Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

ProMemoria1209



L'esperienza fatta con la paletta di Itten mi ha portato a stilare una paletta "fisiologica" secondo i seguenti criteri:

  • la paletta fisiologica si basa su uno spettro YRB invece che su uno spettro RGB
  • le relative tonalità vanno annotate negli usuali metodi del web: quindi in rgb, hsb e cmyk
  • gli accordi sono determinati dai complementi fisiologici, il che richiede per l'occhio un adattamento di saturazione e luminosità.

In seguito sono descritte le varie fasi di questa impresa.


1.  Sistemi cromatici


I sistemi cromatici si usano per poter descrivere quantitativamente dei colori e quindi per poterli riprodurre.

Visto la fondamentale differenza tra:

  • colori "di riflesso" (da una superfice), pigmentosi o sottrattivi e
  • colori "luminosi" o additivi (emessi da una fonte luminare)

bisogna anzitutto fare una distinzione tra sistemi additivi (luminosi) e sistemi sottrattivi (pigmentosi).

Una proprietà fondamentale dei colori e delle tinte è che mescolandoli si formano nuovi colori, e rispttivamente tinte. Scegliendo tre tinte o colori sufficientemente distanti su uno spettro ordinato, si riesce a "costruire" tutti gli altri colori o tinte.

◦⦆─────⦅◦

1.1  Colori luminosi, RGB


Cerchio di colori
secondo i. Newton

Sin dai tempi di Isaac Newton (1642-1727) con la sua pubblicazione Opticks ci siamo abituati a classificare colori e tinte basandoci sullo spettro solare, percepito p.es. da un arcobaleno o tramite la refrazione di un prisma.

Questo metodo fu presto adottato in diversi campi, anche se si tratta di un sistema "luminoso" che crea grattacapi agli artigiani che si interessano alle proprietà delle tinte pigmentose.


Ruota RGB

Come tre colori (luminosi) principali si scelgono idealmente un rosso R, un verde G e un blu B. Conviene sceglierli a massima densità, perchè la mescolanza (luminosa) li rende più chiari. Il sistema cromatico luminoso più usato oggigiorno si chiama RGB (rosso-verde-blu) e le tonalità sono definite quantitativamente in modo eattp e quindi perfettamente riproducibili.



Nel 1931 la CIE (Commission internationale de l'éclairage) ha introdotto un sistema di colori ben preciso (luminosi, a miscelazione additiva) chiamato RGB (red-green-blue → rosso-verde-blu). Si basa su uno spettro e dei cerchi standartizzati quasi continui.
Si nota che dei colori extraspettrali solari (tra rosso e viola) furono poi aggiunti,come già proposto da Newton 200 anni prima.
L'introduzione della televisione a colori e degli schermi di computer accentuò questo sviluppo tanto che oggi è onnipresente.

◦⦆─────⦅◦

1.2  Tinte pigmentose

Come tre tinte pigmentose principali si scelgono idealmente il giallo Y (colore più chiaro per natura), una tonalità vicino al rosso e una vicino al blu, abbastanza chiare, perchè la mescolanza rende più scuro il risultato (opposto alla mescolanza luminosa).

Tipografia e CMYK



Stampa CMYK
rasterizzazione

Il sistema pigmentoso più divulgato è applicato prevalentemente in tipografia e si basa sulle tre tinte ciano C magenta M e giallo Y con l'aggiunta di nero K (come bianco W è usato il fondo della carta). Le tre tinte sono esattamente definite e quindi perfettamente riproducibili e si chiamano CMYK. Le cartucce delle tinte per la vostra stampante sono indicate con queste sigle C - M - Y e K oppure BK oppure o PGBK (PiGmented BlacK).

Artigianato e YRB


Esempio Ruota
di J. Itten

Gli artigiani usano da sempre delle palette che si basano sulle tinte fondamentale di giallo Y rosso R e blu B, in più a volte il verde G, ogni tanto chiamato YRB. Non esiste un sistema omogenizzato, quantificato e fedelmente riproducibile.

Il modello di J. Itten (fu docente per colori e forme al Bauhaus) è il più noto tra gli artigiani interessati. Malauguratamente non esiste una trasformazione del suo modello in termini informatici.

Il mercato informatico offre diversi sistemi YRB (p.es. ColorSchemer). Non essendo soddisfatto di nessuno di questi, ne ho stilato uno che copre le mie esigenze per il lavoro sul computer.
Spero che possa servire anche a qualcun altro.

◦⦆─────⦅◦


1.3  Scale di colori

it.Wikipedia RAL Pantone

Per diverse applicazioni come vernici, rivestimenti, ... si usano delle scale di colori standartizzate, riproducibili e misurabili come p.es. PANTONE o RAL.

2.  Previsti

2.1  Colori luminosi RGB


Colori RGB

Colori luminosi principali RGB

Colori luminosi terziarie RGB

Leggenda


◦⦆─────⦅◦

2.2  Tinte di stampa CMYK


Tinte di stampa CMYK


◦⦆─────⦅◦

2.3  Tinte pigmentose RYB


Ruota, spettro, valori RYB

Tavolozza RYB


◦⦆─────⦅◦

2.4  Tinte pigmentose YRB Itten




◦⦆─────⦅◦

2.5  Tinte fisiologiche RYB


Ruota RYB JanetArt

Ruota RYB Color Scheme Designer






Tinte fisiologiche YRB

Tinte fisiologiche YRB












Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on October 12, 2012, at 04:19 PM