Warning: file(http://www.pforster.ch/%20CSS/FootLink.html) [function.file]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /Users/admin/Sites/pmwiki/pmwiki.php(1531) : regexp code on line 1

Warning: implode() [function.implode]: Invalid arguments passed in /Users/admin/Sites/pmwiki/pmwiki.php(1531) : regexp code on line 1

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /Users/admin/Sites/pmwiki/pmwiki.php(1531) : regexp code:1) in /Users/admin/Sites/pmwiki/pmwiki.php on line 1108
MedPopWiki | Clima / Anomalie termiche terrestri
Recent Changes - Search:

Pagine di servizio

Gruppi

Pagine in allestimento

Strumenti

Domini correlati

PmWiki

pmwiki.org

edit SideBar

Anomalie termiche terrestri

nell'emisfero settentrionale.

HOME .php .html .pdf Clima Temperatura
P. Forster

a cura di D. Rüegg


In settimana ho letto un articolo nella Weltwoche riguardo il riscaldamento della terra: Zeit über die Bücher zu gehen.
L'autore Hanspeter Born scrive: ... non è il cambiamento del clima che ci deve far paura, ma i dubbiosi metodi dei ricercatori all'avanguardia che non riescono a spiegare perché le temperature non salgono.

Visto che per cultura ingegneristica non mi fido delle chiacchiere dei giornalisti, mi sono documentato e istruito - per arrivare a deduzioni simili a quelle di Hanspeter Born.

... mai ritenere come vera alcuna cosa che non sia tale con evidenza.
(René Descartes: Discours de la methode, 1637)

1.  Variazioni termiche del clima

È difficile avere dei dati affidabili per un periodo di tempo climaticamente significativo. Ho usato dei dati tratti dal World Data Center for Paleoclimatology provenienti da Moberg 2005 Highly variable Northern Hemisphere temperatures reconstructed from low- and high- resolution proxy data (Temperature altamente variabili nell'emisfero settentrionale ricostruite da dati di bassa ad alta risoluzione approssimativa) e discussi in Nature: Uncertainty in prediction of the climate response to rising levels of greenhouse gases (Incertezza nella previsione della risposta del clima a livelli crescenti di gas a effetto serra).

◦⦆─────⦅◦

1.1  Gli ultimi 20 anni

Il diagramma riporta le temperature medie mensili terrestri tra 1979 e 2008 secondo la relativa banca dati del University of Alabama in Huntsville (cliccare sul diagramma per renderlo leggibile).


Variazione temperatura terrestre secondo UAH



Oltre alle solite variazioni stagionali e annuali, un limite inferiore di -0.48°C nel 1984 e uno superiore di +0.75°C nel 1998 non riesco a notare nessuna tendenza che potrebbe indicare un "surriscaldamento del clima" grazie a un "effetto serra" ipoteticamente causato da eccessiva espulsione di anidride carbonica CO2.
Certo che vent'anni per valutare una variazione climatica sono ben pochi. Guardiamo allora un periodo dieci volte più lungo - 200 anni:

◦⦆─────⦅◦

1.2  Gli ultimi 200 anni


I dati comprendono le temperature medie terrestri nell'emisfero settentrionale degli ultimi 200 anni. Per praticità ho definito il valore medio degli ultimi duemila anni come "zero" e le variazioni intorno in "±°C".

Negli ultimi 200 anni, la tendenza all'aumento delle temperature si è continuamente rallentata (tendenza regressiva); fatto strano perché proprio 200 anni fa cominciava l'uso di "energia sporca" e smisurata espulsione di anidride carbonica. Il minimo si trova nel 1812 con -0.64°C e il massimo nel 1940 con + 0.60°C e nel 1998 con +0.75°C.

È difficile capire attraverso questo fatto l'isteria del "riscaldamento del clima" e di seguito il relativo attivismo politico.
Meglio guardare un pò più indietro, perché gli ultimi 200 anni dimostrano un tendenziale aumento di temperature. Guardiamo quindi gli ultimi 2'000 anni:

◦⦆─────⦅◦

1.3  Gli ultimi 2'000 anni


secondo dati del: World Data Center for Paleoclimatology

Il diagramma riassuntivo è da leggere come segue:

Si nota una tendenza di aumento di temperatura fino intorno agli anni 1'000 e poi un calo per ca. i seguenti 600 anni. La temperatura minima si trova intorno agli anni 1'580 che con -0.9°C sotto la media è in forte contrasto con +0.7°C degli anni intorno al 900 e 1'100: una differenza di 1.6°C nell'arco di solo 600 anni.

Facendo un calcolo di tendenza binomiale su questi duemila anni la tendenza è ancora in discesa (anche se la tendenza a breve, di qualche centinaia di anni è in salita).
Si potrebbe ipotizzare una "piccola" periodicità di ca. 1'200 anni con un futuro culmine intorno ai 2'200 senza qualsiasi influsso umano.

Già che c'ero m'interessava sapere se sulla terra c'erano periodi fortemente devianti da queste temperature climatiche: per fortuna ci sono dati abbastanza affidabili per gli ultimi 150'000 anni:

◦⦆─────⦅◦

1.4  Gli ultimi 150'000 anni


Attorno ai 20'000 e 10'000 anni fa, la temperatura è salita di ca. 8°C (ai nostri abituali livelli): enorme aumento e prerogativa positiva per lo sviluppo umano che cominciava appunto ca. 12'000 anni fa con le prime culture sedentarie.
Interessante anche il fatto, che da 130'000 ... 120'000 anni fa, le temperature sulla terra erano pure ai nostri abituali livelli.
Di questo si potrebbe ipotizzare una "grande" periodicità di ca 130'000 anni nella quale siamo tra il primo e il secondo percento.
Di fronte a questi fatti si capisce intuitivamente quanto ogni speculazione sui prossimi decenni sia ridicola.

2.  Deduzione dai dati di fatto

Dai fatti cui sopra non è deducibile una rilevante influenza di attività umana sulla temperatura terrestre bensì un'influenza della temperatura sulle attività umane.

attività umana temperatura terrestre attività umana


Una dimostrazione si trova nella storia della Groenlandia (isola verde) scoperta dai vichinghi dove fondarono delle colonie nelle quali si coltivava anche il grano (grazie al periodo mite medievale) come in Danimarca si potava la vigna.
La Groenlandia oggi è per lo più coperta da ghiacciai, e questo è dovuto all'abbassamento della temperatura terrestre settentrionale di ca. 0.3°C negli ultimi mille anni.
Non penso che le coltivazioni dei vichinghi fosse la causa del propagarsi del ghiaccio sulla loro isola.


Per andare più indietro nel tempo, non può essere stato causato dalla razza umana (allora ca. un milione di esemplari viventi in tane riscaldate a legna e senza macchine e fabbriche) un aumento di temperatura di ca. 8°C dai 20'000 a.c fino ai 10'000 a.c.



Da una scienza come la climatologia mi aspetterei delle risposte sulle cause di questi eventi; risposte scientificamente fondate, che fino ad ora non si è riusciti a fornire.
In compenso ci si sbizzarrisce in speculazioni su "come frenare" un ipotizzato futuro sviluppo (invece di impiegare i nostri soldi per capire prima "come funziona").

È un comportamento altamente sleale e a nostre spese.

3.  Induzioni sociopolitiche

Il discorso pubblico parte dai seguenti fatti:

attività umana industrializzata → necessità energetica → uso di energia fossile → scorie (tra l'altro anche anidride carbonica CO2)

Dall'aumento dell'anidride carbonica nell'atmosfera (e stranamente non di altri effetti collaterali dell'energia fossile) viene dedotta la seguente ipotesi (fin'ora scientificamente non dimostrabile e improbabile secondo i dati cui sopra):

effetto serra ? → temperatura mondiale ? → cambiamento climatico ? (causato da attività umana ?) catastrofico ?.

◦⦆─────⦅◦

3.1  Relative fissazioni sociali e politiche


Matteo Alfonsi: Paranoia

Oggigiorno la fissazione politica e pubblicitaria riguarda il "riscaldamento del clima" causato dall'"effetto serra" (interesse interrotto per qualche mese dalla "terribile" pandemia dei porci). E l'effetto serra sarebbe causato dall'energia sporca che consumiamo. Quindi ci vorrebbero misure energetiche per evitare che il clima si surriscaldi.

Davanti ai fatti cui sopra ci vuole una bella megalomania antropocentrica (e/o spietati interessi economici) per credere che l'essere umano possa essere il fautore di tali scenari.
Nei periodi di grandi variazioni climatiche l'uomo non c'era o era presente in numero marginale. E non esistevano nè industrializzazione, nè macchine, nè riscaldamenti a nafta.

Per i climatologi, in quanto scienziati, ho perso anche il poco rimanente rispetto (che d'altronde ho per ogni scienza seria): infatti li ritengo i cartomanti e i chiaroveggenti dei politici che spendono i nostri soldi senza alcun scrupolo.

I loro colleghi metereologi sono di uno stampo più modesto: non azzarderebbero una previsione meteorologica nemmeno di un mese (perché conoscono bene i loro limiti) e di questo ho un grande rispetto.

Come conclusione, l'alleanza poco sacra tra politici e climatologi sta iniziando un progetto mondiale che farà uscire miliardi dalle nostre tasche e questo per risolvere un problema che probabilmente non esiste: "il riscaldamento climatico causato dall'umanità per via dell'anidride carbonica".

4.  Nozioni riguardo il discorso energetico


La combustione di sostanze fossili, essendo anche la fonte energetica più antica dell'umanità, libera tantissime sostanze (non molto salutari alla fauna) nell'atmosfera e di seguito nell'acqua e nella terra come: aerosoli (polveri fini), ossidi nitrici, zolfo, metalli pesanti, catrami e innumerevoli altri tra le quali l'anidride carbonica CO2 è sicuramente la meno preoccupante.
La fissazione su quest'ultima distorce la problematica e crea delle motivazioni assurde come il sovvenzionamento di motori a diesel o le piantaggioni di erbe oleose a scopo energetico.

 

Ci sono quindi dei reali motivi:

  • per limitare la quantità di sostanze fossili (olii vegetali, legno, carbone, petrolio, gas, ...) come fonti d'energia e
  • di ridurre l'espulsione di sostanze nocive nell'atmosfera (e non del CO2 non inquinante) p.es. perché:
    • sono interessato a respirare aria pulita, bere l'acqua dal rubinetto e mangiare del cibo genuino
    • le scorie come fumo, aerosoli (polveri fini), zolfo, ossidi nitrici, catrami, metalli pesanti, ... non sono molto salutari (mentre l'anidride carbonica è oltre all'acqua il nutriente primordiale delle piante e nelle prevedibili concentrazioni atmosferiche non nocivo neanche per la fauna del pianeta).
    • le risorse sono limitate
    • ...

Propongo ai lettori di aggiungere i loro motivi per ridurre sostanze fossili come fonte energetica (salvo il clima p.f.) e di confrontare i loro deputati politici con queste nostre esigenze reali.

5.  Appendice

5.1  Fonti

Testi popolari in merito:

Dati e interpretazioni scientifiche:

◦⦆─────⦅◦

5.2  Commenti

alla pagina Clima / Anomalie termiche terrestri: ev cliccare sul titolo per stilare un commento.

Peter15 December 2009, 10:01

Test Webmaster

◦⦆─────⦅◦

5.3  Commentbox

Siete gentilmente pregati di stilare nella casella in fondo dei suggerimenti, critiche, correzioni da fare, ... sulla pagina Clima.Anomalie termiche terrestri. Non dimenticatevi di riempire anche la casella Autore e Enter code (codice accanto in rosso). Grazie. 8>)__Peter

Commento 
Autore 
Enter code 872

5.4  Domini di MedPop











Edit - History - Print - Recent Changes - Search
Page last modified on December 20, 2009, at 12:55 PM