Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

Pro memoria 1210

1.  Miscugli sottrattivi di tinte


La tonalitÓ di un miscuglio sottrattivo (pigmentoso) Ŕ diverso della tonalitÓ di un miscuglio additivo (luminoso).

Vuol dire che mescolando concretamente una tinta gialla con una tinta blu, risulta un verde; se faccio la stessa cosa con due luci colorati di blu e di giallo, risulta un grigio pi¨ o meno chiaro. Simili differenze pi¨ o meno marcate valgono per altre tinte / colori, salvo per i miscugli di rosso e giallo che forniscono arancio sia pigmentoso che luminoso.

Il disegno sopra mostra i risultati di miscugli tra tinte / colori principali: rosso. blu, giallo e verde.

◦⦆─────⦅◦

1.1  TonalitÓ

Materialien zum Farbensehen leckebusch Farbsysteme colorsystem


Paletta www.sessions.edu

Le tonalitÓ di un sistema di colori sottrattivo si basano sulle tre tinte giallo, rosso e blu (oppure ciano, magenta e giallo).
Le tonalitÓ di un sistema di colori additivo si basano invece sui tre colori rosso, verde e blu. Il giallo Ŕ facilmente ottenibile '(miscela luminosa di rosso e verde)-' mentre nel sistema pigmentoso Ŕ impossibile trovare un miscuglio di pigmenti che genera il giallo.

Nei colori luminosi, il miscuglio di tutti i colori genera il bianco (ricongiunge lo spettro luminoso), mentre l'assenza di luce genera il nero.


Dati paletta YRB Sessions

La paletta pi¨ corrispondente alle mie esigenze ho trovato in rete da Sessions, anche se la combinazione complementare delle tinte fornisce dei grigi parecchio variabili e il bl¨-verde Bg tende troppo verso il bl¨ per il mio gusto.

Nelle tinte pigmentose invece, il miscuglio di tutte le tinte genera un grigio molto scuro (ca 80% di nero) mentre il bianco non Ŕ ottenibile per nessun miscuglio pigmentoso.


Spettro e ruota di tinte fisiologiche YRB for

In base a questi fatti ho stilato una ruota nella tradizione di Newton e seguaci fino a Goethe, Runge, ... Itten, usando le possibilitÓ moderne di annotazione e riproducibilitÓ dei sistemi di colori RGB e HSB. Ho scelto una base di dodici tinte.


Dati delle dodici tinte fisiologiche basilari YRB

Confesso, che mi costava tanti tentativi per decidermi per dodici (di ca. 17 millioni), a parte che proporzionalmente poche soddisfano le esigenze per un sistema cromatico omogeneo, fisiologicamente accettabile e praticamente applicabile.


Dati RGB di tinte fisiologiche YRB

Chi vuol curiosare nei miei solfeggi per questo lavoro consulti YRB physiological palettes.

◦⦆─────⦅◦

1.2  Scurimenti e chiarimenti di colori e tinte

Per scurire un colore in RGB si diminuiscono i valori esadecimali dei colori / tinte proporzionalmente verso #00 = 0 (#000000=nero).
Per chiarire un colore, si aumentano proporzionalmente i valori dei colori verso #ff = 255 (#ffffff=bianco). Si nota che il calcolo funziona sia per colori additivi (luminosi) che per tinte sottrattive (pigmentose, fisiologiche).

Dividendo la somma di colore e bianco o nero per tre si raggiunge 1/3 e cosý via.

Per fortuna, questi calcoli non si devono fare ogni volta, ma ci sono dei motorini come ColorBlender che li eseguono in un attimo.

Inoltre ho preparato una tavolozza scaricabile con le sfumature delle tinte principali fisiologiche (pigmentose). Con l'aiuto di una qualsiasi ColorPipette MS, ... Mac si fa la scelta di una sfumatura con un semplice clic.


Tavolozza chiarimenti / scurimenti YRB

Esempi:
Scurire un'arancio #ff8040 = rgb(255,128,64) della metÓ → rgb(128,64,32) = #804020.
Chiarire un bl¨ #4080ff = rgb(64,128,255) dalla metÓ → rgb(160,192,255) = #a0c0ff.

Si nota che per "la metÓ" i numeri sono la media tra i numeri del colore e il bianco #ffffff o il nero #000000.


Esempio ColorBlender

La metÓ si calcola dalla somma diviso due, p.es.: #f00000 = rgb(240,000,000)rosso + #000000 = rgb(000,000,000)nero /2 = → 240-000= 240/2 = 120 → rgb(120,000,000) = #780000 rosso scurito a metÓ.

Per il chiarimento: #f00000 = rgb(240,000,000)rosso + #ffffff = rgb(255,255,255)bianco /2 = → 240+255/2=248; 255+0/2=128; rgb(248,128,128) = #f88080 rosso chiarito a metÓ.


◦⦆─────⦅◦

1.3  Ingrigimenti di colori e tinte

Mentre chiarire significa aggiungere del bianco a una tinta e scurire aggiungere del nero, ingrigire una tinta significa aggiungerli tutti e due.
Nel sistema RGB i grigi sono caratterizzati per tre coppie identiche di numeri (diversi di #00 e di #ff).


Ingrigimento
di una tinta

Il "medio grigio" corrisponde quindi a rgb(128,128,128) = #808080.
Aritmeticamente si raggiunge un grigiastro di una tinta facendo un miscuglio tra una tinta pura e un grigio.

P.es. un miscuglio equo tra rosso #f00000 e grigio medio #808080 fornisce [rgb(240,0,0) + rgb(128,128,128)]/2 = rgb(184,64,64) =     #884040.

Si nota che l'aritmetica per determinare dei grigi Ŕ la stessa che quella dei chiarimenti e scurimenti a differenza che al posto del bianco o del nero nel calcolo entra un grigio .

◦⦆─────⦅◦

1.4  Miscugli additivi (di colori luminosi)


Si mescolano (virtualmente) due colori luminosi, calcolando le medie di rosso R, verde G e blu B coinvolti p.es.:

magenta C=41% #ff00ff & ciano C=70% #00ffff → (ff+00)/2=80; (00+ff)/2=80; (ff+ff)/2=ff → blu pallido C=56% #8080ff.

Si nota che anche la chiarezza C corrisponde alla media dei due colori C =(41+70)/2= 56% che corrisponde ca. a WK = #909090.

I moderni programmi di disegno contengono dei meccanismi "gradienti" che permettono dei passaggi continui tra due colori.

◦⦆─────⦅◦

1.5  Accordi armonici luminosi e fisiologici (pigmentosi)

Gli accordi cromatici sono delle combinazioni di colori o tinte i cui miscugli (in proporzioni adatte) forniscono un grigio.


Degli accordi principali sono:

  • complementari (due colori),
  • triplici (tre colori)
  • quadrupli (quattro colori)
  • pentagonali (cinque colori)
  • esagonali (sei colori)

equilateri o meno.
La terminologia si riferisce a uno spettro di colori ordinati secondo le frequenze d'onde del campo visivo in una "ruota".


Complementi luminosi e fisiologici

Gli accordi luminosi non corrispondono agli accordi pigmentosi.

L'immagine a fianco dimostra le differenze con l'esempio dei complementi luminosi e pigmentosi delle tinte basilari YRB.

I complementi luminosi sono facilmente calcolabili dai dati RGB in quanto la somma dei valori dev'essere 255 per i due colori (risulta quindi una media di #808080 → rgb(128,128,128) che corrisponde al medio grigio.


Altri accordi luminosi si determinano meglio nel sistema HSB: si aggiunge all'angolo della tonalitÓ iniziale gli angoli della figura geometrica desiderata. P.es. l'accordo triplice equilatero al giallo (H=60░) Ŕ H=180░ (ciano) e H=300░ (magenta).

Malauguratamente queste operazioni sono pi¨ difficili per gli accordi fisiologici / pigmentosi in quanto non esiste una funzione generalizzabile per la trasformazione di colori luminosi in tinte fisiologiche e viceverso. Per i miei scopi mi servo di funzioni di trasformazione tra la mia ruota fisiologica e la ruota luminosa.

◦⦆─────⦅◦

1.6  Accordi fisiologici

Trasformo prima una tinta definita in HSB nella scala YRB (TSB), faccio poi i calcoli per gli accordi e ritrasformo in'ultimo il risultato in HSB:


Dati HSB di tinte fisiologiche YRB

Esempio:
Trovare l'accordo quadruplo equilatero fisiologico per la tinta arancio #f88000.

  1. RGB #f88000 = rgb(248,128,0) = hsb(31░,100%,97%)
  2. hsb(31░,100%,97%) → tsb(60░,100%,97%)
  3. Quadruplo (4x90░=360░) O arancio tsb(60░,100%,97%) → Rv rosso-viola tsb(150░,100%,66%), B bl¨ tsb(240░,100%,100%), Gy verde-giallo tsb(330░,100%,100%).
  4. ritrasformare T → H: 31░, 330░, 220░, 90░
  5. notazione in HSB: hsb(31░,100%,97%); hsb(330░,100%,66%); hsb(220░,100%,100%), hsb(90░,100%,100%)
  6. trasformazione in Hex: #F88000, #A80054, #0055FF, #80FF00

Il relativo accordo luminoso sarebbe di H31░, H121░, H211░ e H301░ corrispondente a #ff8000, #00FF04, #007BFF e #FF00FB.

Si nota, che non solo le tonalitÓ tra luminoso e fisiologico sono diversi, ma anche la luminositÓ varia.


◦⦆─────⦅◦

1.7  Chiarezza


Chiarezza di colori e tinte

Il nostro occhio percepisce dei colori luminosi e delle tinte pigmentose non solo come qualitÓ tonale ma anche come "chiarezza" o "oscuritÓ". Questo grazie alle "fibre di grigio" (neuroni sensibilissimi che aggiungono ai segnali di rosso, verde e blu anche la qualitÓ di luminositÓ).

Il giallo basilare viene percepito come molto chiaro (luminositÓ ca 90%), mentre il blu come molto scuro (luminositÓ ca. 10%).

Le arti tipografiche ci hanno fornito una formula per determinare la chiarezza di qualsiasi tinta / colore notato nel sistema RGB:


Conversioni RGB

C = 0.299*R + 0.587*G + 0.114*B
Chiarezza = 0.299x(valorerosso) + 0.587x(valoreverde) + 0.114x(valorebl¨)

Esempi:
C rosso rgb(100%,0%,0%) → C = 0.299*100% + 0% + 0% = 29.9% (calcolo percentuale)
rgb(255,0,0) → 255*0.299 + 0 + 0 = 76.25 → /255*100; C = 29.9% (calcolo decimale)
#ff0000 → 0.4d*ff + 00 + 00 = 4c.4 → 76.2 → /255*100; C = 29.9% (calcolo esadecimale)

C magenta rgb(100%,0%,100%) → C =0.299*100% + 0% + 0.114*100% = 41.3% (calcolo percentuale)

C blu rgb(0%,0%,100%) → C = 0% + 0% + 0.114*100% = 11.4%

Per evitare noiosi calcoli ho fatto un motorino che li esegue in base ai valori RGB decimali (tre valori tra 0 ... 255) o esadecimali (# e tre coppie di valori tra 00 ... ff).

Calcolatrice di chiarezza (provare!)

Conversione Hex# - RGB, chiarezza

Conversione Hex# - RGB, chiarezza

codice Hex #: R: G: B:

chiarezza %: 

codice RGB: R: G: B:

Esempi:
C verde #00aa00 → rgb(0,170,0) e chiarezza C=39.1
C giallo rgb(255,255,0) → #ffff00 e chiarezza C= 88,6%
C viola rgb(128,0,128) → #800080 e chiarezza C=20.7



Chiarezza & Grigio

Per visualizzare la chiarezza C la ritrasformo in valori grigio secondo la formula:

WK = (C+0.0047)/0.3922 (decimale ← %)
Grigio = (Chiarezza+0.0047)/0.3922

Esempio:
verde #00aa00 → C=39.1 → (39.1+0.0047)/0.3922 = 100 → rgb(100,100,100) → #646464 WK=C
.

◦⦆─────⦅◦

Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on October 28, 2012, at 01:57 PM