Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

PT /

2.1.1 Malattie e cure dermiche

←720px→

Categoria: Enciclopedia Patologia Terapia Derma

 

Autore: Peter Forster
Il presente testo è stato revisionato,
illustrato e linkato
da Daniela Rüegg in base
alla dispensa Patologia tegumentaria PT 2.1.

Derma-Net-Online

1.  Introduzione

Le malattie dermiche si definiscono come lesioni dermiche:

  • traumatiche, infettive, neoplastiche, allergiche, ereditarie,
  • delimitate regolarmente o irregolarmente, come macchie locali o estese su tutto il corpo;
  • di diverse profondità (sporgenti, incise, superficiali).


2.  Traumi cutanei e soccorso


Ferita

Ferite traumatiche nonsolostomia

Estesi, profondi o gravi traumi cutanei vanno trattati in pronto soccorso. Piccole ferite, ustioni o ematomi si curano "da sè".

Nei traumi con epidermide lesa sono anzitutto da evitare le infezioni. Sull'epidermide illesa si trova una ricca flora dermica che dopo lesioni non dovrebbe infettare i tessuti sottostanti.

Per imparare a medicare a regola d'arte dei piccoli traumi, consiglio vivamente di frequentare un corso di pronto soccorso organizzato dai Samaritani o dalla Croce Rossa.

◦⦆─────⦅◦

2.1  Piccole ferite


Graffio
  • È bene lasciarle sanguinare un pò (l'uscita del sangue asporta i germi).
  • Se la ferita è sporca la si pulisce con acqua potabile corrente.
  • Poi si disinfetta (disinfettante sintetico, alcol, Aeth. Lavandulae) e si medica con un cerotto o una benda. → Medicazione di piccole ferite


◦⦆─────⦅◦

2.2  Ustioni


Ustione

Ustione it.Wikipedia Ustioni comune.modena Ustioni: primo soccorso MmP

Pronto soccorso:

  • immediatamente acqua fredda sulla ferita per almeno 20 minuti per evitare ulteriore surriscaldamento e susseguenti lesioni tessutali. Ev. ghiaccio nella bacinella!
  • valutare profondità ed estensione dell'ustione: se di II grado e/o di estensione più grande del palmo di una mano: chiamare il medico del pronto soccorso e chiedere istruzioni
  • dopo il raffreddamento: Aeth. Lavandulae sulla ferita (inizialmente ogni 2 o 3 ore, poi almeno due volte al dì).
  • Se si riscontrano forti dolori: applicazione di analgesico antipiretico (p.es. paracetamolo)
  • Se le infiammazioni sono estese: applicazione di enzimi proteolitici (p.es. WOBENZYM N come antiinfiammatorio)
  • Regolare l'equilibrio idroelettrolitico con assunzione di brodo

Trattamento → Ustioni fresche:

  • applicare Aeth. Lavendulae almeno 2 volte al dì
  • Non bendare, perchè il siero fa aderire la garza alla pelle.
  • Proteggere possibilmente la ferita da pressioni.
  • Niente pomate, oli o altri disinfettanti
  • Non aprire il flittene
  • Proseguire con l'applicazione di Aeth. Lavandulae finchè la ferita è chiusa
  • Quando la ferita è chiusa: applicare Ung. Consolidae e Aeth. Lavandulae fino alla completa guarigione.

◦⦆─────⦅◦

2.3  Ematomi

Ematoma it.Wikipedia Ematomi sportmedicina Eritema Ricettario dermico

Gli ematomi si formano con l'emazia (rottura di capillari) del tessuto cutaneo o sottocutaneo. Se si riscontrano spesso e si formano facilmente è sintomo di una coagulazione disturbata da segnalare al medico. Molto spesso si tratta:

  • di una mancanza di calcio o
  • di pazienti che si medicano con anticoagulanti
  • di un'iniezione intravenosa malfatta
  • conseguenza di un colpo o una botta

Col tempo i fagociti / macrofagi del sistema immunitario smaltiscono il sangue (coagulato) che si trova nel tessuto connettivo.

Un aiuto è dato dalle pomate che contengono eparina come p.es. Hirudoid® f Gel.

◦⦆─────⦅◦

2.4  Guarigione di ferite aperte


Cicatrice

Medicina estetica sgmedicina Medicazione di piccole ferite Ricettario dermico

In seguito a lesioni, rigenerazione tramite mitosi di tessuto epiteliale, connettivo e capillare.

Completo di strato germinativo se superficiale, se più profondo con tessuto cicatrizzante. Uso di Aeth. Lavendulae come disinfettante e cicatrizzante.


Fasi di guarigione

Le fasi principali
A) Fase essudativa.
B) Fase di riassorbimento.
C) Fase proliferativa.
D) Cicatrizzazione.

Preliminare: fino al 3° giorno
Essudativo, poche ore: la ferita si chiude tramite secreti della ferita e in seguito a coagulazione del sangue.
Riassorbimento 1...3 giorni: fagocitosi di microbi e cellule distrutte. Disinfezione e sostegno della fagocitosi.

Proliferativa
Dal 4° al 7° giorno: formazione di tessuto granuloso (connettivo e capillari → congelato); chiusura dall'esterno con epitelio.

Cicatrizzazione
Dopo l'8° giorno: trasformazione da "granuloso” in "cicatrizzato” (senza corium, peli, ghiandole sudorifere e sebacee) formazione epidermica dai bordi.

Tipi di guarigione
Primaria: guarigione in ca. 1 settimana di piccola lesione senza cicatrice notevole.
Secondaria: guarigione più lunga con cicatrici notevoli.

◦⦆─────⦅◦

2.5  Trattamento delle cicatrici

  • incomincia 2 settimane dopo la cicatrizzazione completa con un massaggio a base di unguento cicatrizzante e
  • ca. dopo 2 mesi con un trattamento anti-focolaio.

Ricettario galenico magistrale: Unguentum cicatrizzante

Rp.: Unguentum cicatrizzante
Gel Contractubex®
Merz + Co. Frankfurt
D.S. Massaggiare 2 p.d. 10 min. la cicatrice col gel. Evitare sole e calore sulla cicatrice! (cerotto).

Abbreviazioni

Il gel contiene: estratto di cipolla, eparina e allantonina.

  • L'eparina è contenuta in Hirudoid forte (SANKYO-Pharma).
  • Allantonina in Unguentum Consolidae (Symphytum) (Hänseler).

Di seguito è citata una preparazione "casalinga”.

Preparazioni casalinghe

Ricettario galenico magistrale: Unguento cicatrizzante

Rp.: Unguento cicatrizzante
Ung. Consolidae 100 (Hänseler)
Bulb. Allium cepae cipolla 50
f. Estratto a calore basso per 10 min., filtrare. Adde:
Ung. Hirudoid** forte 50 SANKYO
f. Unguentum cicatrizzante
D.S. Massaggiare 2 p.d. 10 min. la cicatrice con l'unguento. Evitare sole e calore sulla cicatrice (cerotto).
Abbreviazioni

** Invece di applicare l'eparina in forma di unguento, mia nonna applicava le sanguisughe vicino alla cicatrice procurando, in una sola volta, una medicazione con una durata di ca. 6 mesi.

Ricettario galenico magistrale: Unguentum Consolidae

Rp.: Unguentum Consolidae
Adeps Suillis 200 Grasso di maiale
Hb. Consolidae (Symphytum) 50
f. Far sciogliere il grasso a fuoco basso. Aggiungere Hb. Consollidae e lasciar macerare per 10 min. Filtrare con garza fine e pressare → (riporre in un vasetto a chiusura ermetica).
D.S. Applicare sulle cicatrici.

Abbreviazioni

L'unguentum Consolidae è facilmente producibile in cucina. Richiede solo un pò di impegno.

Trattamento anti focolaio

Il trattamento anti-focolaio si esegue una, al massimo 2 volte:

  • o con la neuralterapia (iniezione di Xylocain 2% ASTRA) con ago fine (Sterican 0,4x40 mm, Braun) sottocutaneo dove si trova la cicatrice
  • o con massaggio perpendicolare alla cicatrice dopo aver applicato un crio - localanestetico (spray Aethylchlorid, Sintetica SA) in pezzi di ca. 1…2 cm.

3.  Variazioni superficiali della pelle

Non sporgono, non sono incise.

◦⦆─────⦅◦

3.1  Macchie bianche


Albinismo

Albinismo it.Wikipedia Vitiligine saninforma

Eccesso di fibre connettive nel derma e mancanza di melanina (es. cicatrici). Mancanza ereditaria di melanina → "Albinismo” (fotofobico, nistagismo e vista debole).

◦⦆─────⦅◦

3.2  Macchie rosse (eritema)

Eritema it.Wikipedia Eritema automedicazione

Vengono trattati i seguenti temi: Infiammazioni Sistema circolatorio(naevus flammeus)

Infiammazioni


Eritema

Infiammazioni it.Wikipedia Affezioni dermatologiche Google

Istamine, sostanze chimiche o escreti di batteri e anche troppo sole aumentano la circolazione dermica → rossore;
Se la pelle è fortemente surriscaldata sono possibili:

  • spasmi, collasso circolatorio, "colpo si sole”
  • spasmi causati dalla perdita di sodio in seguito alla traspirazione (sudore)
  • collasso circolatorio per ipovolemia (perdita di liquidi) e deflusso venoso disturbato
  • "colpo di sole”: aumento della temperatura e poi collasso.

Eritema causato da esposizione al sole

(luce ultravioletta)
Secondo l'intensità e la durata, apparizione di rossore e bruciore fino alla formazione di flittene. Il culmine dell'infiammazione si manifesta da 14 a 24 ore dopo la bruciatura e la desquamazione dell'epidermide.

Sistema circolatorio (naevus flammeus)

Angioma piano Google


Angioma

Nel caso in cui è localmente dilatato dalla nascita o a causa di un'infiammazione.

Buoni successi con gli interventi della terapia laser. Come antistaminici si prescrivono: il cortisone, il calcio, l'oleum nigellae.

Naevus flammeus (innato): dilatazione di capillari dermici.

◦⦆─────⦅◦

3.3  Macchie cianotiche


Malattia di Raynaud

Malattia di Raynaud medicinaoltre

Specialmente dita di mani e piedi, naso, labbra in caso di malattie cardiache e polmonari o a causa di un impedimento di deflusso venoso o di policitemia (eccesso di produzione di cellule sanguigne).

◦⦆─────⦅◦

3.4  Macchie marroni


Melasma

Melasma asl3

Sovraproduzione di melanina dovuta a disturbi endocrini o avvelenamenti. Si presentano in gravidanza o per uso di ormoni contraccettivi o di sostanze fotoattive. Macchie di "senescenza”; macchie della sindrome posttrombotica.

◦⦆─────⦅◦

3.5  Vitiligo (macchie bianche)


Vitiligo

Vitiligo health-care-articles

Mancanza di pigmentazione (melanina) acquisita. Mani, faccia, gambe, zona anogenitale, anche capelli; macchie simmetriche. In seguito a diabete, malfunzionamento della tiroide, lupus eritematodus, anemia perniciosa; probabilmente processo autoimmunitario. Proteggere dal sole le parti in causa.

◦⦆─────⦅◦

3.6  Iperidrosi


Iperidrosi

Iperidrosi iperidrosi Sudore abituale ... Ricettario dermico

Le sudorazioni eccessive possono avere diverse cause

  • disturbi ormonali surrenali
  • disturbi ormonali sessuali (vampate in menopausa)
  • attacchi di panico o di stress
  • variazione genetica

Non si tratta di una malattia ma questi sintomi possono creare problemi nell'ambito relazionale. In casi lievi i sintomi vengono trattati con:

  • tè di salvia da bere o da applicare su compresse
  • sostanze astringenti come Hamamelis
  • sostanze tanniniche come Cort. quercia

o varie combinazioni come compresse o bagni.

In casi gravi si tenta di "tappare" le ghiandole sudoripare con cloruro di alluminio (AlCl3*6H2O) soluto a mass. 20% in un Gel di metilcellulosa (Adulsion MH 300) e acqua purificata. Per le ascelle funziona abbastanza bene, a volte per mani e piedi

Ricettario galenico magistrale: Sudore abituale alle mani, piedi, ascelle

Rp.: Sudore abituale alle mani, piedi, ascelle
MH 300 Adulsion 0,75 g. (Metilcellulosa)
H2O Acqua purificata ad 50,00 g. constituens
m.f. Gel (lasciar gonfiare per 24 ore). Adde:
AlCl3 x 6H2O Cloruro di alluminio 6,25 g. (mass. 10,00 g.), specifico locale contro iperidrosi
m.f. Gel
D.S. la sera, inizialmente ogni 2 giorni spalmare sulle parti critiche (ascelle, mani, piedi).

Poi una volta la settimana per qualche mese. Abbreviazioni

Per i casi di stress e panico conviene trattare seriamente il disturbo basilare con un trattamento "allenamento all'autonomia" o con una psicoterapia.
In caso di vampate serve poco trattare il problema del sudore. Meglio curare gli sbalzi ormonali (p.es. con Cimicifuga). Vedi capitolo: "Disordini dell'apparato genitale femminile"→ Disordini funzionali
Per disturbi dell'apparato ormonale (surreni) conviene trattare questo disturbo e non il sudore che è solo uno dei sintomi della malattia.

4.  Variazioni sporgenti della pelle

Su o nella pelle. Resti di unguento sulla pelle, resti di sporco, seborrea, sudore, funghi.

◦⦆─────⦅◦

4.1  Ichthyosis vulgaris

Ittiosi farmaciaonline


Ichthyosis (totale)

Ichthyosi (dettaglio)

Inspessimento ereditario dell'epidermide con squame.

◦⦆─────⦅◦

4.2  Psoriasi vulgaris

Psoriasi lapsoriasi Psoriasis Ricettario dermico


Psoriasis media

Psoriasis grave


Probabilmente di origine metabolica; macchie rosse con squame argentee; corneificazione accelerata; predisposizione e fattori di scatto come alcol, stress, infezioni, irritazioni tossiche o allergiche.

Vengono trattati i seguenti temi: Psoriasi grave Psoriasis media

  Psoriasi grave

Psioriasi guidautile

Questa malattia si riscontra tra l'1 e il 2% della popolazione. Essa affligge soprattutto i gomiti, le ginocchia, l'osso sacro e il cuoio capelluto.

Psoriasi media

Psioriasi dermaclub

Questa malattia può manifestarsi dopo un'angina tonsillare acuta.

◦⦆─────⦅◦

4.3  Pityriasis


Pityriasis versicolor

Pityriasis rosea

pityriasis dermastudio

Corneificazione rapida e incompleta. La causa è un fungo. Normalmente guarisce da sola in poche settimane.

◦⦆─────⦅◦

4.4  Eczema e simili


Eczema

Eczema it.Wikipedia librodermatologia unich Eczemi Ricettario dermico

Di contatto, non allergico, allergico o microbico. Prude, è rosso, provoca essudati, croste.

C'è un test epicutaneo per determinare gli allergeni.

→ ricettario Eczemi

Eczema di contatto non allergico (non specifico)
Le casalinghe se lo provocano con l'uso di detersivi sbagliati; è pure di origine meccanica e chimica (petrolio).

Eczema di contatto allergico (a sostanze specifiche)


Eczema allergico cronico

Eczema allergico acuto

Tante sostanze possibili.

Test epicutaneo per evitare sostanze allergeniche.

Eczema microbico (allergie a microbi)
Spesso sintomo di tonsillite, bronchite, prostatite (latente). Trattamento coadiuvante → antistaminici, germicidi.

◦⦆─────⦅◦

4.5  Neurodermite


Neurodermite

Neurodermite it.Wikipedia Neurodermite dermastudio Neurodermite Ricettario dermico

Eczemi che prudono molto, combinati spesso con asma bronchiale e/o raffreddore del fieno dall'infanzia; si manifestano spesso di notte e sotto stress → antistamine. → ricettario Neurodermite

◦⦆─────⦅◦

4.6  Orticaria

Orticaria it.Wikipedia orticaria allergyverona


Orticaria dopo trattamento
con antibiotici

Orticaria dopo
l'applicazione di freddo

Orticaria come conseguenza
di calore e sudore


Formazione di flittene con forte prurito. Allergica o fisica. In casi importanti, pericolo di choc. Trattamento coadiuvante con antistamine.

◦⦆─────⦅◦

4.7  Impetigo contagiosa

impetigo health-care-articles.info


Impetigo contagiosa con flittene piccole

Impetigo contagiosa con flittene grandi


Infezione di staffilo- o streptococchi: pustule, croste, nodi linfatici ingrossati e spesso prurito.
Divieto di trattamento per naturopati, pomata germicida o olio germicida, come trattamento coadiuvante.
Cave! molto contagioso.

5.  Tumori della pelle

dermochirurgia mauriziano

In caso di sospetto consultare il dermatologo.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Basalioma Spinalioma Melanoma maligno

5.1  Basalioma

Basalioma it.Wikipedia Basalioma spazioprevenzione


Basalioma noduloso

Basalioma ulcerante
  • Appare in faccia e sul cuoio capelluto.
  • Semi maligno. Raramente crea metastasi.
  • Divieto di trattamento per i naturopati.
  • Con citostatici locali quasi il 100% di guarigione.
  • In caso di sospetto consultare il dermatologo.

◦⦆─────⦅◦

5.2  Spinalioma


Spinalioma

Spinalioma dermastudio

In posti esposti a frequenti irritazioni. Epitelio pavimentoso, maligno → metastasi. Divieto di trattamento per i naturopati; labbra, ano, pene, vulva, cicatrici. Citostatici locali ed ev. operazione.

◦⦆─────⦅◦

5.3  Melanoma maligno

Melanoma it.Wikipedia Melanoma salutedonna

Noduli molli scuri circondati da una zona di pelle infiammata (arrossata). Metastasi.


Melanoma iniziale

Melanoma maligno noduloso

Segni sospetti:

  • variazioni di pelle crescente che non guarisce
  • rapida crescita di un neo
  • superficie nodosa
  • aumento di pigmentazione
  • anello rosso, infiammato intorno al neo
  • tendenza a sanguinare
  • formazione tumorale
  • noduli satelliti
  • ingrossamento nodi linfatici locali
  • impressione di "lavoro” nel tumore.

6.  Variazioni subcutanee

Ascesso Fistole Cisti

6.1  Ascesso


Ascesso

Ascesso it.Wikipedia Ascesso beauty-cosmetic-guide

Concentrazione di pus sotto la pelle. Forma infiammata: rossa con calore, rossa e dolorante; forma "fredda” in casi cronici (es. tubercolosi) (vedi ricetta indicata in seguito)→ ric. 2.1

◦⦆─────⦅◦

6.2  Fistole


Fistola vestibolare

Fistola it.Wikipedia Fistole anali colorep

Tubulo di secrezione anomale da un organo più profondo. Consultare il medico.

◦⦆─────⦅◦

6.3  Cisti


Ciste

Cisti it.Wikipedia Ciste donnamoderna

Liquido incapsulato in epitelio (autentici, atenomi) e tessuto connettivo (pseuso-; sudorifere, sebarifere). Consultare il medico per un controllo. (vedi ricetta indicata in seguito).→ ric. 6.5

7.  Malattie parassitarie


Sarcoptes scabiei

Disinfestazione it.Wikipedia

Sono trattati i seguenti argomenti:
Scabbia Pidocchi


◦⦆─────⦅◦

7.1  Scabbia


Scabbia

Scabbia msd-italia

Infestazione da parassita con forte prurito.

Sono trattati i seguenti argomenti:
Germe Infezione Caratteristiche Posti prediletti

Germe: Milba (tipo di ragno)

Infestazione: Contatto diretto (spesso sessuale, ma anche tramite biancheria infetta).

Infezione it.Wikipedia

Caratteristiche:

Righe bianche sotto la pelle (tunnel della femmina) con uova e al termine la milba: nodi, pustole, prurito durante la notte. 17 giorni per la riproduzione.


Scabbia con localizzazione al dito

Posti prediletti: Tra le dita, sui polsi, organi sessuali, ascella, ombelico, piede interno.

Complicazioni: Graffi in seguito a prurito, infezioni secondarie, eczemi, linfadenite locale.

Divieto di trattamento per i naturopati. → ricettario Scabbia

◦⦆─────⦅◦

7.2  Pidocchi


Pidocchi

Pidocchi it.Wikipedia Pidocchi pediatric.

Insetti che succhiano sangue e sono portatori di malattie.

Testa Vestiti Feltro

Testa: Insetti che succhiano sangue e sono portatori di malattie. Creano prurito da secreto, depositano nisse (uova) nei capelli (vedi ricetta indicata in seguito). → ric. 4.1

Vestiti:

malattia di Lyme Wikipedia

Le uova nei vestiti trasmettono Rickettsia prowazekii, Borrelia vecurrentis, Rickettsia quintana.

Feltro: Peli pubici, prurito, infezione quasi sempre per contatto sessuale.

8.  Annessi

8.1  Bibliografia

  • Richter, Isolde: Atlas für Heilpraktiker; Urban & Schwarzenberg: ISBN 3-437-55871-4
  • Weiss, Rudolf Fritz: Lehrbuch der Phytotherapie; HIPPOKRATES, Stuttgart 1999
  • Rassner, Gernot: Dermatologie; Urban & Fischer, 1997
  • Bassi, Roberto: La ragazza che odiava gli specchi (appunti di dermatologia psicosomatica); Bollati Boringhieri, ISBN 88-339-1008-32
  • BRESIN NADIA - LONGOBARDI MARGHERITA - MOISE GIANMICHELE: DERMATOLOGIA PER INFERMIERI PROFESSIONALI; CEA
  • ARCANGELI FABIO; LONGO FILIPPO: DERMATOLOGIA PER IL PEDIATRA; CAROCCI
  • STRUMIA RENATA; VENTURINI DANIELA; BALBONI FULVIA: MANUALE DI DERMATOLOGIA. PRINCIPI DI CLINICA E NURSING; CAROCCI

8.2  Sitografia


8.3  Commenti

alla pagina PT/2.1.1 Malattie e cure dermiche: Ev. cliccare sul titolo per stilare un commento.

Eleonora Caponi21 December 2010, 00:58

Ciao sono Eleonora e ho trovato molto interessante questa parte del sito, pensavo fosse un progetto wiki ma non sono riuscita ad aggiungere il mio commento e la mia modifica. Se è ancora un progetto 1,0 vi consiglio di renderlo 2.0 (tipo wikipedia per intenderci). Altrimenti di modificarlo voi. Vi scrivo in merito alla sezione pidocchi, avete trascurato il pericolo legato all'uso troppo frequente fatto dalle mamme disperate che usano pesticidi e antipulci per cani e gatti o shampoo pericolosi per eliminare i pidocchi. E sarebbe bene fare informazione su questo. Potete trovare altre info su: www.pediatrix.it http://www.eliminarepidocchi.com e nella voce inglese di wikipedia (o americana non ricordo)

Peter21 December 2010, 13:12

Cara Eleonora, grazie per il Tuo interesse. Il nostro Wiki non ha niente a che fare con Wikipedia ma è uno nostro privato dedicatro alla medicina popolare. Siamo sempree interessati in delle collaborazioni. Se ne vuoi partecipare, scrivimi un mail a pforster@nikko.ch e Ti do la password per entrare in redazione. Buone feste 8>)__Peter

clic→ Medicina popolare Domini di MedPop
© Cc by P. Forster & B. Buser nc-3.0-it
Ultima modifica: March 16, 2011, at 10:58 AM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on March 16, 2011, at 10:58 AM