Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

PT /

Ricettario ormonale / endocrino

←720px→

P. Forster





a cura di D. Rüegg

1.  Ricettario ghiandola tiroidale

Sono trattati i seguenti argomenti:
Ipertiroidismo Tiroidite Ipotiroidismo Neoplasmi tiroidali

1.1  Ipertiroidismo


Lycopi
Rp.: A) Ipertiroidismo
Tinct. Hb. Lycopi 20 frenante T3
Tinct. Scutellariae 10 nervocalmante
Tinct. Hb. Hyperici 20 amaro/nervino
D.S.Ingerire 3 p.d. 20 gtt. Abbreviazioni



Leonurus
Rp.: B) Ipertiroidismo
Thyreogutt (Schwabe) (90% TM Leonurus, 10% TM Lycopus) (Leonurus: cardiocalmante specifico)
D.S. Ingerire 3 p.d. 3-5-8 gtt.

Abbreviazioni

Rp.: C) Ipertiroidismo
Mutellon (Klein) (Leonurus, Lycopus, Valeriana)
D.S.Ingerire 3 p.d. 30…40 gtt.

Abbreviazioni



1.2  Ipotiroidismo


Fucus vesciculosus

Rp.: D) Ipotiroidismo iodioindotto
Tinct. Fucus vesciculosus 20 (iodio)
Tinct. Assenzi (stim. metab.)
Tinct. Damianae (invogliante)
Tinct. Colae (stimolante)
Tinct. Urticae (diuretico, tess.connet.)
Tinct. Rhamni frang. (lassativo)
Tinct. Aloae aa ad 60 (stim. digest.)
D.S.Ingerire 3 p.d. prima dei pasti 2 ml in un po’ d’acqua

Abbreviazioni



1.3  Tiroidite


Eucaliptus

Rp.: E) Tiroidite (complementare)
Aeth. Eucalipti (virostatico)
Aeth. Melaleuca aa 01 (antivirale)
Aeth. Menta (localanestetico freddo)
Aeth. Garofano aa 00.5 (localanestetico caldo)
Aeth. Nigellae ad 30 (antistaminico)
D.S.' Spalmare ogni 2 ore poche gocce sul collo

Abbreviazioni



1.4  Neoplasmi tiroidali


Oli essenziali
Rp.: F) Neoplasmi tiroidali
Aeth. Cera d’api
Aeth. Violae odorata aa 01
Aeth. Oenotherae ad 50
D.S.Spalmare dolcemente sul collo e sulla regione della tiroide.

Abbreviazioni


2.  Ricettario ghiandola timoidale


A) Disturbi immunitari

Rp.: Disturbi immunitari
THYM-UVOCAL
D.S. Ingerire 1…2 compresse p.d.

Abbreviazioni



Se le cellule T infer. 800/ml: (medico!). Proseguire con:

Rp.: Terapie neoplasmi
THYMOJECT (polipeptidi di timo)
D.S. Fino a 2 volte per settimana 8 ml i.v. oppure s.c. (iniziare 1 volta alla settimana con 2 ml e ev. progredire).

Abbreviazioni


Cave! Ogni trattamento complementare di un neoplasma è polipragmatico. Esso richiede anche delle altre misure che devono essere applicate da un terapista / oncologo con una vasta esperienza.

3.  Cura del diabete mellito (pancreas)

In questo paragrafo si parla solo del diabete adulto, quindi non insulino dipendente.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Consulenza e pedagogia diabetica Alimentazione in Iperglicemie

3.1  Consulenza e pedagogia diabetica


La consulenza e la pedagogia naturopatica in merito deve contenere (in linea di massima e adattato cautamente al singolo paziente) i seguenti punti: comportamentali:

1) usare l'apparato locomotore in modo che spesso il polso si alza sopra 0.6 ... 0.7 * (220-età): aumentare l'uso di acidi grassi al posto del glucosio per scopi energetici. Scarica così la circolazione sanguigna di glucidi (diminuisce la glicemia)

2) lo stress aumenta la glicemia (tramite l'asse catecolamine↑ e glucocorticoidi↑ → insulina↓). Vedi capitolo Stress e rilassamento?

3) Alimentazione

  • Consumo di glucidi:
    • consumare almeno 100 e non più di 150 gr di glucidi al giorno: è la dose che gli eritrociti hanno bisogno per il trasporto dell' ossigeno e il sistema nervoso per la gestione immediata dell'organismo
    • preferibilmente con fruttosio e "amidi lenti" (p.es. pasta): perché evitano sbalzi di glicemia (amidi lenti) e il carico ematico con glucosio (fruttosio). Gli sbalzi sono psichicamente noiosi e stressanti: irrequietudine, sudore freddo, attacchi di panico, ...
  • Proteine tra 1.2 ... 1.5 gr/kg: piuttosto in alte dosi
  • combinate con lipidi che saziano, tolgono a lungo l'appetito e coprono il fabbisogno energetico (totale ca. 30 kCal/kg): preferibilmente combinati con glucidi e/o proteine
  • Controllo alimentare: usare le tabelle per l'indice glicemico per tenere a bada gli sbalzi glicemici

4) ev. aggiungere integratori alimentari adatti come il lievito medicinale, vitamina B3, Cr, Mn e Zn (tutte contenuti nel lievito).

5) tenere sotto controllo (misurare e annotare) regolarmente la glicemia: a breve si sviluppa un sesto senso controllando i motivi delle variazioni

6) far controllare regolarmente la "memoria glicemica" dal medico: è un ottimo controllo del comportamento dietetico a lungo termine.


3.2  Alimentazione in iperglicemie

Dieta "ufficiale" per diabetici

Dieta per diabetici health

A riguardo della dieta per diabetici sono in vigore diversissime raccomandazioni concernenti sia l’ammontare energetico sia la composizione. La più divulgata da noi è curata dalla: Fondazione Nutrizione e Diabete, Bremgartenstrasse 115 3012 Berna dove è anche reperibile il relativo materiale.

Come terapista non sono per niente convinto dei suggerimenti di questa fondazione, perché alcuni relativi studi australiani, statunitensi e scandinavi rivelano ben altri risultati.

Dieta per diabetici naturopatica


Dieta diabetica

Stando alle loro raccomandazioni e alle mie esperienze come terapista consiglio una dieta "lipoproteica" (con indice di glucosio basso), sufficiente movimento, luce e nessuna cura dimagrante in quanto a lunga scadenza porta a un aumento del peso corporeo).

E' lampante e plausibile (salvo per dietologhi e diabetologhi) di:

  • Limitare l'assunzione di carboidrati al minimo indispensabile (100 … 150 gr/dì corrispondente a 400 ... 600 kCal/dì).
  • Limitare il consumo di alcol possibilmente a 10 ... 20 gr/dì (1 … 2 dl di vino oppure 2 ... 4 dl di birra corrispondente 70 ... 150 kCal/ dì)
  • Coprire il fabbisogno calorico oltre ai ca. 400 .... 600 kCal con proteine e lipidi
  • Possibilmente 5 piccoli pasti al dì (invece di 3 grandi)
  • Niente cure dimagranti (stressano e quindi peggiorano l'iperglicemia) e non servono a lungo, anzi!
  • Tentare di mantenere l'attuale peso corporeo
  • Usare carboidrati "lenti" di digestione e "poveri" di glucosio (indice glicemico medio e basso come pasta, fruttosio, …) per soddisfare le esigenze carboidratiche
  • usare integratori alimentari e medicamenti che promuovono la tolleranza al glucosio (lievito medicinale, preparati di cromo, …)
  • possibilmente non usare medicamenti che stimolano la produzione insulinica.

Cave! Queste regole sono in contrasto (in parte all'opposto) con le indicazioni nutritive delle associazioni Svizzere di diabetici, dietologhi e diabetologhi e questo dato di fatto è basato sulle statistiche epidemiologiche, dei razionali metabolici e sugli ultimi consigli di enti Statunitensi in merito.

Indice glicemico di alimenti

Indice glicemico it.Wikipedia Indice glicemico my-personaltrainer. indice glicemico MmP

Chi ha disturbi di metabolismo glicemico dovrebbe interessarsi a come un alimento influisce la glicemia. Le seguenti tabelle dell'indice glicemico fanno esattamento questo. Il glucosio serve come referenza e ha il valore 100, il pane ha un valore intorno 75, lo zucchero intorno 70, riso tra 60 e 90, la frutta tra 40 e 60, la pasta intorno 40, il fruttosio di 23, formaggi, uova, carne, pesce, volatili intorno 10, oli e burro sotto i 5.


Indici glicemici

Si vede che ci sono enormi differenze di glicemia in funzione della composizione in carboidrati e della preparazione degli alimenti. E' evidente che persone con disturbi di metabolismo glucidico dovrebbero regolare la loro dieta:

  • minimo indispensabile di carboidrati (ca. 150 gr per dì) il resto in lipidi e proteine
  • carboidrati ripartiti sulla giornata (p.es. 5 volte 30 grammi)
  • usare piuttosto carboidrati miti e lenti (più pasta di pane, più fruttosio che saccarosio). Per queste persone "la frutta" non è molto sana e pane e miele (IG 76) sono da consumare con cautela!

È bene introdurre un elemento di valutazione come l’indice glicemico degli alimenti, cioè la proprietà che ha il cibo di innalzare più o meno velocemente la glicemia, indipendentemente o quasi dalla quantità di zuccheri che contiene. Tanto più è elevato tale indice tanto più velocemente innalza la glicemia e quindi l’alimento è da evitare..

La seguente tabellina mostra “l’indice glucosio” che riguardano diversi alimenti. Un indice alto significa che i carboidrati contenuti nell’alimento si trasferiscono molto rapidamente nel sangue (ordine di grandezza decine di minuti in forma di glucusio), mentre un indice basso significa che ciò avviene lentamente (ordine di grandezza ore). Per un’infiammazione tipo Mb. di Crohn significa che la somministrazione di alimenti con indice glucosio basso garantisce un rifornimento lento e costante di glucosio nel sangue ed evita un’elaborazione “a scatto” dei carboidrati da parte di enzimi e flora intestinale. In merito si può imparare tanto dai diabetici perché si servono del medesimo meccanismo gestendo un altro disturbo.

 

.html .pdf .xls        
Il Suo Browser non riesce a far vedere il link. Lo trova sotto IndiceGlicemico

Sembrano forse curiosi due fatti:

  • La pasta ha un indice basso mentre il pane (fatto dello stesso frumento ne ha uno altissimo): la pasta è fatta di “semolina” che nel tratto gastrointestinale si decompone molto più lentamente della finissima farina del pane.
  • Il saccarosio dello zucchero di rape o canna da cucina come quello del miele hanno un indice altissimo mentre il fruttosio (apparentemente uguale, salvo il prezzo) ne ha uno basso: la trasformazione di fruttosio in glucosio impegna parecchio di più gli enzimi carboidrolitici del tratto gastrointestinale rispetto a quella del saccarosio.


3.3  Terapie secondarie diabetes mellitus

Microangiopatie / Neuropatie locali

Neuropatie fonama

Per il trattamento locale è molto efficace il seguente rimedio se applicato a lunghissima scadenza:


Calendula
Rp.: Microangiopatie / Neuropatie locali
Oleum Arnicae (microcircolazione)
Oleum Calendulae (curativo/dermico)
Oleum Hyperici aa ad 50 (calmante/nervoso)
D.S. Spalmare regolarmente dopo la doccia poche gocce sul piede e sulla gamba.

Abbreviazioni



Altri rimedi noti in naturopatia possono essere aggiunti, specialmente integratori alimentari che promuovono l'irrorazione capillare.

◦⦆─────⦅◦

Macroangiopatie

Macroangiopatie humanitasalute

Come prevenzione e regolarmente a livello sistemico. Abassa progressivamente i depositi sclerotici nelle arterie (ca. 40% all’anno) e ha il vantaggio di non lasciare l’odore di aglio:


Alium ursinum
Rp.: Macroangiopatie
TM Alium ursinum 2’200 (dose annua)
D.S.Ingerire giornalmente 6 ml in un po’ di acqua regolarmente.

Abbreviazioni



Altri rimedi noti in naturopatia per delle forme arteriosclerotiche possono essere aggiunti, specialmente gli integratori alimentari.

◦⦆─────⦅◦

Micosi

Micosi it.Wikipedia Micosi ildermatologorisponde

Curare bene i piedi e usare il rimedio appena sorge il minimo dubbio di una micosi per almeno tre settimane di seguito:


Frumenti
Rp.: Micosi
Oleum Frumenti 27 (micostatico)
Aeth. Melaleucae 2 (germicida)
Aeth. Lavandulae 0.5 (cicatrizzante)
Aeth. Myrrhae 0.5 (funghicida)
D.S. Spalmare poche gocce 2 volte al dì sulle parti infette fino a 3 settimane dopo che sono spariti i sintomi.

Abbreviazioni


◦⦆─────⦅◦

Ferite, Infezioni, Ulcera, Decubiti

Olio eterico di lavanda celticworld

Le proprietà di un ottimo olio eterico di lavanda si prestano per la cura delle ferite in quanto sono disinfettanti, ricostruiscono il tessuto quanto possibile e cicatrizzano bene:


Lavandulae
Rp.: Ferite, Infezioni, Ulcera, Decubiti
Aeth. Lavandulae 10 (curativo)
D.S. 1 goccia 2 volte al dì sulla ferita fino a 1 settimana dopo la cicatrizzazione.

Abbreviazioni


◦⦆─────⦅◦

Medicazione ortomolecolare

L’esperienza dimostra che serve una medicazione ortomolecolare (integratori alimentari) sia per aumentare la tolleranza al glucosio (Cr, Zn, Mn, …) sia per prevenire i sintomi secondari (cardiovascolari, degenerativi, neuropatici).
La seguente proposta tiene conto delle rispettive sostituzioni:

4.  Cura di ipoglicemia regolatoria


Lievito medicinale
Saccharomyces
cervisiae

I seguenti consigli funzionano e sono senza effetti collaterali non solo per ipoglicemici ma anche per tutti diabetici: tipo I e tipo II, perché mitigano gli sbalzi glicemici per:

  • miglioramento della tolleranza al glucosio
  • misure dietetiche che evitano eccessi di glucosio nel sangue e la seguente regolazione brusca su livelli troppo bassi

L’approccio terapeutico consiste in quattro misure basilari:

  • spiegare al paziente il meccanismo, in modo che riesca a capire il perché dei suoi disagi. Altrimenti pensa di diventare matto;
  • migliorare la tolleranza al glucosio con del lievito medicinale oppure con un integratore alimentare contenente Cr, Zn, Mn, B3 (avvicina il valore a digiuno a 5.5 mmol/l);
  • istruire sull’indice glicemico, cioè sugli alimentari che danno una reazione brusca e breve o lenta ed estesa sulla glicemia;
  • garantire che si abitui a farsi una bella scorta prima del lungo digiuno notturno (cena abbondante lipidoproteica).

Zimachrom®
Zn & Ma & Cr

Dietetica:

  • Non è indispensabile fare un'analisi alimentare, anche se ogni tanto conviene per ev. correggere perversità salutistiche (pro memoria: glucidi 100…200! gr: proteine 1…2 gr/kg: lipidi 1…2 gr/kg)
  • Una persona che si nutre equilibratamente, in modo variato e non prevalentemente con pasti industrializzati non deve cambiare le sue abitudini alimentari.
  • Importante è far capire che non bisogna evitare “glucidi veloci”: basta che in nessun pasto (anche a merenda) questi siano prevalenti.
  • Altrettanto importante è di non soffrire mai la fame!
  • Dieta: non mangiare la sera e altre bizzarrie salutistiche acutizzano i sintomi.
  • Tabella indice glicemico come giornaliero accompagnatore.



GTF Glucose
tolerance factor

Integratori alimentari:
Personalmente preferisco il lievito medicinale: contiene oltre alle sostanze incidenti per la tolleranza al glucosio (Cr, Zn, Mn, B3) tante altre sostanze preziose (aminoacidi essenziali, compl vit. B, ...).

  • A pazienti che non sopportano il lievito o non vogliono consumarlo per strani motivi salutistici consiglio il GTF: contiene le molecole già fatte (come il lievito medicinale) di Cr-B3. Malauguratamente è difficile averlo in Svizzera (per le norme del dipartimento della salute).
  • Specialmente in casi lievi, prescrivo una combinazione di ZIMACHROM e vitamina B3 come Nicotinammido. Ha lo svantaggio che l'organismo deve produrre le molecole GTF (Cr-B3).

Niacina

Generale:
L’poglicemia reattiva non è una malattia ma una caratteristica personale metabolica. Conoscendola e comportandosi con “furbizia” invece che con ipocondria si può vivere benissimo e godersi le gioie della vita come dei piatti gustosi.

5.  Cura di istaminosi

Sono trattati i seguenti argomenti:
Approccio terapeutico istadelia Approccio terapeutico istapenia

5.1  Approccio terapeutico istadelia

smisurata sintetizzazione e/o consumo di istamina

Visto che apparentemente non si trattava di disturbi psichici, in quanto tenuti sotto controllo psichiatrico, né di cure mediche con medicazione da rispettare, ho fatto un ampio colloquio con il cliente per comunicare la mia presa di posizione e le proposte nonché un programma terapeutico, dove la terapia ortomolecolare sarebbe stata solo una parte. L’ho comunque pregato di informare il suo medico delle terapie in corso.

Medicazione tipo
Gli ho proposto la seguente medicazione:

  • Gluconato di calcio: 1000 mg
  • Gluconato di magnesio 300 mg
  • Metionina DL: 2 x 500 mg
  • Complesso vit. B: 1 compressa
  • Tinct. Cannabis / Petasites aa ... 10 ml

Suggerimenti dietetici

  • Piuttosto scarsa di proteine animali.
  • Piuttosto ricca di carboidrati complessi con tante pectine.
  • Niente eccessi abituali con alimenti ricchi di istamina (proteine stagionate) come salumeria, formaggi stagionati, pesce conservato (tonno, sardelle, affumicati, salmone, ...) → Istamina in alimenti

Visto lo stato generale, i dolori e gli spasmi nonché il tenore di vita del mio cliente, gli ho consigliato anche i seguenti:

Integratori alimentari:

  • Olio di Nigella: 1 cucchiaio da tè al giorno in alternanza con
  • Olio di Enotera: 1 cucchiaio da tè al giorno
  • Vit. C: ascorbato di calcio 1 ... 2 gr per giorno (farmacia, sciolto) mite lassativo per l'abituale costipazione
  • Betacarotene: 6 mg per giorno
  • Vit. E: 400 mg per giorno
  • Gluconato di zinco: 15 mg per giorno
  • Gluconato di manganese 7.5 mg al giorno (pressione normale)

La medicazione non è tanto problematica perché reperibile da un bravo farmacista salvo la Tinct. Cannabis. Ho insegnato al paziente la coltivazione di tre gambi e la preparazione della tintura.

Gli integratori alimentari sono molti e costosi. Gli ho proposto di provare con il primo, dopo una settimana smettere per una settimana, decidere se il "Santo vale la candela", provare il prossimo e così via ... .

Erano difficili i discorsi in merito: "non pagate dalle casse malati" per un paziente "tutto dovuto" e uno spiccato senso per "economicità curativa". Alla fine ha trovato una combinazione di "medicamenti" e "integratori" che lo soddisfa e che ritiene utile. Ha impiegato due anni per liberarsi dei dolori (combinato con intenso lavoro corporeo) e per poter vivere senza analgesici. Ma ci è riuscito e non riscontra dolori da tre anni.



5.2  Approccio terapeutico istapenia

scarsa sintetizzazione o consumo di istamina

L'approccio terapeutico consiste in questo caso in una proposta terapeutica formalizzata e da far approvare dal medico e dallo psichiatra curante consistente in proposte concrete per medicazione, dieta e integratori alimentari.

L‘esperienza terapeutica ci ha insegnato, che in diversi casi di istapenia in combinazione con malattie degenerative dell' apparato motorio serve molto la medicazione con istidina!

La medicazione pratica per queste circostanze è spesso problematica perché:

  • Nei preparati multivitaminici in commercio, le sostanze non si trovano in queste composizioni e dosaggi.

Ricettario galenico magistrale Istapenia: esempio

Rp.: Istapenia
Sostanza matt. sera dim. alternativa
Acido nicotinico 100 100 mg past. 50 mg
Nicotinamido 500 500 mg farmacista
Acido folico 1 - mg farmacista
Cobolamina (B12) 0.5 - mg farmacista
Zinco Zn 15 - mg Zinkvital®
Manganese Mn 10 - mg farmacista
° Betacarotene (pro A) 3 3 mg farmacista
° Vit. E 200 200 mg farmacista
m.f.* pulvis D. ad caps. tal. dos. per XXX (mattina e sera) S. Ingerire una caps. mattina e sera.

*indicazione per il farmacista: mescola, fai una polverina; incapsula questa dose in 30 e 30 capsula; Indica:
Abbreviazioni

° Visto anche altre deficienze metaboliche della mia cliente (non dipendenti dell’istadelia), prendo l’occasione della ricetta per aggiungere anche 6 mg di betacarotene e 400 mg di vitamina E dato che questo incide poco sul prezzo.
  • Come singoli prodotti sono anche reperibili, ma la somministrazione è scomoda perché sono tanti e il costo è abbastanza elevato (si paga il confezionamento di almeno una mezza dozzina di singoli prodotti). Ogni tanto procedo in questo modo durante una fase iniziale di poche settimane fino a quando l’esito è chiaro. (Nell’esempio sotto ho aggiunto dei prodotti finiti).
  • Sapendo come e dove, si riescono anche a trovare i singoli prodotti sciolti in forma di polvere e a prezzo modesto, ma la composizione e il dosaggio devono essere affidabili (necessità di una bilancia ad alta precisione che è molto costosa).
  • Chi ha la fortuna di conoscere un bravo farmacista disposto a fornire questo servizio, ha risolto il problema. Io personalmente mi trovo in questa confortevole situazione, perciò scrivo la ricetta p.es. come segue e lui si occupa di tutto il resto.

La ricetta magistrale accanto viene prodotto da Dr. Luca Milesi, Farmacia San Provino, CH - Agno.


In caso di insonnia (cave! non combinare con psicofarmaci):

  • L-Triptofane: 500 ... 1'000 mg Ardeytropin®
  • Vit. B6: 50 mg regolazione omocisteina

D.S. ingerire la sera con un dolce

In fasi di depressione acuta:

  • L-Fenilalanina: risp. tirosina 500 ... 1'500 mg
  • Vit. B6: 50 mg regolazione omocisteina

D.S. ingerire la mattina


6.  Ricettario ormoni sessuali ♀

Sono trattati i seguenti argomenti:
Menorree Mastopatia Sindrome premestruale

6.1  Menorree

Dismenorrea

(Mestruazioni dolorose e forti).

Dismenorrea it.Wikipedia Ricettario malattie genitali MmP Dismenorrea Google


dismenorrea
Rp.: Dismenorrea
TM Chamomillae 10 antinfiammatorio
TM Rutae 30 motilità uterina
TM Alchemillae ad 50 calmante uterino
D.S.In caso di dolori mestruali fino a 5 volte al giorno 3 ml.

Abbreviazioni



Achillea millefolium

con disposizione stitica/discratica'''

Rp.: Dismenorrea con disposizione stitica/discratica
TM Frangulae lassativo
TM Achillea millefolii tonificante uterino
TM Sennae lassativo
TM Graminis aa 25 antidiscratico
D.S. Ingerire fino a tre volte al dì fino a 1 ml (40 gtt.) in un Pò di acqua tiepida

Abbreviazioni

Rp.: Dismenorrea spastica
Tinct. Belladonnae 1 spasmolitico musc. liscia
Tinct. Frangulae 50 lassativo
D.S. 20 gtt. la sera ed ev. in caso di spasmi fino a 3 volte al giorno.

Abbreviazioni



Ruta

(applicazione sulla benda)'''

Rp.: Dismenorrea (applicazione sulla benda)
O.E. Melissae nervino
O.E. Eucalipti stimolante
O.E. Foeniculi aa ad 6 carminativo
Ol. Calendulae ad 30 dermarigenerativo, vettore olii essenz.
D.S. 20 gtt. sulla benda.

Abbreviazioni

(applicazone locale)'''

Rp.: Dismenorrea (applicazione locale)
OL. Chamomillae inf. 20 antiinfiammatorio
O.E. Carvi gtt. X carminativo
O.E. Foeniculi gtt. X carminativo
O.E. Menthae pip. gtt. XX localanestetico
D.S.Spalmare poche gocce sul basso ventre.

Abbreviazioni



Atropa belladonna
Terapia ortomolecolare
Rp.: Dismenorrea
Vit. E mg 400
Niacina (B3) mg 100 ... 300 assieme a
Vit. C mg 500
Magnesio mg 400
Olio di Enotera caps. 4..6

Abbreviazioni



Amenorrea, oligomenorrea acuta

Amenorrea it.Wikipedia Apparato genitale femminile MmP Amenorrea Google


Amenorrea

Rp.: Amenorrea, oligomenorrea acuta
Hb Gratiolae emmenagogo
Fol. Rutae emmenagogo
Fol. Sennae lassativo
Fruct. Foeniculi aa 25 carminativo
m.f. species. D.S. 1 c.m./ 1/2 l di acqua bollente. Infusione 20 min. Bere la mattina a digiuno entro 1 ora (cave! abortivo)

Abbreviazioni



Ipermenorrea funzionale acuta

Mestruazione it.Wikipedia Patologia genitale MmP Alterazione ciclo mestruale Google

Cave! escludere carcinomi genitali con un esame ginecologico


Polygonum hydropiper
(tormentosum)

Rp.: Ipermenorrea funzionale acuta
Hb Polygoni hydropip stiptico
Hb Equiseti coagulante
Hb Millefolii aa ad 100 tonificante
m.f. species. D.S. 2 c.t. in una tazza di acqua. Cuocere brevemente poi lasciar riposare 20 min. 3 volte al giorno.

Abbreviazioni



Poli- iper- a- oligo- menorrea cronica

I seguenti sono fitoestrogeni che infuiscono il riequilibrio ormonale.


Agnus castis

Rp.: Polimenorrea; ipermenorrea, amenorrea, oligomenorrea cronica
TM Agnus Castis 50 ormoregolatore
D.S. 1 ml matttina a digiuno per parecchi mesi.

Abbreviazioni


Rp.: Polimenorrea; ipermenorrea, amenorrea, oligomenorrea cronica
Agnolyt Madaus agnus castus
D.S. Secondo le indicazioni del produttore.

Abbreviazioni



6.2  Mastopatia

cisti mammellari, fibrosi cistica

Carcinoma mammario it.Wikipedia Mastopatia MmP

Cave! esclusione carcinomi tramite visita ginecologica.


Ciste mammellare

Rp.: Mastopatia semplice, cisti mammellari, fibrosi cistica
O.E. Geranio 05 linfostimolante
O.E. Incenso 01 antiedematico
Ol. Oenotherae 20 regolatore prostaglandine
Ol. Meliloti ad 50 trombolitico
D.S. Spalmare dolcemente da 1 ... 2 volte al giorno sui seni.

Abbreviazioni



Albero dell'incenso
Terapia ortomolecolare
Rp.: Fibrosi cistica dei seni
Vitamina E 400 mg Burgerstein
Wobenzym N
D.S. 3 x 1 caps. per giorno (1'200 mg)Vitamina E

3 x 3 pastiglie per giorno 1/2 ora prima dei pasti con 1 dl di acqua Wobenzin N.Per un mese combinato, poi in alternanza un mese vitamina E, un mese WOBENZYM N per almeno un anno.

Abbreviazioni



Melilotus off.
Terapia ortomolecolare
Rp.: Fibrosi cistica; terapia ortomolecolare
Vitamina A 20'000 ... 50'000 U.I.
Cave! solo sotto controllo medico
Oppure corrispondente:
Betacarotene 6 ... 15 mg
Vitamina E 400 ... 800 mg
Complesso vitamina B; alto dosaggio con cholina e
min. 25 mg di B6
Iodio 150 ... 250 mcg
Zinco 30 ... 60 mg
Olio di Enotera 4 ... 8 caps.

Abbreviazioni



6.3  Sindrome premestruale

Sindrome premestruale it.Wikipedia

Mastodinia

Sindrome premestruale


Oenothera biennis

mastodinia it.Wikipedia Malattie e disturbi umani MmP

Rp.: Mastodinia, sindrome premestruale
Oleum Oenotherae 50 regolatore prostaglandinico
D.S.1 c.t. 2 volte al giorno ca. una settimana prima delle mestruazioni.

Abbreviazioni



Gli ingredienti delle seguenti ricette possono essere facilmente combinati tra loro e combinati con le ricette per le “-menorree”


Taraxacum
Rp.: Sindrome premestruale

Con tensioni, spasmi acuti:

TM Pulsatilla
TM Valeriana aa ad 50
D.S. 1 ... 5 al giorno 1 ml.

Abbreviazioni

Rp.: Sindrome premestruale

Con ansia, irrequietezza acuta:

TM Scutellariae
TM Valerianae aa ad 50
D.S. 1 ... 5 volte al giorno 1 ml.

Abbreviazioni



Pulsatilla montana
Rp.: Sindrome premestruale

Con ritenzione di liquidi acuta:

TM Taraxaci 50
D.S. D.S. 3 volte al giorno 1 ml.

Abbreviazioni

Rp.: Sindrome premestruale SPM
Vit. B6 mg 50...100
Vit. E mg 400
Prep. multiminerale min. Zn 10 mg; Cr 200 mcg; Mn 5 mg
Calcio mg 800...1'000
Magnesio mg 400
Ol. Enotera caps. 4...8

Abbreviazioni


7.  Alternative all’uso del Cortisone

La naturopatia tenta di procedere in maniera meno sintomatica e di curare il disturbo più "a monte". Ciò non sempre porta a un esito sufficientemente positivo. Ma ci sono delle alternative valide applicabili a molti casi.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Antistaminici naturali Antiedematici Antinfiammatori Antiallergici Antidolorifici

7.1  Antistaminici

prurito, edemi, allergie


Adhatoda vasica

Nigella sativa

Nigella sativa it.Wikipedia Nigella sativa arabcomint

Rp.: Antistaminico
Oleum Nigellae sat. 50
D.S.

- Trattamento locale: spalmare sulla parte che prude più volte al giorno poche gocce.
- Trattamento sistemico: ingerire 3 p.d. 1 c.t.

Abbreviazioni



Sembra che alcuni olii abbiano degli effetti simili a quelli dei corticosteroidi, specialmente l’olio di nigella sativa, sia ad uso locale (allergie), sia a quello sistemico senza gli effetti collaterali specialmente in caso di una gravidanza o nei bambini:
Un altro "antiistaminico" efficace è Adhatoda vasica usata in Medicina ayurvedica in forma di Extr. Ol. e Tinct. Fol.: contro asma e emazie. Essendo uterotonico non si usa in gravidanza.

7.2  Antiedematici

Olio di enotera erbe-officinali



Boswellia sacra

Non tenendo conto dei diuretici e dei trattamenti manuali come il linfodrenaggio, a un livello sistemico conosco unicamente apposite preparazioni con la resina dell’incenso.

Per uso topico servono specialmente:

  • Olio di Enotera.
  • Aeth. Incensi.
  • Aeth. Geranio.

Incenso

Nelle apposite preparazioni da spalmare sulle zone edematose.

L’olio di enotera è molto utile a un livello sistemico (da ingerire) per via di scompensi dell’umore come p.es. nella sindrome premestruale, grazie a degli effetti di equilibrio della prostaglandina e degli altri ormoni steroidei.

7.3  Antinfiammatori

Artiglio de diavolo benessere Wobenzym pforster


Artiglio del diavolo




Un’alternativa a delle infiammazioni specialmente del tipo "reumatico", oltre alla nigella é rappresentata dagli antiossidanti (come la Vit. E a partire da 600mg p.d.) e dagli specifici fitoterapici come il Harpagophytum (artigli del diavolo), il salice, la regina dei prati e il cynobastus in apposite preparazioni.

Anche gli oli di pesce e specialmente gli enzimi proteolitici (WOBENZYM N) sono dei potenti antinfiammatori.

7.4  Antiallergici

Antiallergici pforsterforum

rc. 2610 Rinite allergica

  • Tinct. Sambucus niger 12
  • Tinct. Euphrasia (diminuisce le secrezioni nasali)
  • Tinct. Hydrastis
  • Tinct. Petasitidis aa ad 30 (miorilassante)

D.S. Ingerire da 2... 3 volte al dì 40 gocce (fino a 120 gocce) diluite in un pò d'acqua tiepida.

rc. 2397 Asma allergica

  • Tinct. Ephedrae 5 (simpatotonico)
  • Tinct. Lobeliae 5 (vagotonico)
  • Tinct. Verbasci X (espettorante)
  • Tinct. Petasitidis ad 30 (miorilassante)

D.S. Diluire da 10 gocce 2 volte al giorno in un pò d'acqua tiepida. Alla sera ingerire fino a 20 gocce.


rc. 4078 Eczema allergica

  • Ol Nigellae 80 (antistaminico)
  • Ol Oenotherae 20 (prostaglandineregolatore)
  • Aeth. Lavandulae gtt. XX (disinfettante)
  • Aeth. Camomillae gtt. X (antiinfiammatorio)
  • Oxidi Zinci crudi 5 (protezione UV)

D.S. Applicare qualche goccia sulle parti colpite parecchie volte al giorno.

A un livello sistemico,oltre alla nigella, si usa spesso la Tinct. Ephedrae. Sono consigliabili pure i metodi naturopatici dalle diete fino alla desensibilizzazione p.es. quella con il proprio sangue. Anche il calcio e specialmente l’aminoacido Metionina nella combinazione con la vitamina B6 sono potenti antiallergici.


7.5  Antidolorifici


Giusciamo

Il cortisone viene indirettamente usato come antidolorifico sarebbe opportuno considerare anche l’efficacia degli oppiacei. Essi hanno meno effetti collaterali (praticamente solo la costipazione che è controllabile). L’assuefazione, se vengono somministrati in modo corretto, è una leggenda. Come naturopati non abbiamo a disposizione questo strumento, ma ogni tanto ce ne servono degli altri:

A un livello sistemico, prevalentemente:

  • Tinct. Petasiti (spasmolitico/ antidolorifico).
  • Tinct. Spirae ulmariae (inibitore sintesi prostaglandine; salicilato).

A un livello topico servono prevalentemente:

  • Aeth. Menthae
  • Aeth Caryophylli (chiodo di garofano).
  • Tinct. Aconiti (Cave! molto velenoso se ingerito).
  • Olio di Giusciamo (Cave! psicotropico/ velenoso se ingerito).

In apposite preparazioni.

8.  Allegati

8.1  Impressum

Fitoterapia 18
Ricettario ormonale / endocrino
Autori e relatori:
Peter Forster, medico naturista NVS, docente di "Materia medica Popolare" e terapista di tecniche corporee
✝ Bianca Buser, fu terapista di tecniche corporee,
aromaterapia e fitoterapia applicata.

Versione web:

Illustrazioni, collegamenti e cura di Daniela Rüegg

Cc by P. Forster & D. Rüegg
3.0-it 2013

8.2  Commenti

alla pagina Ricettario ormonale / endocrino; ev. cliccare sul titolo per stilare un commento.

Peter06 June 2013, 10:36

test

Commento 
Autore 
Enter code 112

clic→ Medicina popolare Domini di MedPop
© Cc by P. Forster & B. Buser nc-3.0-it
Ultima modifica: July 08, 2013, at 08:23 AM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on July 08, 2013, at 08:23 AM