Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

Armonie cromatiche

URL: www.pforster.ch/Colori/ColorCalc/Mischi/ColorCalc-Mischi.html

P. Forster

Kandinsky: esercizi armonici
a cura di Daniela Rüegg

Accordi: complementare ⊷, triplice ∆, quadruplo ♢, pentagonale ☆, esagonale ✡.

1.  Introduzione


Mentre le miscele di colori e tinte seguono ancora dei principi fisici / fisiologici, le armonie o gli accordi sono percepiti individualmente come gradevoli o "dissonanti". In più, l'"armonia" di una composizione vive anche di dissonanze cromatiche.

Per finire si tratta quindi di una domanda di gusto. Nonostante questo, c'è un fatto fisiologico che fa percepire maggiormente armoniosa una combinazione cromatica. Il nostro cervello "mescola" virtualmente i diversi colori di una combinazione cromatica. Inotre più questo "mescolo virtuale" si avvicina a un grigio (medio), più armonioso viene percepito.

In questo senso ho stilato la seguente calcolatrice di accordi. Come base per i calcoli mi sono servito di un modello cromatico a sfera. Sull'equatore sono disposte i dodici colori della scala pigmentosa (ryb) o luminosa (rgb) in massima cromaticità (saturazione 100%, luminosità 50%). Verso i poli sono chiariti (luminosità aumentata da 50% fino a 100%: bianco) risp. scuriti (luminosità diminuita da 50: nero). Verso il centro della sfera diminuisce la cromaticità (la saturazione diminuisce da 100%: massima cromaticità fino a 0%: acromatico, grigio medio).

Si nota che i tre colori / tinte di un accordo si devono trovare su una superfice piana che coinvolga tutti punti dell'accordo e passi tra il centro della sfera. Mentre le tonalità con questa regola sono determinate, la saturazione rimane libera e la luminosità entro certe condizioni può essere variata.


Partendo da uno (ev. due) colori basilari liberamente scelti con la calcolatrice sono rilevabili:

  • accordi in scala luminosa (rgb) o pigmentosa (ryb)
  • accordi duplici (complementari), triplici, quadrupli, pentagonali e esagonali perfetti (un colore basilare) e simmetrici (due colori basilari → variazione di tonalità).
  • variazioni di saturazione per ogni singolo colore dedotto
  • variazioni di luminosità nel limite del principio del "grigio medio"


2.  Calcolatrice di accordi

La calcolatrice di seguito è funzionante e può essere immediatamente usata. Chi preferisce disporre della calcolatrice indipendentemente dalla pagina aperta, clicchi sul tasto PopUp accordo per aprire una relativa finestra autonoma.

Titel
Armonie cromatiche pigmentose
    #             digita & tabulatore ⇥
R G B
H S L

Accordi monocromatici









H #
S   L

               

 

 

 

   

   

   

   

       

   

   

   
        Cc by P. Forster 3.0-it
Dati colore   Grigio:
fisiologico
relativo

fonte:

     
Le annotazioni posssono essere copiate / incollate in un'altra applicazione oppure spedite a un qualsiasi indirizzo email (p.es. al proprio).
Clic su "Invia a:" apre una pagina browser per la spedizione di una email. Aggiungendo l'indirizzo email desiderato (ed ev. modifiche) si può spedirlo.

Uso principale:

  • Digitare nella casella Hex0 il numero di qualsiasi colore in notazione esadecimale (p.es. abcdef): appare immediatamente il relativo accordo triplice pigmentoso (ryb) con i relativi numeri esadecimali.
  • Per far apparire l'accordo in scala luminosa: cliccare sul tasto rgb. L'impostazione può essere cambiata in qualsiasi momento e quante volte desiderato.
  • Per far vedere un altro accordo (del preimpostato triplice): cliccare su uno dei tasti: mono M, duplice D, triplice T, quadruplo Q, pentagonale P, esagonale E oppure A per tutti valori calcolati.
  • Per avere a disposizione ulteriori dati su uno dei colori rilevati, si clicca sulla cella del colore desiderato: si apre una finestrina sul fondo della calcolatrice con tutti dati che interessano ulteriormente.
  • per cancellare tutto si clicca sul tasto X


http://www.pforster.ch/Colori/Accordi/Accordi2/ArmonieCromA.html
Siccome un accordo non è "fisso" , ci sono innumerevoli possibilità di variare i singoli colori / tinte della sua combinazione, sempre rispettando la regola del grigio medio. Saranno descritti in dettaglio nel capitolo seguente.

Per iniziare bastano queste istruzioni e non è necessario leggere i seguenti capitoli.

3.  Variazioni di un'accordo

Un accordo cromatico è una combinazione di tinte / colori che segue un criterio estetico: la loro miscela deve fornire un grigio medio.
Ogni colore coinvolto nell'accordo è determinato da tre dimensioni, nella nostra notazione hsl di tonalità H°, saturazione S% e luminosità L%. Partendo da un colore originale Col0, tonalità e luminosità degli altri dipendono da questo, mentre la saturazione è indipendente.

4.  Proprietà di accordi



◦⦆─────⦅◦

4.1  Tonalità H°

In accordi regolari (poligoni equilateri), le distanza tra due tonalità susseguenti sono uguali: per un triangolo 120°, per un quadrato 90°, per un pentagono 72° e per un esagono 60°.
Si raggiunge le tonalità di un accordo regolare aumentando e diminuendo l'angolo del colore originale dell'angolo regolare del poligono desiderato.


Es.: tonalità originale H=222° (blu, S100%, L50%). Tonalità triplice rgb (120°):
Hp = (222+120)=342° e Hu = (222-120)=102°.
H0 222° ;  Hp 342° ;  Hu 102°

Lo stesso accordo ma in scala ryb fornisce:
Hy0 240° ; Hyp 360° ; Hyu 120°

Per la trasfomazione della tonalità originale H0 → Hy0 ho usato il motorino di fianco.


◦⦆─────⦅◦

4.2  Combinazioni monocromatiche







Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on February 15, 2015, at 01:00 PM