioni arteriali succedono nelle gambe e sono raramente mortali. Questi pazienti muoiono spesso di infarto miocardico o di apoplessia.

Claudicatio intermittens


Claudicatio intermittens

Ostruzioni di arterie nelle gambe: camminando è scarso l'apporto di sangue nella muscolatura delle gambe, si avverte intenso dolore e si è costretti fermarsi.

Terapia
Allenamento attivo vasale allo scopo che possano svilupparsi circuiti collaterali efficaci.
Visto il rischio di embolie, l'allenamento deve avvenire molto cautamente (controindicato p.es. massaggio e scuotimento).


anastomosi

La causa, quindi l'ateriosclerosi è da trattare principalmente tramite dieta e medicamenti adatti.
In casi gravi, operazione con bypass (shunt).

Embolie arteriali

Chiusura di un'arteria (all'improvviso) con un trombo (da distinguere dalle embolie venose!).

Cause
Si stacca un trombo (coagulo ematico) dalla parete di un'arteria.
I trombi si formano a causa di:

  • Ateromatosi.
  • Ateriosclerosi.
  • Altre malattie delle pareti dei vasi.
  • Disturbi di coagulazione ematica.

Il trombo che si stacca si chiama embolo. Il sangue lo porta via fino a che il diametro dell'arteria non permette più il passaggio e ostruisce l'arteria coinvolta.
L'embolo proviene spesso dal cuore sinistro; si formano trombi a causa di un infarto miocardico, disturbi mitrali o infetti endocardiaci.

 
Sintomi
Se non ci sono vasi collaterali efficienti per l'area coinvolta, quest'ultima necrotizza. Secondo l'area coinvolta, i sintomi variano notevolmente:

  • Embolia cefalica: spesso emiparesi (ictus, infarto cefalico).
  • Embolia mesenterica: coliche addominali, perdite di sangue intestinale, ev. paralisi dell'ileo, peritonite, choc.
  • Embolie nelle estremità: dolore improvviso "a frusta", l'estremità coinvolta è pallida, fredda, insensibile e senza funzione. Il polso sparisce. In seguito subentra la necrosi.

Terapia
Immediatamente in clinica: scioglimento del trombo con fibrolitici ematici, con catetere a pallone o operazione. Se si formano cancrene: amputazione immediata.

Infarto cefalico

(ictus, embolia cefalica, apoplessia)

Ictus it.Wikipedia Apoplessiaforeversposi.it Embolia it.wikipedia


ictus

Normalmente ostruzione dell'arteria cefalica da parte di un embolo, con spesso emiparesi.

Sintomi
Di "colpo", si cade e si perde coscienza, paresi. Ogni tanto "preavvisi" tramite difetti neurologici.
vedi → capitolo "malattie del SNC" (apoplessia). Immediatamente in clinica!

◦⦆─────⦅◦

3.3  Angiiti (arteriose)

Panartenite nodosa fondazionesanraffaele.it

Infiammazioni delle pareti dei vasi (arteriali), spesso iniziando dall'intima del vaso. Molte forme, le più frequenti sono endangite obliterans o panarterite nodosa.

Endangite obliterans

(Morbo di Winiwarter-Buerger).

Morbo di Buerger it.Wikipedia

Infiammazione delle arterie, prevalentemente nei maschi con 30...40 anni, nelle gambe, raramente nelle braccia.

Patofisiologia
Neoplasmi dell'intima che restringe il vaso. Freddo, fumo, caffè e altri vasocostrittori peggiorano la situazione. La delimitazione con l'ateriosclerosi è difficile, perché spesso si sovrappongono le due patologie.


Cause
Non note. Raro presso i non fumatori. Nelle donne, spesso influisce la combinazione anticoncezionali/fumo.

Sintomi
Da "freddo e pesante", parestesie, affaticamento a claudicatio intermittens fino a necrosi e cancrene.

Terapie
Evitare vasocostrittori specialmente fumo, anticoncenzionali, pressione, freddo, caffè, ferite. Cave! Allenamento di movimentazione per sostenere formazione di collaterali. In casi gravi misure chirurgiche fino all'amputazione.

◦⦆─────⦅◦

3.4  Panarterite nodosa

(Periarterite nodosa)

Panartenite nodosa fondazionesanraffaele.it

Infiammazione (spesso autoimmunitaria) delle pareti arteriali.
|

Sintomi
Secondo l'arteria coinvolta:
  • Coronarie: attacchi di angina pectoris fino a infarto miocardico.
  • Renali: ipertensione renale fino al collasso renale.
  • Dermiche: ipoalimentazione dermica locale fino a necrosi.
  • Mesentriale: dolori addominali, ulcera intestinale fino all'ileo.
Terapia
Immediatamente in clinica.



Prognosi
Spesso letale in breve tempo.

◦⦆─────⦅◦

3.5  Disordini vasali innati

In parte trattati sotto "cuore". Due altri: fistule arteriovenose e il Morbo di Osler.

Fistule arteriovenose

Corto circuito tra arterie e vene che crea una malnutrizione ematica dell'area coinvolta. Innate o create da ferite. Terapia chirurgica per chiudere la fistula.

Morbo di Osler

(teleangectasia ereditaria)

Malattia di Osler antologiamedica.it


teleangectasia

Dilatazione dei vasi superficiali. Innata, ma comincia spesso dopo i 40 anni. Piccoli noduli piatti rossi/marroni in faccia, naso, mucosa della bocca ma anche negli organi interni (emorragie di naso, polmoni, gastrointestinali).

4.  Malattie delle vene

Varici, trombosi venose, tromboflebiti (superficiali e profonde), sindrome postrombotica.

◦⦆─────⦅◦

4.1  Varici (vene varicose)

Vene varicose dica33.it Varicosi it.wikipedia Ulcuscrurislapelle.it

Dilatazioni locali di vene superficiali, specialmente della gamba: dilatazione nodulosa e serpentinata. Colpisce ca. 1/3 della popolazione, più frequente nelle femmine.

Sono trattati i seguenti argomenti:
cause Sintomi Complicazioni, ulcus cruris Ulcus cruris Terapie

Cause

Insufficienza delle valvole venose (semilunari) e/o debolezza del tessuto connettivo innato, acutizzato per lavoro in piedi, obesità e gravidanza.


A: flusso normale da vena superficiale → vena perforans → vena profonda (es. gambe).
B: alta resistenza nella vena profonda inverte il flusso normale e crea ("blow out") varice secondaria nella vena superficiale.


Sintomi

L'insufficienza valvolare crea ristagno di deflusso ematico, (con debolezza di tessuto connettivo) dilatazione della vena. In casi leggeri nessun disturbo. Quando si aggrava: pesantezza, parestesie, edemi, crampi notturni.


Complicazioni


Ulcus cruris

Con piccole ferite, le vene coinvolte scoppiano. La malnutrizione dell'areaole può creare variazioni dermatiche eczematose. Se si infiamma la vena si formano → flebiti fino al ulcus cruris.


Ulcus cruris
O "gambe aperte": il tessuto intorno alla vena lesa si infetta, s'infiamma e deperisce.


Terapie

Migliorare le condizioni del flusso venoso, rinforzare le pareti, regolare la permeabilità, sciogliere le fibre di trombi:

  • Camminare, nuotare, tenere sollevate le gambe.
  • Idroterapie (senza massaggio subacqueo a getto; embolie!).
  • Durante il lavoro in piedi o in gravidanza: calze a compressione.
  • Ev. regolare il peso in relazione a postura e costituzione ereditaria.
  • Dieta contro la costipazione e ristaurare i simbionti intestinali.
  • Alcol e nicotina con misura.
  • Fitofarmaci:

vedi →ric.X)...AD)

  • Ippocastano: pediluvi e pastiglie per rinforzare il tessuto.
  • Rosmarino (pediluvi), Ginko biloba (TM, pastiglie) per migliorare la circolazione.
  • Hamamelis come astringente (pomata).
  • Melilotus, Ruta, Asperulus come fibrinolitici.
  • Sanguisughe, Pomata Hirudoid come anticoagulanti locali.
  • Flavoni, Flavonoidi: Solidago, Ginko, Crataegus, Betulla, Equiseto.

Per l'ulcus cruris aperta uso la cort. Quercus e Symphytum compresse di Symphytum
vedi →ric.AG) e poi una pomata di Symphytum vedi →ric.AH). Quando è chiusa uso un olio
vedi→ric.AI)

◦⦆─────⦅◦

4.2  Trombosi venose

Trombosi venosa profonda it.Wikipedia Trombosi .my-personaltrainer.it

Embolo che si stacca da una vena e tramite il cuore dx. viene portato nel polmone occludendo un'arteria polmonare. Se è abbastanza grande → embolia polmonare letale. Se è più piccolo → embolia polmonare minore con eventuale susseguente "infarto polmonare" (necrosi emorraginosa) o enfisemi.

Sintomi
I piccoli emboli spesso senza sintomi. I grandi emboli ,gravi sintomi simili a infarto cardiaco: dispnea, dolori toracali, nausea fino a choc con perdita di coscienza. Infarto polmonare induce tosse (con ev. sputo sanguinoso), dolore nella respirazione e sfregamento di pleura.

Terapia
Pronto soccorso! → trattamento antichoc, ev. emboloectomia.

◦⦆─────⦅◦

4.3  Tromboflebiti

Trombo: coagulo; fleb-: vaso, tubo; -ite: infiammazione.

it.Wikipedia MmP CSA altra Fonte


Tromboflebite

Trombi: coagulo alla parete di vasi o endocardio per via di:

  • Lesione paretale.
  • Disturbo di coagulazione.
  • Flusso lento e impedito nella vena.

Fattori "sostenitori" sono obesità, età, ormonali (contraccettivi, cortisonici).

L'infiammazione è quasi sempre legata a trombi. Si distingue tromboflebite superficiale e profonda perché da trattare diversamente.


Tromboflebite superficiale

Spesso in seguito a vene varicose, ma anche a ferite, iniezioni e infusioni paravenose.
Sintomi
Rossore, dolore, calore, vena palpabile; senza edemi, perché deflusso per anastomosi (vena perforans) con vena profonda.

Terapie

  • Di notte tenere le gambe sollevate per migliorare il flusso ematico negli arti.
  • Di giorno movimento all'aperto.
  • Impacchi freschi con camomilla, arnica, echinacea.
  • Se possibile sanguisuga "a monte" della vena infiammata

vedi→ric.AE)

Controindicato
Cave rischio di embolia polmonare!

  • Massaggi subacquei a pressione.
  • Vibrazioni meccaniche (es. moto).
  • Scuotimento manuale delle gambe.


Tromboflebite profonda


Embolia polmonare

(flebotrombosi, trombosi)
Spesso si sviluppa da una tromboflebite superficiale trascurata, ma anche con malattie a lunga degenza a letto (operazioni, tumori, incidenti), insufficienza cardiaca.
Rischio di embolia polmonare letale. Spesso a seguito di sindrome postrombotica.

Sintomi

  • Edema locale nell'area della vena coinvolta.
  • Cianosi dell'area colpita.
  • Surriscaldamento della zona.
  • Ev. dolori lungo la vena, sensazioni di tensione della gamba, crampi duraturi nella gamba.

Diagnosi
Segno di Payr: la pressione sull'interno del palmo del piede è dolente.
Segno di Homans: flessione dorsale del piede causa dolore negli stinchi.

All'inizio della malattia i sintomi sono spesso vaghi. Anche in fase acuta in circa metà dei casi rimane sconosciuta e si scopre solo dopo un'embolia polmonare.
Massima osservazione e in caso di sospetto → chiarimento clinico.

Terapia
Anticoagulanti e fibrinolitici dal medico o intervento chirurgico.

◦⦆─────⦅◦

4.4  Sindrome postrombotica

Conseguenze di tromboflebiti profonde (flebotrombosi, trombosi); colpisce ca. 1% della popolazione, prevalentemente visibile per variazioni dermiche.

Sintomi

  • Edemi di gamba e caviglia, all'inizio sono molli e spariscono di notte, più in là c'è l'indurimento del tessuto dermico con variazioni di pelle.
  • Quasi sempre vene varicose: per debolezza innata del tessuto connettivo e/o collaterali che diventano varicose (secondarie).
  • Quasi sempre pigmentazione marrone, cicatrici, eczemi, micosi e infiammazioni di ogni genere (funghi, batteri, allergici). L'uso di pomate intollerate o il grattarsi complica la faccenda.
  • Spesso si evolve fino all'ulcus cruris (tumore prevalentemente all'interno della gamba/malleolo).



Terapie

  • Se infiammato come tromboflebite superficiale vedi→ric.AE)
  • Generalmente trattamento come varici vedi →ric.X)...AD)
  • In fasi senza disturbo cura regolare vedi →ric.AF)
  • Regolare uso preventivo:
    • Ev. anticoagulanti o aspirina cardio secondo prescrizione medica.
    • Fibrinolitici fitoterapeutici vedi →ric.AA)

5.  Ricettario vascolare

Sono trattati i seguenti argomenti:
Ipotonia Ipertonia Emicrania Arterie Vene Tromboflebite Sindrome postrombotica Ulcus cruris

5.1  Ipotonia


Genziana
Rp.: A) Ipotonia essenziale
TM Convallariae
TM Strychni (nux vomica)
TM Gentianae aa 10
D.S. 3 p.d. 20 gtt.

Abbreviazioni



Nux Colae
Rp.: B) Ipotonia essenziale (forma tachicardica)
TM Fl. Sarothamni (scopariae)
TM Fruct. Crateagi
TM Nux Colae aa ad 100
D.S.3 p.d. 40 gtt.

Abbreviazioni



◦⦆─────⦅◦

5.2  Ipertonia


Rauwolfia
Rp.: C) Ipertonia essenziale
Rivadescin (Rauwolfia) (Schaper & Brümmer)
D.S.3 pastiglie p.s. per 3 settimane, poi ridurre a 2...1 controllando la pressione.

Abbreviazioni

 



Rauwolfia
Rp.: D) Ipertonia essenziale
Hyperiolyst (Rauwolfia, Oleae) (Vogel & Weber)
D.S.3 pastiglie p.d. (dopo i pasti) per 3 settimane, poi ridurre a 2...1 controllando la pressione.

Abbreviazioni

     
     

Rp.: E) Ipertonia essenziale
Tinct. Rauwolfiae
D.S.6 gtt. p.d. (TM 20 gtt.p.d.).

Abbreviazioni



Visci albi
Rp.: F) Ipertonia essenziale
Tinct. Rauwolfiae 20
TM Visci albi ad 80
D.S.24 gtt. p.d. (TM Rauwolfiae 80 gtt. p.d.).

Abbreviazioni



Rp.: G) Ipertonia renale
Fol Orthosiphoni stram. 200 stimola funzione renale
Hb. Levistici leggero diuretico
Fl. Tiliae leggero ipertensivo/ateromi
Hb. Visci aa ad 500 leggero ipertensivo
m.f.species.D.S. 2 cucchiai da minestra in un litro di acqua, portare ad ebollizione. Lasciar macerare per 30 min., filtrare. Bere 1...3 bicchieri al dì (1.5 dl).

Abbreviazioni




Leonorus
Rp.: H) Ipertonia indotta da ipertiroidosi
TM Leonurus 27 ipertensivo
TM Lycopus 3 ipertiroidismo
D.S.2...3 p.d. 3...8 gtt. per mesi. Cave! effetto solo dopo ca. 4 settimane.

Abbreviazioni

 



Millefolii

Rp.: I) Leggera ipertonia cardiovascolare
TM rataegi 30 cardiotonico
TM Tiliae legg. ipertonico/ateromi
TM Millefolii aa 20 legg. ipertonico/flavon./tess. conn.
TM Visci legg. ipertonico
TM Solidagi aa ad 100 renale/diuretico/flavonoidi
D.S.3 p.d. 40 gtt.

Abbreviazioni

     

     


Lupulus

Rp.: K) Leggera ipertonia da stress
TM Avenae 30
TM Scutellaria
TM Lupulus aa ad 50
D.S.3 p.d. 40 gtt. in un po' di acqua tiepida.

Abbreviazioni



Rp.: L) Olio da massaggio ipertensione
Aeth. Lavanda gtt.XX
Aeth. Maggiorana gtt.X
Aeth. Ylang-Ylang gtt.III
Ol. Enoterae 10
Ol. Girasole (Oliva) ad 30
D.S.Lasciarsi massaggiare dolcemente tutto il corpo. Aggiungere a piacere qualche goccia di Aeth. Bergamotto, Camomilla romana, Rosa o Incenso.

Abbreviazioni


◦⦆─────⦅◦

5.3  Emicrania


Rp.: M) Emicrania autentica
Cafergot (Sandoz) (caffeina, secale)
D.S. Primo sintomo 2 pastiglie, poi, secondo necessità, ogni ora una pastiglia fino a un massimo di 8 pastiglie/giorno.

Abbreviazioni

 


Petasites off.
Rp.: N) Emicrania (encefalite)
TM Spirae ulmariae
TM Petasites aa ad 50
D.S.Primo sintomo 2 ml, poi ogni 2 ore 1 ml fino a un massimo di 8 ml al giorno.

Abbreviazioni




Fumaria officinalis
Rp.: O) Emicrania (encefalite) biliare
TM Oddibil(Fumaria officinalis) L. Merckle, D 7902 Blaubeuren)
D.S.Secondo l'indicazione del produttore.

Abbreviazioni




Agnus casti
Rp.: P) Emicrania (encefalite) ovulativa
TM Agnus casti 7
TM Cimicifugae 7
TM Cannabis ad 30
D.S. Ingerire 2 giorni prima e dopo l'ovulazione 3 p.d. 20 gtt. In caso di attacchi di emicrania fino a 50 gtt. più volte al giorno.

Abbreviazioni




Gaultheriae
Rp.: P1) Emicrania, Encefalie
Aeth. Gaultheriae 10 metilsalicilato
D.S. Spalmare poche gocce sulla zona dolente.
Cave! intolleranza ai salicilati.

Abbreviazioni



◦⦆─────⦅◦

5.4  Disturbi arteriosi


Arnica
Rp.: Q) Arteriosclerosi (parestesia/freddo) locale
Ol. Arnicae
Ol. Hypericis
Ol. Calendulae aa ad 30
D.S.Spalmare poche gocce sulle parti colpite più volte al giorno.

Abbreviazioni

     

     


Oli essenziali
Rp.: R) Arteriosclerosi (parestesia/freddo) locale
(diversi olii eterici) SHAOLIN (Libramed AG, CH 6343 Rotkrenz)
D.S.Spruzzare pochi colpi sulle parti colpite più volte al giorno. Cave! occhi, mucose.

Abbreviazioni



Vinca minor
Rp.: S) Arteriosclerosi forme craniali
TM Crataegus cardiotonico
TM Vinca minor circolazione craniale
TM Panax ginseng aa ad 100 tonico generico
D.S. 1 ml 3 p.d.

Abbreviazioni



Ginco biloba
Rp.: T) Arteriosclerosi forme periferiche e craniali
TM Crataegus cardiotonico
TM Ginko biloba circolazione generale
TM Panax ginseng aa ad 100 tonico generale
D.S.1 ml 3 p.d.

Abbreviazioni



Alii ursini
Rp.: U) Arteriosclerosi generico (aggiunta)
TM Alii ursini 2000 decomposizione placca aterosclerotica
D.S.6 ml p.d. per ca. 2 anni.

Abbreviazioni



Aglio
Rp.: V) Arteriosclerosi generica (aggiunta)
Aktiv-Kapseln (Klosterfrau) aglio decomposizione placca aterosclerotica
OPPURE:
Kyolic (aglio fermentato inodore) (Burgerstein)
D.S. Secondo le indicazioni del produttore per ca. 2 anni.

Abbreviazioni

 


Melissa
Rp.: W) Arteriosclerosi/Ipertensione
TM Alii ursini 20 antiateromico
TM Tiliae 10 ntiateromico
TM Gingko (Vinca) 10 vasotonico
TM Melissae 5 antipertonico
Tinct. Rauwolfia serp. ad 50 antipertonico
D.S.80 gtt. p.d. (2 ml)

Abbreviazioni


◦⦆─────⦅◦

5.5  Disturbi venosi


Ippocastano
Rp.: X) Varici (pesantezza gambe, generico)
Essenza per bagno Ippocastano permeabilità e rinforzo tessuto vasale
Essenza per bagno Rosmarini aa ad 200 circolazione
f. pediluvio serale con 1/2 misurino di essenze in un recipiete di acqua tiepida.

Abbreviazioni




Rp.: Y) Varici (pesantezza, dolori, generico)
Hirudoid forte * anticoagulante locale (SANKYO Pharma (Schweiz) AG, Fällanden)
D.S. Spalmare sulle parti dolenti più volte al giorno.

Abbreviazioni




Rp.: Z) Varici (generico, emorroidi, ferite, ulcera)
Rp.Hamamelum-Salbe Hamamelis, astringente astringente
D.S.Spalmare sulle parti interessate più volte al giorno.

Abbreviazioni




Erba ruta
Rp.: AA) Varici (sistemico, curativo trombi)
TM Meliloti 30 fibrinolitico ematico
TM Rutae fibrinolitico ematico cave! gravidanza
TM Asperulus aa ad 50 fibrinolitico ematico, cave! gravidanza
FACOLTATIVO SECONDO ALTRI SINTOMI:
TM Rosmarini ipo-normatonico (vasotonico)
TM Ginko biloba ipertonico (vasotonico)
TM Crataegi insuff. legg. card.
TM Equiseti debol. tessuto connettivo
TM Solidagi aa ad 10 insufficienza renale leggera
D.S.Ingerire 3 p.d. 1...2 ml (secondo aggiunte facoltative) per un anno.

Abbreviazioni




Meliloto
Rp.: AA) Varici (locale, curativo trombi)
pomata meliloti Phlebodrin
D.S. Secondo indicazioni del produttore.

Abbreviazioni



Rp.: AB) Varici (sistemico, curativo edemi)
Venalot novo Depot Ippocastano (Schaper & Brünner)
D.S. Secondo indicazioni del produttore.

Abbreviazioni




Venoplant
Rp.: AC) Varici (sistemico, curativo, crampi notturni)
estratto ippocastano Venoplant
D.S.Ingerire la sera 20...40 gtt.

Abbreviazioni




Rp.: AD) Varici (locale con calze di compressione)
Reparil-Gel ippocastano
D.S.Spalmare leggermente un po' di gel sulle varici prima di mettere e dopo aver tolto le calze di compressione.

Abbreviazioni


Tromboflebite


Echinacea
Rp.: AE) Tromboflebite superficiale
TM Camomillae matr. granulazione
TM Echinacea angust immunitario
TM Arnicae aa ad 30 microcircolazione
f.impacco fresco con 1 c.m. di TM/1.5 dl acqua. Impregnare compressa e mettere sulla parte dolente. Cambiare spesso.

Abbreviazioni

 



Sindrome posttrombotica


Hypericis
Rp.: AF) Sindrome posttrombotica (cura regolare in fasi senza sintomi)
Ol. Calendulae
Ol. Arnicae
Ol. Hypericis aa ad 60
D.S.Spalmare 2 p.d. poche gocce sul piede, caviglia e gamba.

Abbreviazioni



Ulcus cruris


Rp.: AG) Ulcus cruris (aperta)
Kytta-Plasma
D.S. Secondo l'istruzione del produttore.

Abbreviazioni


Oppure:


Camomilla
Rp.: AH) Ulcus cruris (aperta)
Fl. Chamomillae 10 granulazione
Hb. Lavandulae 20 germicida
m.f.species D.S.infusione con decotto sopra 1 c.m. 10 min. compresse fredde sull'ulcera, poi pomata Kytta-Plasma o pomata di consolida estratto in grasso di maiale.

Abbreviazioni




Calendulae
Rp.: AI) Ulcus cruris (chiusa)
Ol. Arnicae
Ol. Calendulae
Ol. Hypericis aa ad 60
Aeth. Lavandulae 03 Osserv
D.S.Spalmare 2...3 p.d. poche gocce sulla parte lesa.

Abbreviazioni


6.  Annessi

6.1  Immagini

 


◦⦆─────⦅◦

6.2  Impressum

3a edizione

da Patologia e terapie MmP Vol.II PT
Autori e relatori:
Peter Forster, medico naturista NVS, docente di "Materia medica Popolare" e terapista di tecniche corporee
Bianca Buser, terapista di tecniche corporee, aromaterapia e fitoterapia applicata.

Testo a cura di:

Consuelo Pini, Benedetta Ceresa, Mario Santoro

Impaginazione e stampa:

Laser, Fondazione Diamante, Lugano

Versione web:

Illustrazioni, collegamenti e cura di Daniela Rüegg

Cc by P. Forster & B. Buser nc-!5-it
1a edizione 1996 2a edizione 2000 3a edizione 2010

◦⦆─────⦅◦

6.3  Commenti

alla pagina PT / 4.3 Malattie vascolari: ev. cliccare sul titolo per stilare dei commenti.

fazzinishop 109.116.133.16430 May 2010, 06:59

Oramai la divulgazione e la divulgazione scientifica sul Web fa rima con 'video' e sarebbe opportuno valorizzare queste pagine già interessanti con video ad hoc

Sarebbe bello e didatticamente auspicabile. Grazie per il suggerimento e per il complimento. Malauguratamente come sito di pochissimi volontari ci mancano tempo e strumenti nonché la competenza per la produzione o anche solo l'evaluazione di rispettivi video. Se Lei dovesse aver voglia di collaborare in questo senso: ogni colpo di mano è benvenuto.
Con cari saluti Peter Forster  

clic→ Medicina popolare Domini di MedPop
© Cc by P. Forster & B. Buser nc-3.0-it
Ultima modifica: May 05, 2013, at 08:26 PM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on May 05, 2013, at 08:26 PM