Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

: Temi

Appunti CSA 2006: Terapisti complementari Infeziologia

.php .html .pdf img GoDr CSA Patologia Igiene Batteriologia Infezioni Infiammazione
✝Bianca Buser
Temi trattati: Infezioni

 → 

 batteriali
 micotiche
 virali & da prioni
 parassitarie
a cura di D. Rüegg & P. Forster
credit: Dott.essa C. Gutti & Dr. A. Bernasconi

L'Infettivologia (Infeziologia) č quella branca della medicina che si occupa di tutte le malattie causate da agenti infettivi, cioč batteri, virus, funghi (miceti) o parassiti. it.Wikipedia
Lo scopo del capitolo infeziologia (→ Infettivologia) è quello di introdurre lo studente allo studio delle malattie infettive e di tracciare un quadro generale dei meccanismi di risposta dell' organismo all' infezione.

1.  Infezioni

Con il termine infezione si intende una reazione patologica di un organismo alla penetrazione e alla moltiplicazione di microrganismi (virus, batteri, miceti, protozoi, metazoi). L'infezione è correlata a una malattia infettiva. it.Wikipedia


Classificazione medica di infezioni

Viridae

Miceti

Parassiti (metazoi)

Batteri | Bacilli | Protozoi

Microorganismi patogeni


2.  Modo di trasmissione (contagio)

Gli agenti causali delle malattie infettive possono essere: batteri, funghi, virus e parassiti (protozoi ed elminti).
Il modo di trasmissione della malattia infettiva dall'agente causale ed il contagio può avvenire da:

  • contatto diretto anche per via aerea (per esempio il virus dell'influenza),
  • per via sessuale (per es. epatite B),
  • per via transplacentare (Toxoplasmosi trasmessa da mamma bambino),
  • attraverso il latte materno e
  • per via endovenosa (trasfusioni, punture con aghi infetti v. HIV).

I modi indiretti utilizzano

  • gli alimenti, inclusa l'acqua (vedi esempio vibrio colerae),
  • la polvere o altri elementi non viventi che possono spostarsi attraverso l'aria, oppure
  • vettori viventi (zanzare e mosche, per esempio nel caso della malaria) che possono trasportare l' agente causale della malattia infettiva.

3.  Meccanismi di difesa


Infezione ripetuta

Infezione primaria

vedi anche → Sistema immunitario MmP

I meccanismi di difesa contro le infezioni sono numerosi. Alcuni sono di natura immunologica (meccanismi di difesa specifici) ed altri di natura non immunologica (meccanismi di difesa aspecifici).
Per quanto riguarda il sistema immunitario esso è in grado di elaborare una risposta specifica contro le infezioni sia con meccanismi umorali che con meccanismi cellulo-mediati.

Tra i mezzi di difesa aspecifici vanno considerati l'integrità della cute e delle mucose, il potere battericida della cute stessa e una serie di sostanze presenti in vari tessuti e secreti dell' organismo (fig. 8.1 del libro di riferimento).

4.  Vie endosomatiche di diffusione

Il microrganismo infettivo una volta penetrato tende a diffondersi ad altri tessuti seguendo diverse vie:

  • Diffusione locale. Il microrganismo, producendo delle tossine ("veleni batterici"), compromette l'integrità dei tessuti e facilita la sua penetrazione all' interno di essi.
  • I microrganismi, una volta superate le barriere superficiali dell' organismo, penetrano nei tessuti profondi dai quali hanno accesso
    • al circolo linfatico (diffusione linfatica) e
    • al circolo ematico (diffusione ematogena)
e possono quindi diffondersi nell' organismo andando poi a localizzarsi in determinate zone.
  • Vi può essere una diffusione nei fluidi tessutali, come ad esempio nella cavità pleurica e peritoneale (peritonite e infezione pleuriche),
  • una diffusione nervosa, dove i microrganismi possono produrre infezione viaggiando lungo i nervi (virus della rabbia e virus della varicella-zoster).

5.  Prevenzione e terapia


Prevenzione e cura di infezioni

La battaglia contro le malattie infettive si svolge su più fronti:

  • impegni civilizzatori come canalizzazioni, depurazioni, acqua potabile, asfaltazione di strade, raccolta ed elaborazione di rifiuti, ...
  • igiene pubblica e personale,
  • vaccini (processo di potenziamento della risposta immunitaria),
  • chemoprofilassi (per esempio antimalarico preventivo in paesi a rischio) e
  • lotta ai vettori (bonifica di Toscana e Sardegna all' inizio del 900 per combattere in particolare il propagarsi della malaria).

Il trattamento dipende dall'agente causale: antibiotici per batteri, pochi antivirali spesso non efficaci per i numerosi virus, antifungini per le infezioni micotiche e antiparassitari per le malattie elmintiche e protozoiche.

6.  Allegati

6.1  Impressum

Appunti CSA 2006: Terapisti complementari Infeziologia, Infettivologia

Relatori:

Dott.essa C. Gutti & Dr. A. Bernasconi
credit: C. Gutti & A. Bernasconi

Testo a cura di:

P.Forster medico naturista

Autrice (da propri appunti):

✝Bianca Buser terapista corporea
e fitoterapista

Versione web:

Illustrazioni, collegamenti e cura di Daniela Rüegg

Cc by P. Forster & D. Rüegg 3.0-it
1a edizione 2006 2a edizione 2016

◦⦆─────⦅◦

6.2  Bibliografia

Libro di riferimento
Alan Stevens, James Lowe: Patologia, Casa Editrice Ambrosiana

per gli interessati ad un approfondimento:

G. Herold: Guida Pratica di Medicina Interna ed. Essebiemme.
◦⦆─────⦅◦

6.3  Pagine correlate, Sitografia

Google
sul Web in Enciclopedia

◦⦆─────⦅◦

6.4  Commenti

alla pagina Infeziologia: Infeziologia. Se non appare la casella per i commenti: cliccare sul titolo

Peter03 June 2016, 11:51

Test

Commento 
Autore 
Enter code 136



 

clic→ Medicina popolare Formazione di terapisti complementari CSA: appunti

Licenza Creative Commons

P. Forster & D. Rüegg
Ultima modifica: June 06, 2016, at 08:12 PM
Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on June 06, 2016, at 08:12 PM