Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

7.1 Malattie infettive

HOME .php .html .pdf → Lucidi: .pdf .ppt .png Terapia Infezioni Vaccinazioni
P. Forster

B. Buser

a cura di D. Rüegg

Dispense: PT 1.1 Malattie infettive

1.  Cura di infezioni

Infezione it.Wikipedia infezione batterica schering-plough infezioni correlate all'assistenza epicentro

Cura di infezioni

  • Trasferimento di infezioni
  • Prevenzione di infezioni
  • Sintomi
    • Febbre
    • Brividi, sfebbramento
  • Cure di malattie infettive
    • Cura di infezioni
    • Sostegno alle cure antibiotiche
    • Autotrattamento di infezioni
    • Infezioni acute e micosi
    • Oli eterici

Indicazioni come p.es. 7.3.1 Fitoterape... si riferiscono all'enumerazione nella dispensa PT 1.1 -7.3.1

1.1  Temi della lezione

OLI ESSENZIALI E MALATTIE INFETTIVE
Autore CAMPORESE ALESSANDRO
Editore TECNICHE NUOVE
Data pubblicazione 3-04-1998
Prezzo Euro 20,14
Pagine 176

PRONTUARIO DI TERAPIA DELLE MALATTIE INFETTIVE
Autore BARTLETT JOHN G.
Editore MEDISERVE
Data pubblicazione 1-01-1992
Prezzo Euro 16,53
Pagine 256


1.2  Trasferimenti di infezioni

  • Tramite goccioline: trasferimento tramite gocce salivari mentre si parla, si starnutisce, si tossisce. Molto frequente per quanto riguarda le infezioni da raffreddamento.
  • Tramite contatto: diretto da uomo a uomo o mediante oggetti infetti p.es. difterite,rosolia.
  • Circuito fecale: la contaminazione avviene per mancanza di igiene attraverso le feci, l’urina, il sangue, il pus ( p.es. tifo e colera).
  • Per inalazione: (contaminazione aerogena). Inalazione di polvere contaminata tramite feci (p.es. ornitosi).


  • Attraverso il cibo e le bibite infette: erronea conservazione e immagazzinaggio che permette ai germi di procrearsi (p.es. botulismo, salmonelle, listeriosi).
  • Attraverso lo scambio di liquidi corporei: riguarda i germi che al di fuori dell’organismo umano non possonovivere. Infezione per trasfusione o ferite della pelle e delle mucose con un contatto diretto (p.es. sifilide, AIDS).
  • Spostamento nel corpo: germi che si trovano in un posto fisiologicamente adatto (p.es. intestino) che si spostano in una zona dove il germe diventa patogeno (p.es. vie urinarie) come l’escherichia coli, candida albicans e altri.

1.3  Prevenzioni

Ignaz Semmelweis (1818…1865), un ginecologo ungherese, ipotizzò, come causa per la setticemia puerperale, le mani infette di levatrici e medici. Dopo accese guerre ideologiche, la medicina sviluppa i seguenti strumenti per combattere i germi patogeni: sterilizzazione, disinfezione, disinfestazione, pastorizzazione.

6.1 Sterilizzazione
Distruzione di tutti i microrganismi su un oggetto (non solo patogeni). Due metodi:

  • Sterilizzazione ad aria calda: 180°C per 30 min.
  • Autoclave (a pressione):
    • 1 bar 120°C per 20 min (pentola a vapore).
    • 2 bar 134°C per 5 min.

Da notare che il tempo si conta a partire dalla temperatura raggiunta. Per l’uso “casalingo” va benissimo una pentola a pressione (con all'interno un pò di acqua).

6.2 Disinfezione da germi
Annientare germi patogeni per evitare infezioni. L’oggetto non è “sterile”.
Per disinfettare si usa:

  • spesso ingredienti chimici (p.es. alcool),
  • anche metodi fisici come:
  • essiccamento;
  • raggi (ultravioletti, raggi X, sole);
  • congelamento.
  • Disinfettanti per locali: Idrolato (acqua) Alcol e Aeth. (olio essenziale) di lavanda come spray.
  • Disinfettante di ferite: Aeth. Lavandula (olio essenziale di Lavanda) puro sulla ferita (1… poche gocce): fungicida e battericida, virostatico, cicatrizzante.
  • Disinfettante dermico: Aeth. Melaleucae (Tea Tree) soluto a 1…10% in alcol o olio “antibiotico” a largo spettro.
  • Disinfettante mani: p.es. STERILLIUM, HOSPISEPT: miscela di alcolici fortemente disinfettanti e dermaprotettivi.

6.3 Disinfestazione da parassiti

  • Annientare parassiti come pulci con ingredienti chimici.

6.4 Pastorizzare

  • Riscaldamento “mite” per poco tempo (p.es. latte: 85°C per 2 min.). Spore di funghi non vengono distrutte bensì germi di tifo, paratifo, shigellosi, tubercolosi, brucellosi ...

6.5 Termini tecnici

  • -cida: uccide (batteri-, funghi-, …)


1.4  Sintomi: Febbre

Febbre it.Wikipedia Febbre MmP Febbre my-personaltrainer

Sintomi caratteristici di malattie infettive
I sintomi caratteristici sono la febbre e nel caso il germe si diffonda per via ematica, i brividi. Nelle infezioni virali, spesso all’inizio fanno male le ossa e le giunture (radicali liberi di combattimento sotto la cute ossea).

4.1 Temperature normali corporee

  • Ascellare: al di sotto di 36,8°C.
  • Sublinguale: ca. 0,2°C superiore all’ascellare (sotto 37,1°C).
  • Rettale: ca. 0,5°C superiore all’ascellare (sotto 34°C).

4.2 Tipi di febbre
Premessa: la temperatura basale di ogni persona è individuale e diversa! Temperatura ascellare inferiore a 36,4°C: sottotemperatura (spesso ipoglicemia!)

  • temperatura ascellare …37,8°C. subfebbrile;
  • temperatura ascellare 37,8…39°C: febbre;
  • temperatura ascellare superiore a 39°C: febbre alta.

NB: in alcune rare infezioni, es. colera, la temperatura può abbassarsi fino a 30°C.

4.3 Curve febbrili
Molte malattie infettive sono caratterizzate da curve febbrili tipiche.

  • Intermittente: attacchi febbrili che si intercalano con periodi di

temperature normali ad intervalli di ore.

  • Remittente: variazione giornaliera di 1...1,5°C; ma non sfebbracompletamente.
  • Settica: bassa al mattino e alta alla sera.
  • Continua: variazioni giornaliere minori di 1°C. Tipico del tifo addominale, ornitosi tifoide o polmonare.
  • Ondulante: variazioni giornaliere ad intervalli di ore marcate. Tipico per brucellosi.


2.  Brividi, sfebbramento

Sfebbramento books.google

4.4 “Brividi”
È tipico per certe infezioni prima della fase febbrile:

  • scuotimento grossolano con battito dei denti;
  • forte sensazione di freddo;
  • poi febbre oltre i 39°C.

Normalmente indica la presenza di un germe nella circolazione ematica. Tipico della malaria (ogni 3...4 giorni) e della pielonefrite (infezione renale).
I bambini invece dello scuotimento possono avere delle convulsioni febbrili, che mimano una crisi epilettica con movimenti incontrollati degli arti, perdita di conoscenza con occhi girati all’insù e incontinenza.

4.5 Sfebbramento

  • Per lisi: lenta e continua.
  • Per cristi: bruscamente, in modo massiccio; può avere ripercussioni sul sistema cardiovascolare.


3.  Generalità sulla malattie infettive

7.0 Cura di malattie infettive
Le malattie infettive, all’inizio del secolo erano la maggior causa di mortalità e ancora oggi lo sono nei paesi “sottosviluppati”. Nei paesi industrializzati i rischi sono stati ridotti notevolmente grazie a:

  • il tenore di vita che rende molto più efficace il sistema immunitario delle persone (fame, freddo, stanchezza, stress esistenziale …),
  • le condizioni sanitarie e igieniche che hanno ridotto enormemente la quantità di microrganismi nell’ambiente e un’eventuale esposizione ai germi,
  • per le malattie infettive batteriche, l’uso di antibiotici, a volte, è efficace per dare un “colpo di mano” al sistema immunitario “sovraccarico” in situazioni d’emergenza critiche.

Molte volte nel mio lavoro come naturopata mi sembra persino “ribaltata” la problematica:

  • locali riscaldati
  • il tenore di vita rende noiosa e ideologicamente conflittuale la vita al punto da stressarsi per mancanza di sfida esistenziale e per incapacità di adattamento, ciò che indebolisce di nuovo il sistema immunitario, barriere dermiche e mucotiche;
  • l’igiene eccessiva evita all’organismo di formare anticorpi durante l’infanzia ed elimina le barriere fisico-chimiche del sistema immunitario, mentre tante sostanze “sintetiche” devono essere elaborate dall’organismo (prodotti igienici, cosmetici, alimentari, invece di microrganismi);
  • si tenta di sostituire con i medicamenti il lavoro del sistema immunitario togliendogli la possibilità di diventare calmo ed efficace, rendendolo tendenzialmente ipersensibile, impanicabile e perciò poco efficace.

4.  Cura di infezioni

Le cure per specifiche malattie infettive sono descritte sotto i relativi capitoli degli organi infetti.
Alcune regole per le malattie infettive:

  • immediatamente dal medico con sospetto di malattie infettive che sottostanno a obbligo di denuncia(vedi allegato: “Ordinanza concernente la dichiarazione delle malattie trasmissibili dell’uomo”, 818.141.1);
  • mai interrompere una medicazione con antibiotici: si rischia di facilitare lo sviluppo di batteri resistenti all’antibiotico;
  • nessuna automedicazione con antibiotici. Il medico responsabile lo fa solo in caso di accertate infezioni batteriche secondo precisi criteri clinici (spero):
  • clinico-empirico secondo la probabilità del germe responsabile per la malattia
  • eventualmente dopo aver diagnosticato il battere e, potendo, conoscere le resistenze.
  • dopo una cura con antibiotici e non durante, è consigliabile la cura dell’apparato digestivo, perché spesso l’antibiotico indebolisce notevolmente la fauna e la flora intestinale.

7.1 Comportamento durante le infezioni
Un’infezione richiede notevoli sforzi del sistema immunitario; è quindi controindicato caricarlo ulteriormente:

  • riposo (a letto) per qualche giorno
  • evitare stress di ogni forma
  • rispettare le esigenze dell’organismo specialmente i segnali per fame, sete, caldo, sonno, tranquillità
  • concedersi un tempo di convalescenza (riassestamento dell’organismo).


5.  Sostegno alle cure antibiotiche

Sostegno alle cure antibiotiche
  • Fino ad una settimana dopo la cura:

aggiunta di Vit. C (ca. 2 gr/giorno) e complesso Vit. B.
Preparato combinato: 2 compr. BEROCCA p.d. (C e B). Zinco 50 mg p.d. per stimolare la fagocitosi.

  • Dopo la cura mettere a posto la flora intestinale p.es. con tanto yoghurt e
  • Bioflorin, MUTAFLOR, OMNIFLORA.
  • Uso di tisane (o altri preparati fitoterapeutici):
  • amari stomachici
  • nervinotonici
  • leggermente diuretici
  • linfostimolanti
  • secondo il tipo dell’infezione.
  • Una potente alternativa agli antibiotici sono gli estratti di ghiandole del timo di vitello (p.es. THYM-UVOCAL): amplificano notevolmente la difesa specifica infettiva immunitaria e sono anche compatibili con tutte le altre misure antinfettive (anche con antibiotici).


  • Come fitoterpici sono specialmente indicati:
    • urtica dioica diuretica
    • iperico virostatico in alte dosi
    • genziana amaro “digestivo”
    • fitolacca immunostimolante
    • rhiz. Hydrastis amaro “mucosi”
    • cipolla antibiotico zolfatato
    • avena nervinotonico
    • aglio ursino antibiotico zolfatato
    • Hb. galii aparines linfatico, immunitario
    • echinacea immunitario
    • absinthii amaro,antisettico
    • aglio antisettico, antibiotico
    • Sostituzione di liquidi (sudore) e di potassio (REKEWAN, brodo di manzo, p.es. Liebig) e tè di tiglio (diaforetico).

6.  Autotrattamento di infezioni

Visto che le infezioni si esprimono generalmente in determinati organi, sono trattati nei relativi capitoli. In seguito presenterò alcune piante con effetto sistemico in caso di infezioni. Innanzitutto sono da rispettare le raccomandazioni dei precedenti due capitoli (comportamento, sostegno).

7.3.1 Fitoterapeutici germostatici

  • mirra germostatico, stimolazione leucociti
  • eucalipto virostatico
  • Rad. babtisiae tinct. germostatico, antifebbrile
  • Hb. Tropaeoli germostatico
  • alium virostatico, diaforetico
  • echinacea germostatico, immunostimolatore
  • thymus germostatico
  • absinthii anaflogistico
  • melaleuca germostatico a largo spettro.


7.3.2 Febbre e diaforetici
I diaforetici stimolano il corpo alla sudorazione tramite l’innalzamento della temperatura corporea, la dilatazione di pori sudoriferi e la stimolazione della circolazione periferica. Questo processo scarica i reni, eliminando certe “scorie” tramite la pelle e sostiene i processi immunitari. Sono indicati specialmente in
caso di infezioni accompagnate da febbre:

  • tiglio diaforetico, diuretico
  • angelica diaforetico, diuretico
  • sambuco diaforetico, diuretico, immunostimolante
  • zingiberis diaforetico, stimolante
  • paprika diaforetico, salivastimolante, stimolante, antisettico
  • menta diaforetico, antiemetico, antisettico
  • eupatorio perfol. diaforetico
  • hyssopus diaforetico, calmante
  • millefoglie diaforetico astringente


7.  Infezioni acute virali

7.3.3 Infezioni acute
In caso di infezione acuta si usa come base un diaforetico e un immunostimolante (ev. anche un “antibiotico fitoterapico”) p.es.:

  • tiglio millefoglie diaforetico
  • sambuco echinacea immunostimolante
  • timo mirra antibiotico.

Se sono coinvolte le ghiandole linfatiche si aggiunge Galium aparines (odore di aglio) e/o Calendulae.
Se sono coinvolte le mucose serve Hydrastis e/o Eupatorio perfol.
In caso di irrequietezza si aggiunge Camomilla e/o Scutellaria.
Se prude la pelle,lavarsi spessocon Acquae Hamamelis (astringente).


7.4 Principi di trattamento delle micosi
Ai funghi piace un ambiente caldo e umido, su un substrato alcalino (p.es. piedi ben lavati con sapone in calze di fibra sintetica in scarpe chiuse d’estate);

  • detestano un substrato oleoso, ambiente secco e piuttosto acido e salato;
  • le spore si propagano grattandosi e con la biancheria e sono eliminabili solo a temperatura superiore ai 75°C (bucato, stirare);
  • i fungicidi eliminano il micelio e i funghi, ma non le spore che hanno un “periodo di germinazione” di ca. 2 settimane. La cura deve proseguire per altre 3 settimane per garantire che vengano colpiti anche gli ultimi “germogli” prima che si formino nuove spore.

8.  Micosi, Oli eterici

7.3 oli eterici contro le infezioni.
I seguenti oli etercici sono indicati contro le infezioni.Si consiglia vivamente di non ingerirli, perché sono troppo concentrati e distruggono la flora intestinale. Servono per una terapia locale; vanno spalmati o usati per inalazioni, oppure, gargarismi.
Caso mai si ricorre alle piante per fare degli infusi.


9.  Sinopsi

da Tessuti e loro malattie MmP 7 Picasa

Basta cliccare su un'immagine per renderlo leggibile ↓


10.  Annessi

10.1  Impressum

Autori:
Peter Forster, medico naturista NVS, docente di "Materia medica per Naturopati" e terapista di tecniche corporee.
Bianca Buser, naturopata e terapista di tecniche corporee, terapia ortomolecolare, aromaterapia e fitoterapia applicata.
Testo a cura di:
Benedetta Ceresa, naturopata: prima cura
Mario Santoro; Laser - Fondazione Diamante ­Lugano: desktop publishing
Daniela Rüegg: cura, revisione, trascrizione
Edizioni
Ia Edizione ©2003 P. Forster & B. Buser
IIa Edizione 2009 Cc by P. Forster & B. Buser nc-2.5-it: a cura, revisione e trascrizione di Daniela Rüegg

10.2  Referenze dirette

Malattie infettive PT 1.1 Batteriologia CSA Igiene lavorativa MN 3.1 Igiene CSA

10.3  Indici dei Lucidi

Indice delle unità di studio

description: LucidiMmP, 21.0 ❄ Locomozione
description: Terapie, locomotorie, Terapie motorie, Metodi, medicina manuale, Malattie motorie, Diagnostica strutturale, movimentale, Tecniche, Temi, Materiale didattico, bibliografia
description: LucidiMmP, 23.0 ❄ Procreazione*
description: Sviluppo umano: Anatomia, Fisiologia, Patologia, Malattie, Terapie Crescita e sviluppo Disturbi in maturità Disfunzioni dell'età avanzata La morte Programma di studio, Materiale, Dispense, Lucidi
description: LucidiMmP, 4.0 ❄ Materia naturopatica*
description: LucidiMmP, 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali*, Tessuti e malattie tessutali: Programma, Lucidi del relatore

Indice dell'unità di studio MmP 7

description: LucidiMmP, 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali*, Tessuti e malattie tessutali: Programma, Lucidi del relatore
description: anatomia, fisiologia, Tessuti, tessutali, Tipi, epiteliali, connettivi, fibrosi, Ossa, cartilagine, Sangue, linfa, muscolare, nervoso, medicina popolare
description: Patologia, batteriologia, immunologia, vaccinazioni, Infezioni batteriche, micetiche, metazoiche, Basi, Temi, letteratura, infeziologia, Zoonosi, Immunizzazione, Sistema immunitario, batteri, miceti, parassiti
description: Medicina popolare, Tessuti e malattie tessutali, Terapie regolative, Diagnostica, Tessuto connettivo, struttura, funzioni, Matrice basale: composizione, funzionamento, Modello, Fenomeni biocibernetici, Sistemi di regolazione
description: LucidiMmP, 7.5 Nozioni di biochimica, Lucidi del relatore: Elementi vitali, Molecole inorganiche, organiche, Carboidrati, Aminoacidi, Peptidi, Proteine, Lipidi, Acidi nucleici, Proprietà chimiche, Solubilità, Diffusione, osmosi, Acidità, alcalinicità, Metabolismo

◦⦆─────⦅◦

10.4  Commenti

alla pagina LucidiMmP / 7.1 Malattie infettive

Peter22 November 2009, 12:21

Buono per la stampa

bebe22 November 2009, 20:24

ciao peter
grazie per questo nuovo ampio contributo
voglio provare finalmente a cimentarmi con il nuovo sistema di redazione... vediamo come risce :-)
buona settimana

Commento 
Autore 
Enter code 770

10.5  Indice lucidi

❄ Lucidi MmP  Indice completo dei Lucidi 10.0 Apparato respiratorio 21 Apparato e sistema locomotore 21.0 ❄ Locomozione 21.1 Apparato locomotore 21.2 Movimenti elementari 21.3 Ossa, articolazioni 21.4 Muscoli, Tessuti connettivi 22.0 ❄ Terapie locomotorie 22.1 Metodi di medicina manuale 22.2 Malattie motorie 22.3 Diagnostica 22.4 Medicina manuale 22.5 Esercizi locomotori 23.0 ❄ Procreazione* 23.1 Fisiologia procreativa 23.2 Malattie procreative* 23.3 Genetica e malattie genetiche* 23.4 Anatomia procreativa 24.0 ❄ Sviluppo umano* 24.1 Crescita e sviluppo umano* 24.2 Disturbi in maturità* 243 244 245 4.0 ❄ Materia naturopatica* 4.1 ❄ Leggi e istituzioni* 4.2 ❄ Associazioni professionali* 4.3 Morale ed etica professionale 4.4 ❄ Nozioni imprenditoriali* 7.0 ❄ Tessuti e malattie tessutali* 7.2 Tessuti 7.3 Infezioni batteriche 7.4 Regolazione basale 7.5 Nozioni di biochimica 9.0 Apparato tegumentario, Dermatologia 9.1 Difese infettive e solari della cute 9.2 Rigenerazione cutanea, Ferite 9.3 Regolazione di temperatura corporea 9.4 Sensori cutanei e tatto 9.5 Eczemi e neurodermite Esempio dati per lucidi Modulo Programmi* ModuloMmPDermatologia* Temi 21) Locomotore Temi 22) Terap.Manuali Temi 23) Procreazione Temi 24) Sviluppo Trascrizione di lucidi .htm → .php Truccioli Truccioli Lucidi

10.6  Domini di MedPop

Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on December 23, 2009, at 05:38 PM