Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

7.3 Infezioni batteriche

.php .html .pdf → Lucidi: .pdf .ppt .png Infeziologia Immunità Vaccinazioni
P. Forster B. Buser

a cura di D. Rüegg

Dispense: Generalità sulle malattie infettive: MmP PT 1.1 Introduzione allo studio delle malattie infettive: Patologia generale: infezioni: CSA


1.  Basi infeziologiche

Basi
  • Temi e letteratura
  • Basi di infeziologia
  • Termini infeziologici
  • Zoonosi
Immunizzazione
  • Sistema immunitario e infezioni
  • Immunizzazione attiva
  • Immunizzazione passiva
Infezioni batteriche e batteri
Infezioni micetiche e miceti
Infezioni metazoiche (parassiti)



1.1  Temi e letteratura

Infeziologia

  • Basi infeziologiche
    • Basi di infeziologia
    • Termini infeziologici
    • Zoonosi
  • Immunizzazione
    • Sistema immunitario e infezioni
    • Immunizzazione attiva
    • Immunizzazione passiva
  • Infezioni batteriche e batteri
  • Infezioni micetiche e miceti
  • Infezioni metazoiche(parassiti)


MALATTIE INFETTIVE PARASSITARIE
Autore FINCH ROGER
Editore MINERVA MEDICA
Data pubblicazione 1-01-1994
Prezzo Euro 20,00
Pagine 392

MICROBIOLOGIA MEDICA
Autore SHERRIS JOHN
Editore FLORIO
Data pubblicazione 1-01-1987
Prezzo Euro 43,90
Pagine 730

1.2  Basi di infeziologia

Basi di infeziologia sites.google.

Infezioni

  • Virali(per es.influenza, herpes)
  • Clamidi,Ricksettie(per es.Chlam. vaginalis)
  • Protozoiche(per es.malaria)
  • Micetiche{per s.fungus candida albicans)
  • Batteriali(pe es. Helicobacter pylori
  • Metazoiche(parassiti)
    • Vermi(per es. acari)
    • Insetti(per es. zecche)

L'organismo umano consiste in ca. 20 miliardi di cellule proprie e in ca. 200 miliardi di "ospiti". La maggior parte degli ultimi sono simbionti. La vita umana senza di loro sarebbe inimmaginabile. Tra le tante altre funzioni hanno il compito di formare un efficace schermo contro invasori patogeni (p.es. batterofagi; virus che si propagano in determinati batteri).

Una minima parte invece sono "patogeni": creano fastidi, disturbi, malattie umane e certi possono essere letali. Di loro se ne occupa (a livello umano) l'infeziologia. Raggruppa i "germi patologici" grossolanamente in sei gruppi:

A livello dell'organismo dei germi patogeni se ne occupa il sistema immunitario, con dei meccanismi sofisticatissimi per identificarli, inerzializzarli e smaltirli e con la capacità di "ricordarsi" di infezioni già subite e di reagire con enorme velocità su una loro ripetizione (immunità attiva).

La maggior parte dei germi patogeni ci viene trasmessa da bestiame domestico o da seguaci di cultura (zoonosi) i quali si servono dei germi patogeni come ospiti intermediari. Molti di loro vengono poi trasmessi da uomo a uomo tramite le mani, goccioline di respirazione, saliva, muco, sangue, urina o feci.

Se una persona si infetta o meno con un determinato germe dipende da diversi fattori; si tratta del gioco di un invasore verso le difese di un "aggredito" e per quanto tempo dura la guerra.

Per noi artigiani di medicina popolare si tratta quindi anche di prevenire le infezioni, di riconoscere dei sintomi e di "curare" le malattie infettive (almeno quelle "banali")

1.3  Termini infeziologici

Nell’infeziologia si usano spesso dei termini tecnici. Un primo gruppo si riferisce alla manifestazione dei sintomi:

  • locale e sistemico: infettato un determinato tessuto o tutto l’organismo
  • acuto e latente (occulto): infezione con sintomi chiari che non si nota
  • aerobiche e anaerobiche: batteri che vivono con ossigeno o in assenza
  • incapsulate (focolai) o meno: l’organismo “separa” l’infezione (p.es. …… o meno)

Un altro gruppo di termini si riferisce alla divulgazione di infezioni: le -demie:

  • epidemia (divulgato localmente o in un continente per un certo tempo p.es. poliomielite in India durante certi periodi)
  • endemia (divulgalgazione regionale e duratura, p.es. malaria)
  • pandemia (divulgalgazione in tutto il mondo per un certo tempo p.es. certe influenze)

Un altro gruppo di termini si riferisce alle conseguenze di infezioni:

  • morbidità (quanti si ammalano a causa di un'infezione)
  • mortalità (quanti muoiono a causa di un'infezione)
  • morbidità (quanti degli ammalati muoiono a causa di un'infezione)

Il quarto gruppo si riferisce ai tipi di immunità di un individuo:

  • immunità specifica e aspecifica: se sono coinvolti meccanismi immunitari indirizzati a determinati germi o solamente generali (lisozimi, complemento, …)
  • immunità congenita e acquisita: se una specie non tollera un germe o se lo combatte "per esperienza" (infezione subita o vaccinazione)
  • immunità naturale e artificiale: immune per aver subito l'infezione o per vaccinazione
  • immunizzazione attiva e passiva: se ci sono "cellule memoria" per fabbricare anticorpi o solo anticorpi (p.es. latte materno, anticorpi monoclonali)

Oltre a questi ca. 20 termini basilari, ce ne sono centinaia di altri. Almeno i sopra citati bisogna conoscerli per poter studiare il tema proficuamente.


1.4  Zoonosi

Zoonosi it.Wikipedia Zoonosi epicentro.

Zoonosi

BESTIAME: febbre emorragica di Crimea, Anthrax, brucellosi, tubercolosi bovina, la leptospirosi, Campylobacteriasis, febbre Q, Fascioliasis, Dicrocaeliasis
SUINI: Brucellosi, Anthrax, Scabbia, Leptospirosi, Campylobacteriasis, Erycipellas suina
OVINI E CAPRINI: Toxoplasmosi, Brucellosi,
GALLINE: Ornitosi / Psitacosis, Campylobacteriasis, Salmonellosi.
FELINI: Rabbia, Leptospirosi, Toxoplasmosi, Dermatofitosi.
CANI: Rabbia, Leptospirosi, Leishmaniosi, Toxocariasi, Echinococcosi, Cenouriasis, Scabbia,


2.  Immunizzazione

Immunizzazione corriere.it

Il sistema immunitario anzitutto non serve prevalentemente alla "difesa da aggressori" ma abitualmente smaltisce cellule morte del proprio organismo. Altrettanto riesce a identificare e a far morire delle cellule "aberrate" o "eretiche" (tumorali) del proprio organismo.
Essendo molto complesso, può anche "sbagliare", attaccando cellule "sane" del proprio organismo (malattie autoimmunitarie).
Certe "divisioni" possono essere temporanee o diventare ipereattive o iporeattive.
Le prime linee di difesa sono le fitte flore dermiche e mucotiche (respiratorie, digestive, urogenitali), in seconda linea seguono lisozimi e complementi. In terza linea ci sono monociti e macrofagi. In quarta linea ci sono eritrociti e B-linfociti. In quinta linea ci sono T-linfociti e natural-killer-cellule.
Tutti collaborano in maniera geniale e perfettamente coordinata.


2.1  Immunizzazione attiva e vaccinazioni

L'immunizzazione attiva succede “naturalmente” per un’infezione (con un determinato germe, subita senza morire) oppure per una vaccinazione riuscita con residui del germe.
In ambedue i casi si instaurano, oltre agli anticorpi, delle “cellule memoria” per questo germe che rimangono molto a lungo nell'organismo. Se si infetta di nuovo, il germe viene riconosciuto ed eliminato entro ore (prima che possa fare milioni di figli) e l'infezione passa “inosservata”.
Una vaccinazione è un’infezione con un germe (o suoi frammenti) “castrato”.
Gli effetti possono essere leggeri sintomi infettivi (il sistema immunitario lavora) per qualche giorno. Poi il corpo è “immunizzato” artificialmente e attivamente.
Visti gli accesi discorsi sul tema in una società sana, ricca e nevrotica, accanto proponiamo i nostri consigli.

Piano di vaccinazione differenziata


2.2  Immunizzazione passiva e "vaccinazione"

Immunizzazione passiva it.mimi.hu

Si dice immunizzazione passiva, quando un organismo dispone di anticorpi per identificare determinati germi. Questo mette in moto due rami di difesa immunitaria:
• formazione di complessi immunitari per inerzializzare i germi nella loro mobilità ed. ev. escrezione
• vivace fagocitosi, perché monociti e fagociti sono golosi di bocconi marcati con anticorpi.

Ci sono due forme di immunizzazione passiva, una naturale e una artificiale.

  • L'immunizzazione passiva naturale è data nei primi mesi di vita tramite il latte materno. Contiene vari tipi di anticorpi della madre che proteggono efficacemente il bimbo da malattie infettive contro le quali la mamma è immune. Questo è molto saggio, perché nei primi mesi di vita, il sistema immunitario del neonato è sotto pressione. Deve farsi le diverse "flore" dermiche e mucotiche, produrre lisozimi ed enzimi per il complementare, produrre centinaia di migliaia di tipi di B-linfociti specifici e così via.
  • L'immunizzazione passiva artificiale invece è una scoperta umana abbastanza recente. Si basa su una imitazione del sistema immunitario: si prende una plasmacellula che produce anticorpi contro un determinato germe e si toglie il nucleo (contiene l'informazione genetica). Si fa un impianto di questo nucleo in una cellula "eterna" (di un tessuto canceroso). Se la cellula sopravvive, produce anticorpi a bizzeffe e si divide. Tenuto in reattore biologico, diventa una vera fabbrica di produzione di anticorpi. Separati e messi in soluzioni da iniettare sono pronti per l'uso del medico.
  • Certi "rinfreschi di vaccinazione" p.es. contro il tetano (oltre ai germi "frammentati”) contengono anche "anticorpi monoclonali". Proteggono da una eventuale infezione, fino a quando il corpo si è costruito nuove cellule di memoria.


3.  Infezioni batteriche

Infezione batterica schering-plough.it Infezioni MmP

Le infezioni batteriche si propagano nel tessuto connettivo (sangue, linfa , tessuto connettivo lasso, …) oppure sul derma o sulle mucose e non nelle cellule (come i virus o certe infezioni protozoiche). Oltre alle difese aspecifiche (flora, lisozimi, complemento, …) se ne occupa il sistema specifico (anticorpi, leucociti, linfociti B e T, marcate in rosso) e alla fine (per smaltirle) come al solito i monociti e i macrofagi. In una infezione "originale" ci vogliono settimane per questo lavoro. Se il paziente sopravvive, future infezioni non le percepisce neanche, perché la battaglia durerà poche ore, e i germi non possono propagarsi in maniera di produrre notevoli sintomi.

Ci sono tre meccanismi che rendono "patogeno" un batterio:

  • si propaga velocemente nel tessuto e prende il posto riservato al tessuto epiteliale
  • diventa parassita delle sostanza riservate all'organismo e usa il suo sistema escretorio per i detriti del proprio metabolismo
  • alcuni liberano dei detriti che per l'organismo umano sono tossici e distruggono cellule.

Per molti germi è aleatoria la decisione di diventare patogeni o simbionti perché in entrambi i casi si hanno vantaggi e svantaggi.'-''


4.  Batteri

Comunicazione nei batteri it.Wikipedia Batteriologia MmP Batteri y-personaltrainer.it Batteriit.encarta.

Molti batteri patogeni trovano il loro biotopo sulle mucose (non nel tessuto connettivo). Normalmente sono "patogeni", perché il loro metabolismo libera delle sostanze tossiche per le cellule epiteliali

Bact. Staphilococcus pneumoniae
Bact.Helicobacter pylori
Bact. Campylobacter jejuni
Bact. Salmonella enteridis


5.  Infezioni micetiche

Micosi it.Wikipedia Micosi it.health. Micosi it.health.

I funghi
del biotopo umano si distinguono clinicamente in dermatofiti (tinea; vivono sulla pelle) e miceti (vivono sulle mucose).
I funghi (o miceti) in botanica non sono nè piante nè animali, ma appartengono a una classe a parte. Per capire come curare delle infezioni patogene, conviene capire la loro propagazione:

  • Da spore molto resistenti (simili a virus) su un substrato adatto si sviluppano dei fili, che creano una rete, il micelio
  • quando due "fili"si incrociano, questi si amalgamano e danno origine al "corpo fungoso"

(i commestibili li mangiamo spesso, i velenosi solo due volte: la prima e l'ultima)

  • il corpo fungoso maturo produce enormi quantità di nuove spore e le sparge.


Nella cura di infezioni micetiche patogene conviene tener presente che:

  • il micelio è molto delicato al substrato e può essere leso facilmente
  • le spore sono resistentissime, quindi bisogna prolungare le cure per tre settimane dopo la sparizione dei sintomi
  • la maggior parte dei funghi sono saprofiti (vivono di materia morta) senza effetti patologici.

Niente paranoie!

Nei funghi di biotopo umano spesso c'é una distinzione clinica tra

  • dermatofiti (tinee: vivono sulla pelle) e
  • miceti(vivono sulle mucose).


6.  Miceti

Miceti it.mimi.

Le diverse forme di tinea (derma, cuoio capelluto, unghie) sono spesso noiose e difficili da "sradicare". Dopo delle cure antimicotiche eroiche del genere (che sradicano di solito anche una bella parte di flora protettiva) è elementare promuovere la rigenerazione di una sana flora protettiva.
Le micosi su tessuti mucotici possono essere molto fastidiose e contagiose. Spesso sono invece pure paranoie. La candida albicans p.es. è un utile membro della flora intestinale. Se si insedia sulle mucosi vaginali e del pene, diventa una malattia infettiva contagiosa. Persone afflitte sono spesso:

  • affette da deficienza immunitaria
  • maniacali igienisti
  • vestono in modo inadatto favorendo l'insorgere delle micosi
  • non hanno una corretta igiene intima
  • sono recidivi di cure antimicotiche.


7.  Infezioni metazoiche

Arbovirus it.Wikipedia Infezioni parassitarie MmP



8.  Sinopsi

da Tessuti e loro malattie MmP 7 Picasa

Basta cliccare su un'immagine per renderlo leggibile ↓


9.  Appendice

9.1  Impressum

Autori:
Peter Forster, medico naturista NVS, docente di "Materia medica per Naturopati" e terapista di tecniche corporee.
Bianca Buser, naturopata e terapista di tecniche corporee, terapia ortomolecolare, aromaterapia e fitoterapia applicata.
Testo a cura di:
Benedetta Ceresa, naturopata: prima cura
Mario Santoro; Laser - Fondazione Diamante ­Lugano: desktop publishing
Daniela Rüegg: cura, revisione, trascrizione
Edizioni
Ia Edizione ©2003 P. Forster & B. Buser
IIa Edizione 2009 Cc by P. Forster & B. Buser nc-2.5-it: a cura, revisione e trascrizione di Daniela Rüegg

9.2  Referenze dirette

Malattie infettive PT 1.1 Batteriologia CSA Igiene lavorativa MN 3.1 Igiene CSA



9.3  Indici Lucidi

Indice delle unità di studio

description: LucidiMmP, 21.0 ❄ Locomozione
description: Terapie, locomotorie, Terapie motorie, Metodi, medicina manuale, Malattie motorie, Diagnostica strutturale, movimentale, Tecniche, Temi, Materiale didattico, bibliografia
description: LucidiMmP, 23.0 ❄ Procreazione*
description: Sviluppo umano: Anatomia, Fisiologia, Patologia, Malattie, Terapie Crescita e sviluppo Disturbi in maturità Disfunzioni dell'età avanzata La morte Programma di studio, Materiale, Dispense, Lucidi
description: LucidiMmP, 4.0 ❄ Materia naturopatica*
description: LucidiMmP, 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali*, Tessuti e malattie tessutali: Programma, Lucidi del relatore

Indice dell'unità di studio MmP 7

description: LucidiMmP, 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali*, Tessuti e malattie tessutali: Programma, Lucidi del relatore
description: Cura, infezioni, Trasferimento, Prevenzione, Sintomi, Cure, malattie infettive, infezioni, Sostegno, cure antibiotiche, Autotrattamento infezioni, Infezioni acute, micosi, Oli eterici, essenziali
description: anatomia, fisiologia, Tessuti, tessutali, Tipi, epiteliali, connettivi, fibrosi, Ossa, cartilagine, Sangue, linfa, muscolare, nervoso, medicina popolare
description: Medicina popolare, Tessuti e malattie tessutali, Terapie regolative, Diagnostica, Tessuto connettivo, struttura, funzioni, Matrice basale: composizione, funzionamento, Modello, Fenomeni biocibernetici, Sistemi di regolazione
description: LucidiMmP, 7.5 Nozioni di biochimica, Lucidi del relatore: Elementi vitali, Molecole inorganiche, organiche, Carboidrati, Aminoacidi, Peptidi, Proteine, Lipidi, Acidi nucleici, Proprietà chimiche, Solubilità, Diffusione, osmosi, Acidità, alcalinicità, Metabolismo

al posto di #trailstart7#trailend7 sono da mettere #trailstart?#trailend?

◦⦆─────⦅◦

9.4  Commenti

alla pagina LucidiMmP / 7.3 Infezioni batteriche: ev cliccare sul titolo per stilare un commento.

Commento 
Autore 
Enter code 428

9.5  Indice lucidi

❄ Lucidi MmP  Indice completo dei Lucidi 10.0 Apparato respiratorio 21 Apparato e sistema locomotore 21.0 ❄ Locomozione 21.1 Apparato locomotore 21.2 Movimenti elementari 21.3 Ossa, articolazioni 21.4 Muscoli, Tessuti connettivi 22.0 ❄ Terapie locomotorie 22.1 Metodi di medicina manuale 22.2 Malattie motorie 22.3 Diagnostica 22.4 Medicina manuale 22.5 Esercizi locomotori 23.0 ❄ Procreazione* 23.1 Fisiologia procreativa 23.2 Malattie procreative* 23.3 Genetica e malattie genetiche* 23.4 Anatomia procreativa 24.0 ❄ Sviluppo umano* 24.1 Crescita e sviluppo umano* 24.2 Disturbi in maturità* 243 244 245 4.0 ❄ Materia naturopatica* 4.1 ❄ Leggi e istituzioni* 4.2 ❄ Associazioni professionali* 4.3 Morale ed etica professionale 4.4 ❄ Nozioni imprenditoriali* 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali* 7.1 Malattie infettive 7.2 Tessuti 7.4 Regolazione basale 7.5 Nozioni di biochimica 9.0 Apparato tegumentario, Dermatologia 9.1 Difese infettive e solari della cute 9.2 Rigenerazione cutanea, Ferite 9.3 Regolazione di temperatura corporea 9.4 Sensori cutanei e tatto 9.5 Eczemi e neurodermite Esempio dati per lucidi Modulo Programmi* ModuloMmPDermatologia* Temi 21) Locomotore Temi 22) Terap.Manuali Temi 23) Procreazione Temi 24) Sviluppo Trascrizione di lucidi .htm → .php Truccioli Truccioli Lucidi

9.6  Domini di MedPop

Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on November 30, 2009, at 09:11 PM